Appartamento al Plaza. Restaurato in HD (DVD)

Plaza Suite

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Plaza Suite
Regia: Arthur Hiller
Paese: Stati Uniti
Anno: 1971
Supporto: DVD
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 8,04 €)

Tre episodi ambientati all'hotel Plaza di New York: una coppia di genitori fronteggia con molta difficoltà le crisi della figlia durante il ricevimento di nozze; un marito dice addio alla moglie; un produttore dongiovanni cerca di portarsi a letto una sciocca casalinga.
  • Produzione: Golem Video, 2019
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 110 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Inglese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Walter Matthau Cover

    "Nome d'arte di W. Matusanskavaskij, attore e regista statunitense. Figlio di immigrati russi, esordisce in Il kentuckiano (1955) di B. Lancaster e, dopo varie altre interpretazioni, nel 1960 dirige e interpreta Gangster Story (da non confondere con l'omonimo film di A. Penn del 1967). Comincia così ad affermarsi come uno degli interpreti più versatili della scena hollywoodiana: il suo viso particolare, la recitazione sorniona, il grande controllo dei tempi attoriali ne fanno un fuoriclasse della recitazione. Nel 1966 l'incontro con B. Wilder e con J. Lemmon in Non per soldi... ma per denaro (Oscar come migliore attore non protagonista). I due interpretano poi insieme numerosi altri film, dando vita a una delle più perfette e infallibili coppie comiche del cinema mondiale: tra gli altri: La... Approfondisci
  • Maureen Stapleton Cover

    "Propr. Lois M. S., attrice statunitense. Dopo aver lavorato per qualche tempo come modella, a metà degli anni '40 esordisce a Broadway, dimostrando in breve tempo grande talento e professionalità (al punto che T. Williams la sceglie al posto di A. Magnani, ancora insicura nell'uso dell'inglese, per il ruolo principale di La rosa tatuata) e ottenendo numerosi premi. Sul grande schermo esordisce nel 1958 in Non desiderare la donna d'altri di V.J. Donehue; diretta in seguito da S. Lumet (Pelle di serpente, 1959, e Uno sguardo dal ponte, 1962) e W. Allen (Interiors, 1978), vince un Oscar come miglior attrice non protagonista nei panni dell'attivista anarchica di origini lituane di Reds (1981) di W. Beatty. Tra gli ultimi personaggi interpretati, una delle vivaci ospiti del pensionato per anziani... Approfondisci
Note legali