Appuntamenti in nero

Cornell Woolrich

Traduttore: G. Lippi
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2000
Pagine: 252 p.
  • EAN: 9788806156404
Usato su Libraccio.it - € 4,46

€ 4,46

€ 8,26

4 punti Premium

€ 7,02

€ 8,26

Risparmi € 1,24 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    gd

    18/12/2016 07:39:02

    Meraviglia delle meraviglie: una storia per molti versi debole e come incredibile riesce ad avvincere ed a risultare, alla fine, verosimile Tipico di questo scrittore il quale, finchè l'ispirazione lo ha assistito, ha intessuto storie fragili e sostenute solo dalla forza delle ossessioni, come sono i sogni (e gli incubi, a maggior ragione).

  • User Icon

    archipic

    09/11/2015 13:16:30

    Romanzo molto ben scritto e congegnato; bella storia e buona la narrazione. E' un romanzo dei primi anni '40, per cui lo stile è quello dell'epoca, ma ha tutto il suo fascino e Woolrich è un maestro nel renderla quanto mai godibile. La serie "in nero" è tra il meglio del suo genere.

  • User Icon

    romina

    19/02/2011 07:37:05

    Davvero un bel libro. Lo scrittore usa un linguaggio diretto capace di catturare qualsiasi lettore. Peccato che finisca troppo in fretta. Merita di essere letto. Romina

  • User Icon

    Trixter

    25/10/2010 13:22:43

    Altra grande opera di un grande scrittore. Cornell Woolrich scrive un romanzo crudo, intimista, profondo, nerissimo. Forse dallo stile un pò datato, ma senza dubbio affascinante.

  • User Icon

    Grazia

    31/10/2006 13:45:40

    L'ho letto quest'estate in due giorni, mi è piaciuto molto lo stile narrativo e l'idea di base. Molto bello, quasi una bomba ad orologeria innescata che il lettore sa già bene che esploderà anche se non ne conosce gli effetti.

  • User Icon

    luca bidoli

    14/06/2006 06:44:50

    Amo questo scrittore, amo il suo stile, la sua scrittura, i suoi personaggi, esseri umani, non fogli di carta. Da leggere, e come, del resto, le altre opere di C.W.

  • User Icon

    Fabio

    17/10/2005 14:03:21

    Per molti versi il remake al maschile del capolavoro dello stesso Woolrich, La sposa era in nero, ma il riciclo da parte dell'autore dei temi che più lo ossessionano non tolgono nulla al risultato finale, come sempre ottimo.

  • User Icon

    giandemo

    18/07/2005 09:03:11

    Per apprezzare Woolrich bisogna passare sopra parecchie cose, e soprattutto passare sopra la verosimiglianza di molte situazioni. Woolrich non offre i colpi di scena dei giallisti inglesi ma nemmeno la prosa del duro lavoro da detective dei Chandler & Co , quest'ultima godibile comunque. Sono storie avvolte dal mistero, gente che dubita di sè stessa, che non sa chi è e che è inghiottita quasi da un incantesimo. Mi piace molto 'Si parte alle sei', ad esempio, dove i veri protagonisti sono la città di New York, la notte e l' orologio. Questo Appuntamenti in nero offre una storia non esattamente originale, rivisitata però in maniera molto particolare, intessuta di rancore freddo che solo alla fine si scioglie. Le ossessioni sono spesso al centro dei romanzi di Woolrich, e questo e' uno di quei casi. A me personalmente questo libro è piaciuto molto.

  • User Icon

    Luciano

    30/05/2002 13:02:52

    L'autore - uno dei massimi giallisti mondiali - ha scritto un romanzo bello, inquietante e intrigante, mescolando adrenalina, poesia, sentimenti, scavi psicologici, dimostrando un'innata e acuta conoscenza dell'animo umano, raffinata dolorosamente durante la sua esistenza ai margini, vissuta sempre negli alberghi in compagnia della madre dalla quale non si è mai probabilmente affrancato, esempio doloroso di come il genio e la pazzia si diano sempre la mano.

  • User Icon

    Natalia

    29/01/2002 11:09:20

    W. ha un buon talento per il noir, ma lo stile è invecchiato. Non lo stile della scrittura, che è ancora attuale. Mi riferisco al modo della narrazione: c'è del non-detto, del come-avrà-fatto-a?, chiamiamoli dei buchi, delle mancate spiegazioni, punti da accettare così per così; forse non si adatta a me come lettrice da microscopio, che se un filo non lega lo vedo dondolare.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione