Editore: Einaudi
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 9 giugno 2015
  • EAN: 9788806227821
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Pubblicato nel 1982, Aracoeli è il racconto di un rapporto tra madre e figlio, inizialmente esclusivo e totale, il cui ricordo diviene prigione e condanna.

«Mia madre era andalusa. Per caso, i suoi genitori portavano, di nascita, l'uno e l'altra, il medesimo cognome Munoz: cosí che lei, secondo l'uso spagnolo, portava il doppio cognome Munoz Munoz. Di suo nome di battesimo, si chiamava Aracoeli». Cosí ha inizio questo romanzo, in cui Manuele, quarantenne fallito e omosessuale infelice, rimpiange l'infanzia paradisiaca vissuta in simbiosi con la madre Aracoeli, una selvaggia ragazza andalusa sposata a un ufficiale della marina italiana. Per Manuele la fine dell'infanzia si configura come una cacciata senza colpa dall'Eden e il suo ricordo è prigione e sventura, poiché la madre, colpita da un morbo misterioso, è morta oltraggiando gli affetti famigliari con una furia demenziale e lussuriosa.

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    AMALIA

    19/09/2018 14:50:56

    Aracoeli è la storia di una affascinante e misteriosa donna andalusa filtrata attraverso gli occhi, i ricordi e le suggestioni di suo figlio Manuel, mediocre correttore di bozze residente a Milano. Il racconto non segue un filo logico-cronologico, bensì le ansie, le memorie e le nevrosi del narratore protagonista: il passato si intreccia al presente, ovvero ai due viaggi compiuti alla ricerca delle proprie radici, delle proprie verità. Non mancano le allucinazioni e i monologhi interiori, i garbugli che ricordano quelli gaddiani. In definitiva? si tratta di un Capolavoro, certo non semplice la lettura, né, tantomeno, immediata, vista la concentrazione che richiede. Quando lo concluderete, infine, rimarrete piacevolmente sorpresi, scossi, cambiati.

  • User Icon

    ClaP

    17/09/2018 17:55:36

    Una prosa dal respiro unico. Disincanto che prende il lettore e lo trascina nelle vicende del protagonista senza che egli si renda conto delle pagine che scorrono. La Morante conduce per mano nella storia del protagonista, il cui nome si scoprirà poi, e sua madre Aracoeli, una figura di cui ci si innamora sin dalle prime righe. La lettura è estremamente scorrevole, anche se merita che ci si soffermi su ogni singola parola. Le descrizioni sono ricche di poesia, di compartecipazione, di un realismo che toglie il fiato. Una delle fatiche meglio riuscite all'autrice. Ottima l'edizione Einaudi.

Scrivi una recensione