Areopagitica. Discorso per la libertà di stampa. Testo inglese a fronte

John Milton

Curatore: M. Gatti, H. Gatti
Editore: Bompiani
Collana: Testi a fronte
Anno edizione: 2002
Pagine: 140 p.
  • EAN: 9788845291616

32° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Politica e governo - Controllo politico e libertà - Diritti umani

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Dr Andrea Di Carlo

    13/04/2012 20:06:07

    Scritto nel 1644 (nella seconda fase letteraria di Milton, quando lo scrittore si dedica alla causa puritana, abbandonando l'attività letteraria), questo celeberrimo e bellissimo pamphlet di Milton in favore della libertà di stampa e contro la censura, è un'opera modernissima e attualissima. John Milton denuncia il sistema di censura messo in atto da Carlo I e l'Arcivescovo di Canterbury William Laud con la 'Camera Stellata', un organo, agli occhi dell'autore, troppo simile all'odiata 'Inquisizione papista'. Uccidere un libro, secondo Milton, è come uccidere una persona in quanto, a venire uccisa. non è tanto l'opera in sé, ma l'essenza, l'idea alla base di quest'ultima. Per questo Milton chiede che gli siano concesse tre libertà inalienabili: 'conoscere, parlare e soprattutto discutere secondo coscienza', perché solamente con la libertà di coscienza e di stampa si potrà fondare una vera e propria civiltà. Un'opera che esprime l'impegno (tutto Protestante) per le libertà personali, per la libertà di coscienza e la libertà di parola, iniziato con Lutero e completato da Milton. Da leggere assolutamente.

Scrivi una recensione