Arricchirsi è glorioso. Brothers, seconda parte

Hua Yu

Traduttore: S. Pozzi
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 1 maggio 2009
Pagine: 437 p., Brossura
  • EAN: 9788807017834
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 10,26
Descrizione
La Cina di Yu Hua e dei fratelli Li Testapelata e Song Gang. Una Cina in cui milioni di cittadini cresciuti sotto la bandiera rossa sono catapultati nella modernità, dove "arricchirsi è glorioso", vendendo immondizia, imeni artificiali marca Giovanna d'Arco o addirittura se stessi. L'ex straccivendolo Li Testapelata, ora arcimiliardario presidente Li, può decidere di fare un giro nello spazio o di radere al suolo un'antica città per costruire la sua nuova Liuzhen, tutta centri commerciali, luci al neon e palazzi svettanti. Song Gang, dopo il lavoro in fabbrica e l'inaspettato matrimonio da favola, segue le orme di un imbroglione per cercare di arricchirsi come il fratello. Entrambi appartengono a un mondo consumista che corrode tutto, passato e presente, la Rivoluzione e le prospettive di una libertà diversa. I fratelli si separano, le famiglie si sfaldano, gli ingenui soccombono e chi sopravvive deve fare i conti con "una desolazione incommensurabile". Capitolo secondo di Brothers, questo romanzo, dopo tante incontenibili risate, se ne porta appresso una, l'ultima, amara. La Cina non è vicina e per la prima volta misuriamo qual è la sua esatta distanza: ciò che ci sembra caricatura è, semplicemente, diversità.

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Questo articolo potrebbe non essere consegnato entro Natale
Quantità:

Libro inedito Chiara Gamberale
OMAGGIO ESCLUSIVO PER TE
Con soli 19€ di libri del Gruppo Feltrinelli fino al 15/01/2019

Scopri di più

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    damiano

    02/01/2013 14:04:26

    Mi sono veramente divertito a leggere questo libro, dopo aver letto brothers questo è obbligatorio e ne vale la pena. Penso, dopo queste letture, di aver intuito qualcosa della Cina, così lontana dal nostro mondo.

  • User Icon

    daniele

    28/05/2010 09:51:14

    lo preferisco a brothers,che pur ho amato. Più divertente e corrosivo. ciao

  • User Icon

    Denebola

    23/07/2009 23:43:49

    Mi ha un po' spiazzato questa seconda parte di Brothers,lunga più del doppio della prima.Qui la violenza brutale è sostituita dallo squallore di un mondo teso verso un benessere puramente economico.I legami sociali,già labili tra gli abitanti di Liuzhen(ritratti dall'autore come infimi,volgari e opportunisti)nonchè messi a dura prova dalla Rivoluzione Culturale,si sfaldano ulteriormente:non c'è affetto tanto caro da non poter essere tradito,non ci sono più ideali,nemmeno quelli estremi e opinabili della Rivoluzione;e quindi non ci sono più eroi.Il senso di decadenza è espresso attraverso uno stile che,esasperando l'elemento aneddotico,narra una storia in cui molto appare senza importanza,scontato e ripetitivo;pur facendolo con grande scorrevolezza e ironia.L'effetto credo sia in qualche modo voluto:le due parti dell'opera sono complementari e andrebbero lette l'una di seguito all'altra per apprezzare il contrasto;tuttavia,anche così non ho saputo ritrovare qui il fascino del primo volume,né sono riuscita a riprovare quelle forti emozioni... mentre le pagine volavano tra le mie dita,non facevo che pensare a quanto mi mancasse Song Fanping.

Scrivi una recensione