Categorie

W. Somerset Maugham

Traduttore: F. Salvatorelli
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2008
Pagine: 277 p. , Brossura
  • EAN: 9788845923050

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    patrizia balit

    16/06/2013 21.58.04

    "C'è una certa eleganza nello sprecare il tempo. Qualunque stupido può sprecare il denaro, ma quando si spreca il tempo,si spreca qualcosa che non ha prezzo", afferma Ashenden nelle interminabili conversazioni con Mr Harrington, suo garrulo e inarrestabile compagno di viaggio in treno verso la Russia. L'ultimo racconto, appunto, e' il più vicino alla generalità del Maugham pensiero, intriso pienamente - fin dove consentito dalle circostanze - dell'ironia sua magistrale. Gli altri racconti scontano molto lo scenario di guerra di riferimento nonche' l'animus di Maugham più da cronista embedded che da mirabile osservatore/regista/io narrante delle altre opere. Bellissimo il racconto "sua eccellenza" con echi del capolavoro "schiavo d'amore". La scrittura, come sempre, rimane alta, elegante ed evocativa.

  • User Icon

    Trixter

    22/11/2010 09.29.30

    E' il primo romanzo di Maugham che leggo e, nel complesso, lo ritengo soddisfacente. Insomma, ben scritto, narartiva elegante, stile morbido, Maugham ha una penna avvolgente che abbraccia il lettore e lo lascia incunearsi tra le pagine, quasi che, alla fine della lettura, più che un libro si chiude un pezzo di vita realmente vissuta dal lettore. Il problema di Ashenden, tuttavia, è nella trama. Nessuno, ad onor del vero, si attendeva scene e frangenti alla James Bond, ma invero va riconosciuto che, a tratti, il libro appare un pò noioso se non addirittura inconcludente. Alcuni capitoli si chiudono lasciando l'amaro in bocca, molte pagine si susseguono, le descrizioni sono abili e minuzionse, i dialoghi frizzanti ed acuti ma, a dirla tutta, la vicenda è appannata e timida, quasi annoiata.

  • User Icon

    La Recherche

    24/02/2009 20.53.04

    [...] In questo libro Maugham dimostra la sua grande capacità di analisi psicologica delle persone che lo circonda, e descrive con notevole acutezza come la situazione del pericolo dovuta alla guerra riesca a corrodere gli animi e a trasformarli in modo radicale. L’autore non tralascia mai di osservare come le caratteristiche più propriamente intime, come il carattere o le inclinazioni personali, non manchino mai di farsi leggere quasi in filigrana sull’aspetto fisico dei personaggi. Mirabile è la descrizione di un traditore che malgrado un aspetto franco e bonario, ha nello sguardo una luce sinistra che lascia presagire qualcosa di non perfettamente sincero. Nonostante i racconti siano ambientati in tempi di guerra, e vi siano molte esecuzioni, il sangue non macchia mai le pagine del libro – tranne che nell’ultimo racconto – ma è sempre presagito, giunge come in un eco, lo si percepisce attraverso le espressioni dei personaggi. Sebbene in questo libro Maugham non sfoggi la sua grande abilità a costruire trame deliziose e sorprendenti, infonde comunque tutto il suo grande talento di narratore, cesellando in modo esemplare e minuzioso i suoi personaggi e i luoghi in cui si muovono, dando la sensazione al lettore di aver vissuto in prima persona le avventure di Ashenden, anziché averle lette.

  • User Icon

    Giorgio Chiarot

    21/01/2009 21.39.16

    Una serie di piccole storie tutte però concatenate tra loro con vari personaggi, tutti magistralmente delineati, e un unico protagonista: Ashenden, nel ruolo di un agente del controspionaggio britannico. Non aspettatevi azioni spettacolari alla James Bond ma piuttosto una fitta ragnatela di relazioni diplomatiche, di lavoro organizzativo, di manovre burocratiche ecc... Il magnifico equilibrio di Ashenden sempre controllato e padrone di se stesso, ancorchè umano, è descritto da Maugham con rara perizia, anche perchè il racconto è quasi autobiografico. Rispetto alle altre opere di W.S.M. qui il tono è duro, meno salottiero ed elegante; siamo in guerra in fin dei conti. Buon libro, forse leggermente inferiore ad altre sue opere, ma che conferma comunque la classe di un Autore che rimane tra i miei preferiti.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione