Attila flagello di Dio

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1982
Supporto: DVD
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 6,39

€ 7,99
(-20%)

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 7,99 €)

Raggruppata una scalcinata banda di barbari conquistatori milanesi, un barbaro prepotente e confusionario marcia alla volta di Roma per vendicarsi contro i romani che gli hanno incendiato il paese.
4,33
di 5
Totale 48
5
39
4
1
3
0
2
1
1
7
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Euge

    26/02/2012 18:56:33

    Voto basso, perchè, eccetto le battute più famose, per essere un film comico, fa poco ridere, e dopo un'oretta risulta proprio stancante. Non è questione di contesto storico, perchè dopo un secolo si ride molto di più con Stanlio e Ollio, nè di genere. Era meglio fare solo qualche sketch, non un intero film. Francesco Salvi è la caricatura di se stesso, con battute inutili. Una carezza al povero Crocitti scomparso recentemente e prematuramente, che invece nel suo piccolo recita bene. Dispiace anche per Infanti, anche se la sua parte non dice granchè, troppo seria in confronto al resto.

  • User Icon

    Pinu Pè

    28/09/2011 13:00:33

    Bruttissimo.... a parte due o tre battute "giustamente" memorabili il film in se è da tralasciare assolutamente: non solo non diverte ma annoia con la sua comicità trash fine a se stessa. A confronto "Grandi magazzini" e "Fracchia la belva umana" sono dei capolavori. Giustamente quando uscì nel 1982 fu un fiasco.......

  • User Icon

    Ugo

    05/09/2007 17:22:51

    A me questo film non fa ridere. E' ridicolo, grottesco, caricaturale, ma a me non fa ridere. Di preciso non capisco perché, in Italia, sia così tanto famoso e abbia un ben nutrito seguito di fans. Abatantuono, secondo me, è un buonissimo attore da apprezzare in altri film: Il barbiere di Rio ad esempio o anche in Mediterraneo. E' molto spontaneo quando recita, sembra che sia sempre fra amici. Ha un suo stile, ma in questo film non viene fuori.

  • User Icon

    Akadevil89

    27/07/2007 16:11:20

    sbabbari!!! ho già visto questo film due volte e sarei pronta a rivederlo per altre... 70 volte mille!!! troppo simpatico il braccio destro di "Attela", mi disp che alla fine viene buttato giù! ç___ç non c'è momento in cui possa riprendere fiato per ridere. divertentissima la rullata funebre! ^___^ "attila gli uomini non ce la fanno più, cosa facciamo ci ritiriamo?" "mai! Attila non si ritira mai!!" SBANG "RITIRIAMOCI!!" AHAHAHAHAHAH! da morir dal ridere!!!

  • User Icon

    Onan il Babbaro

    13/04/2007 15:57:40

    All'epoca fu un fiasco al botteghino mentre oggi é diventato un "cult" per gli amanti di Abatantuono versione "terrunciello di Segrate". Secondo me non é nient'altro che una parodia sgangherata dei film epico-fantastici americani usciti nello stesso periodo, che si regge solo sui "diacoli" (pardon dialoghi) di "Attela" ma se Diego continuava su questa strada finiva presto dimenticato insieme a Mauro Di Francesco e Francesco Salvi (che fine hanno fatto?).

  • User Icon

    Fabietto88

    23/05/2006 15:57:24

    Bisogna considerare che è una parodia e non è un film culturale, quindi bisogna vederlo con l'ottica del film "da ridere" e non come se stessimo vedendo "balla coi lupi". Cmq devo dire che mi è piaciuto e ce l'ho nella mia collezione di film di Abatantuono. W diego

  • User Icon

    maradono

    22/11/2005 03:21:07

    ammazza ke boiata!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • User Icon

    Drugo

    01/09/2005 16:52:28

    Perchè seguite a me ? Perchè tu sei lo re ! Perchè seguiamo te ? Perchè io so lo re ! Semplicemente mitico e immortale monolito del trash italiano.

  • User Icon

    colonfrancis

    03/05/2005 16:31:02

    Questo film è un'icona del cinema italiano, un vero cult. Non comprendo la "puzza sotto il naso" di chi lo giudica male. STATOSFERICO!

  • User Icon

    Francesco

    11/04/2005 17:12:38

    Un capolavoro assoluto del trash.

  • User Icon

    Nicola

    10/04/2005 11:44:39

    Di film trash ne ho visti a bizzeffe, e molti mi hanno fatto ridere...ma non è il caso di questo, credetemi!

  • User Icon

    gianka

    28/03/2005 14:11:03

    ragazzi, è un film al limite della comicità. un cult movie assoluto,che a nessun fan di diego abatantuono non dovrebbe mancare. divertentissimo. guardatelo, ve lo consiglio. ciao, SBABBARI!

  • User Icon

    luigi

    28/03/2005 03:05:49

    Se non vedi questo film sei un pazzo e non sai che ti perdi!!! E' TROOOOOOOOOOOOOOOOOPPO FORTE!

  • User Icon

    Elena

    23/02/2005 19:15:32

    Un'icona del cinema italiano, semplicemente ecceziunale, diego è stato,è e sarà sempre lu re!

  • User Icon

    luca

    28/01/2005 14:51:57

    A COME ATROCITA' DOPPIA T COME TERREMOTO E TRACCEDIA I COME IRA DI IDDIO L COME LACO DI SANCUE E A COME ADESSO VENCO E TI SPEZZO LE CORNA...........M I T I C O

  • User Icon

    Fox

    02/10/2004 09:23:05

    Non ho parole... ECCEZIUNALE VERAMENTE!!!!! GRANDISSIMO DIEGO!!!!

  • User Icon

    Enzo

    20/09/2004 12:18:34

    semplicemente bellissimo è proprio lui LU RE

  • User Icon

    charlye

    17/09/2004 00:21:14

    sfido a chiunque a non ridere guardando il capovaloro di Diego.IMO!

  • User Icon

    mik

    10/09/2004 23:43:51

    Maaroooonn che film TREMENTO!!! Fantastico...un antidepressivo efficacissimo!

  • User Icon

    Federico

    07/09/2004 18:50:18

    Un film Ecceziunale veramente. Ha fatto la storia del cinema demenziale italiano e, oggigiorno, tra noi giovani, si sprecano le stupende battute di questo grandissimo capolavoro cinematografico! Lascerà il segno non solo nella cinematografia ma anche nella lingua italiana.

Vedi tutte le 48 recensioni cliente
  • Produzione: Federal Video, 2003
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Diego Abatantuono Cover

    "Attore italiano. Dopo aver esordito come cabarettista al Derby Club di Milano e con i Gatti di Vicolo Miracoli, viene notato da R. Arbore che lo inserisce nel cast del Pap’occhio (1980). Arrivato al successo nei primi anni ’80 nel ruolo del «terrunciello» in film come Viuuulentemente mia e Eccezzziunale... veramente (entrambi di C. Vanzina, 1982), imprime una svolta alla sua carriera con Regalo di Natale (1986) di P. Avati, in cui mostra pregevoli doti di attore drammatico. Il suo nome si lega poi al successo internazionale di G. Salvatores, per il quale dà vita a estrosi personaggi in Marrakech Express (1989), Turné (1990), Mediterraneo (1991), Puerto Escondido (1992), Nirvana (1997). La sua carriera discontinua alterna convincenti risultati in film d’autore (Il toro, 1994, di C. Mazzacurati;... Approfondisci
  • Rita Rusic Cover

    Attrice e produttrice italiana. La sua carriera d’attrice è concentrata negli anni ’80, quando, più per doti fisiche che artistiche, partecipa a Attila flagello di Dio (1980) di Castellano e Pipolo, Il pentito (1985) di P. Squitieri e Joan Lui (1985) di A. Celentano. Sposatasi con il produttore V. Cecchi Gori, si dedica alla produzione. Contribuisce alla realizzazione di molte commedie di successo del cinema italiano anni ’90, lavorando con L. Pieraccioni, G. Veronesi, C. Verdone, P. Virzì, A. Albanese, G. Base, V. Salemme. Dopo il divorzio crea una propria casa di produzione, la Rita Rusic Co. I primi film – Ogni lasciato è perso (2000) di P. Chiambretti e Stregati dalla luna (2000) di P. Ammendola e N. Pistoia – sono dei flop. Angela (2002) di R. Torre, è invece acclamato dalla critica a... Approfondisci
Note legali