Traduttore: U. Dèttore, B. Ugo
Curatore: E. Bonfatti
Editore: Mondadori
Collana: Oscar classici
Anno edizione: 1992
Formato: Tascabile
Pagine: 576 p.
  • EAN: 9788804360377
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 8,92

€ 10,50

Risparmi € 1,58 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    JIM88

    22/02/2005 18:09:40

    La vita del giovane Simplicius a contatto con la feroce realtà della guerra dei trentanni: il saccheggio del villaggio natio, la fuga nel bosco, la vita con l'eremita, l'ascesa da buffone vestito da ciuco agli ordini degli imperiali, alla carriera di moschettiere e temuto combattente noto con l'epiteto di cacciatore di Soest. Senza dimenticare gli incontri con gli esseri e le creature sovrannaturali che popolavano l'immaginario collettivo (streghe, silfi, folletti...) e la scoperta di mondi nascosti alla vista dei mortali, perfetti e esenti da guerre e distruzioni. Il tutto condito con una ironia grottesca che, soprattutto alle prime battute, non può che far sorridere, ma ancor piu spesso ridere a crepapelle. Le ingenuità di Simplicius a contatto col mondo, "civile" e complicato oltre misura (lui che aveva vissuto per tanto tempo nella selva con l'eremita), se da un lato sono fonte di facile ilarità, dall'altro devono però invitarci a riflettere, ora sulla crudeltà di cui sono capaci gli esseri umani, ora sulle inutili convenzioni e clichè che pervadono la società antica come quella odierna. Nel complesso una storia meravigliosa, che spesso e volentieri induce a chiedersi quanto ci sia di vero negli innumerevoli avvenimenti che capitano al protagonista, la cui storia, il cui stile, rimandano proprio per questa peculiarità ad un bel film uscito nel 2004 (Big Fish_ storia di una vita incredibile). Per concludere faccio notare, semmai ce ne fosse bisogno, che questo libro fu scritto intorno al 1640 e pubblicato nel 1671, questo per mettere in luce la sferzante attualità di quello che in molti hanno definito una pietra miliare del barocco tedesco, ma piu semplicemente una bella storia, piena di vita, tristezza, speranza.

Scrivi una recensione