Ayla figlia della terra

Jean M. Auel

Traduttore: S. Stefani
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Edizione: 3
Anno edizione: 1988
In commercio dal: 29 novembre 2002
Pagine: 452 p., Rilegato
  • EAN: 9788830420410
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Inizia con questo romanzo la storia di Ayla, eroina della preistoria. Nata da una nuova stirpe che si sta diffondendo in Occidente, mentre il settentrione dell'Europa è coperto di ghiaccio, Ayla, ancora bambina, è scampata a un terremoto ed è stata raccolta dal Clan dell'Orso delle Caverne. Tutto, in lei, indica che appartiene a quelli che i Testapiatta del Clan chiamano "Altri": i capelli biondi, gli occhi azzurri, l'alta statura, la capacità di ridere, piangere, parlare. Eppure, nonostante le diversità, la ragazzina trova affetto e protezione nei genitori adottivi e stringe, a poco a poco, un profondo legame coi membri del Clan, anche se alcuni, insospettiti da quei comportamenti strani, vorebbero allontanarla.

€ 14,36

€ 16,90

Risparmi € 2,54 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    12/09/2018 10:01:50

    Quando lo vidi la prima volta rimasi colpito dalla copertina semplice ma suggestiva (dell’edizione flessibile) e dall’ambientazione preistorica, in effetti è stato il mio primo romanzo storico ambientato nella preistoria. Così scopri una saga unica ed eccezionale, di cui questo primo capitolo è senza alcun dubbio il migliore. “Ayla, figlia della terra” è un capolavoro. Eccezionale e istruttivo. Ha una trama avvincente, che si mantiene interessante dall’inizio alla fine. I personaggi e la realtà dell’epoca ci appaiono così concreti, reali e vividi, nei momenti migliori e in quelli peggiori. L’autrice ci parla della vita del Clan, i neanderthal, le loro caratteristiche fisiche, mentali, sociali, inseriti in un mondo selvaggio e magnifico, dove l’uomo è solo un elemento del tutto. Come gli altri libri dell’autrice, quindi, anche questo è ricco di descrizioni. Però, oserei dire, al punto giusto, e non pesanti, infinite e pedanti come negli ultimi tristi capitoli della saga. Un elemento fondamentale di quest’opera è lo sciamanesimo, la magia di questi antichi uomini che Auel ha saputo trattare molto bene. Il loro potere, infatti, non è bollato come superstizione dall’arroganza dell’uomo moderno ma allo stesso tempo non si cade mai troppo nel sovrannaturale. C’è veramente qualcosa di PIÙ, qualcosa di mistico e spirituale, che però s’intreccia con le convinzioni mentali. I vari personaggi di questo primo volume sono tra i migliori dell’intera saga. I membri del Clan sono ben caratterizzati e interessanti, in particolare Iza, Creb e Brun. L’unica seccatura, trascurabile a dire la verità, sono i costanti messaggi femministi di fondo.

  • User Icon

    paola

    25/08/2016 11:13:25

    Ho letto tutti i libri di ayla appassionandomi fin dal primo. Davvero ben scritti e coinvolgenti, li consiglio davvero.

  • User Icon

    Gaba

    05/11/2008 14:21:20

    Il primo libro della saga è davvero ben scritto, direi il migliore insieme al secondo... E' da leggere chiaramente se intendete considerare anche tutti gli altri 4 libri. La descrizione dei personaggi e dei loro stadi emotivi, l'accuratezza nelle nozioni storiche ed ambientali, l'atmosfera dettagliata in ogni aspetto: tutto ciò permette di vivere un'avventura emozionante insieme alla protagonista, una lettura inusuale... che può anche insegnare qualcosa.

  • User Icon

    Manuela

    17/02/2008 20:44:44

    Un romanzo che sorprende e spiazza, in senso negativo e positivo allo stesso modo. Il ritmo lento e a volte eccessivamente onirico non aiuta nel coinvolgimento, e soprattutto nella prima parte mi sono trovata più volte con un leggero senso di noia. Superata però la parte più lenta e faticosa, la storia di questa "straniera", che viene vista agli occhi del Clan come troppo indipendente e intelligente, oltre che brutta (e sembra un paradosso, perchè ai giorni nostri quelli considerati brutti sarebbero proprio loro!) appassiona ed emoziona. L'autrice, inoltre, ha il merito di affrontare in un romanzo un'era quasi sconosciuta dal punto di vista letterario;con grande maestria ci mostra in maniera molto reale e vivida il mondo, le tradizioni ed il punto di vista di una razza a noi lontana millenni, ma che ci sembra quasi familiare.

  • User Icon

    alessandro

    26/11/2006 14:55:49

    ho letto recensioni molto positive su questo libro. non mi trovo necessariamente d'accordo. nessuno, pur notandolo, ha enfatizzato l'alto valore erotico fornito dalla scrittrice. direi che questa caratteristica rappresenta l'unico valore aggiunto del libro. ora, non vorrei esagerare, ma le descrizioni di auel nelle relazioni interpersonali dei protagonisti hanno ispirato le mie prime esperienze. il resto, è robaccia.

  • User Icon

    NoX

    03/05/2005 03:10:36

    Io ho letto tutta la saga già diverse volte e la trovo veramente bellissima. I personaggi sono davvero ben fatti e le descrizioni estremamente accurate. Il libro è interessante anche sotto un punto di vista storico perchè insegna molto su come si viveva nell'età della pietra e da un idea piuttosto chiara di quella che doveva essere la vita per una comunità dell'epoca. Una saga da non perdere...

  • User Icon

    giovanni

    05/12/2003 19:34:16

    ho letto questo libro e non posso dire che non mi sia piaciuto tanto è che ho acquistato anche il suo seguito e l'ho già fiito, non posso dare il massimo dei voti perchè ho notato che l'autrice fa "pensare" i suoi personaggi come se fossero moderni, li fa addirittura "sognare", ciò che mi lascia poco convinto è proprio questo, non credo che a quell'epoca gli uomini che vivevano la terra avessero in loro il concetto di sogno e cose simili. Comunque sia è un bel libro che racconta di un periodo sempre molto avviccente e affascinante. cosa ne pensate?

  • User Icon

    Ricky

    26/07/2003 14:32:39

    fantastico, io ho letto tutti i libri della saga...e attendo con ansia l'uscita del sesto!

  • User Icon

    Massimo

    07/05/2003 13:35:24

    ho cominciato a leggere la saga dei 'figli della terra" a partire da Focolari di Pietra. Anche questo primo libro e' entusiasmante, molto descrittivo (forse troppo), ma estremamente avvincente.

  • User Icon

    Andrea

    02/03/2003 12:31:17

    il primo volume della saga dei figli della terra è un libro stupendo anche se la prima volta che l'ho preso in mano l'ho quasi gettato nella spazzatura per l'inizio troppo descrittivo

  • User Icon

    savina

    20/12/2002 23:45:26

    é bellissimo,interessante,scorrevole e si legge tutto d'un fiato

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione