Ballads and Lyrics of Old France, with Other Poems

Ballads and Lyrics of Old France, with Other Poems

Andrew Lang

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Formato: PDF
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 327,02 KB
  • EAN: 9788832532579
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 3,99

Punti Premium: 4

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Andrew Lang (1844-1912) was a prolific Scots man of letters, a poet, novelist, literary critic and contributor to anthropology. He now is best known as the collector of folk and fairy tales. He was educated at the Edinburgh Academy, St Andrews University and at Balliol College, Oxford. As a journalist, poet, critic and historian, he soon made a reputation as one of the ablest and most versatile writers of the day. Lang was one of the founders of the study of "Psychical Research," and his other writings on anthropology include The Book of Dreams and Ghosts (1897), Magic and Religion (1901) and The Secret of the Totem (1905). He was a Homeric scholar of conservative views. Other works include Homer and the Epic (1893); a prose translation of The Homeric Hymns (1899), with literary and mythological essays in which he draws parallels between Greek myths and other mythologies; and Homer and his Age (1906). He also wrote Ballades in Blue China (1880) and Rhymes la Mode (1884). 
 
  • Andrew Lang Cover

    (Selkirk 1844 - Banchory 1912) scrittore scozzese. Autore di notevoli lavori nel campo del mito, del folclore e della fiabistica, è noto anche per i suoi studi su Omero. La sua traduzione in prosa dell’Odissea (1879) e dell’Iliade (1883) è ancora diffusa nel mondo anglosassone. Raccolse un prezioso e celebre repertorio di fiabe nei dodici volumi che vanno dal Libro azzurro delle fate (The blue fairy book, 1889) al Libro lilla delle fate (The lilac fairy book, 1910). Scrisse egli stesso alcune fiabe come Il principe Prigio (Prince Prigio, 1889) e Il principe Riccardo di Pantuflia (Prince Ricardo of Pantouflia, 1893), tra le migliori dell’epoca vittoriana. Delle altre opere di L. si ricordano: Mito, rito e religione (Myth, ritual and religion, 1887), la Storia della Scozia (History of Scotland,... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali