Categorie

Antonio Skármeta

Traduttore: P. Collo
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2005
Pagine: 292 p. , Rilegato
  • EAN: 9788806170929

Notissimo autore del romanzo Il postino di Neruda, da cui è stato tratto l'omonimo film con Massimo Troisi e Philippe Noiret, Antonio Skármeta si è confermato uno dei maggiori scrittori cileni contemporanei, vincendo con questo suo ultimo libro il Premio Planeta 2003.
"Romanzo d'amore e d'amicizia", come lo ha definito lo stesso autore, Il ballo della Vittoria racconta le vicende di tre personaggi i cui destini si incrociano sullo sfondo di una Santiago del Cile non ancora liberatasi dagli spettri della dittatura. Il primo è ángel Santiago, ventenne, bellissimo e appena uscito di prigione con il progetto di un colpo grosso, in grado di renderlo ricco e di cambiargli la vita. L'altro è Vergara Grey, melanconico galeotto, un'autorità nel campo dello scasso, dopo anni di reclusione finalmente a piede libero grazie a un'amnistia. Complice la raccomandazione di un ex compagno di cella, soprannominato il Nano, i due si incontrano e il giovane Santiago, dopo aver esposto all'uomo il suo piano, gli chiede di diventare suo socio. Inaspettatamente entra nella partita anche un terzo personaggio, un'esile ed affascinante ballerina classica dal passato doloroso e dal misterioso presente, di nome Vittoria o meglio, come lei stessa ama farsi chiamare, la Vittoria. ángel la incontra il primo giorno di libertà in un cinema di Santiago e sin dal primo momento capisce che i loro destini sono indissolubilmente legati. Tallonati da un losco sicario incaricato di assassinare ángel e tormentati dai segreti del passato, nonostante numerosi pericoli, i tre si apprestano a realizzare il loro incredibile colpo. La posta in gioco è altissima: si tratta infatti di un furto ai danni dei servizi segreti di Pinochet...
Storia ricca di avventura ma anche di grande sentimento, Il ballo della Vittoria è un romanzo elegante e di piacevole lettura, dalle atmosfere intense e romantiche come i personaggi che lo animano. Una lettura piacevole che non dimentica sullo sfondo delle riuscite invenzioni narrative il ricordo dei dolorosi avvenimenti che hanno segnato lo storia travagliata del Cile.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    silvana

    30/05/2011 18.02.26

    Non è "poesia in prosa" come Il Postino, ma è pur sempre un romanzo di piacevole e scorrevole lettura, con una storia tutta narrata sul filo dell'irrealtà, che cerca di riscattare il cupo lascito della dittatura con una vena di leggerezza.

  • User Icon

    ant

    29/12/2005 09.04.17

    Mi ha colpito l'intensità dell'episodio dell'interrogazione della protagonista, dove la zelante(per non dire ottusa) insegnante di metrica accantona qualsiasi tipo di sentimentalismi, per cercare d'intuire quel minimo di inquadratura mentale che la accomuni a lei. Purtroppo questa è la nostra società, i cretini che sono arrivati a ricoprire posizioni di prestigio senza merito, pretendono dai subordinati non solo atteggiamenti di servilismo, ma anche una comprensione di pensiero che francamente è impossibile. Per quanto riguarda il romanzo, a parte l'episodio sopra descritto, non mi convince molto; spesso la trama sfocia nella fiction più commerciale

  • User Icon

    benebene

    02/08/2005 12.30.21

    ho iniziato a leggerlo perchè consigliatomi. superate le 100 pagine lo volevo abbandonare lento noioso con poca sostanza . poi ho continuato perchè credevo nel consiglio che mi era stato dato. le ultime 150 pagine sono straordinarie bellissime, c'è poesia, trama, gioia, tristezza e sono scorrevolissime non volevo più che finisse quindi non scoraggiatevi vale la pena il libro proprio per quelle 150 pagine

  • User Icon

    Loris

    23/07/2005 14.01.19

    Non si può dare più di 5? Meraviglioso, emozionante, pagine di poesia resa in prosa, una storia appassionante che non annoia ma ti avvolge come se la vivessi tu. Eccezionale libro, immenso Skarmeta!

  • User Icon

    serena

    01/07/2005 22.47.25

    Calda umanitá.Bello!

  • User Icon

    Enrica

    16/04/2005 12.09.05

    Se non avessi l'abitudine di considerare "ottimo" come un voto esclusivo per i grandi classici della letteratura, questo romanzo avrebbe senza dubbio ottenuto il massimo. Mi ha lasciato con i brividi, le lacrime, e piena di stupore. Bello, davvero.

  • User Icon

    Rosa Rocatagliatta

    28/03/2005 17.11.15

    Un romanzo d'amore,di amicizia e di avventura.Bello!

  • User Icon

    Elena Ricci

    14/03/2005 16.04.06

    Meraviglioso.Originale.Emozionante.

  • User Icon

    Elisabetta

    20/02/2005 20.22.53

    L'aspettavo da due anni e...l'ho terminato a forza!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione