Categorie
Traduttore: P. F. Paolini
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2007
Pagine: 239 p., Brossura
  • EAN: 9788807017278
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Nino

    23/09/2010 17.18.39

    Il protagonista è un bizzarro uomo, la cui vita è grottescamente originale. In un giorno durante i suoi giorni della vecchiaia gli si presenta una donna che cinicamente interrompe la sua snervante e falsa tranquillità. Fra un'autobiografia pronta al libro e le impertinenze dell'ospite, il passato di Rabo diventa tormentato e pieno di rimorsi e nuove chiarezze sul modo di vedere l'arte. Tramite le donne e le vicende storiche che hanno passato la sua vita si ritrova solo e tempestato dall'idea della morte. E' l'ennesima riflessione sull'uomo, le sue ambizioni, le sue presunzioni e prepotenze. Vonnegut scrive con sarcasmo ed ironia un qualcosa di drammaticamente realista e deprimente. Il capolavoro celato dietro un velo di efferata bramosia.

  • User Icon

    Marcello

    16/12/2009 10.56.19

    Tutti conosciamo la favola di Barbablù. La favola più sconvolgente e nera che sia stata mai inventata; dove la morale, in poche parole, è "fatti gli affari tuoi, e camperai a lungo". Il romanzo di Kurt Vonnegut, nonostante il titolo medesimo, c'entra poco o nulla con tutto questo. E' un romanzo parzialmente drammatico e cade spesso nel più genere di grottesco che si possa immaginare. Alla metà del libro, non si capisce veramente bene dove lo scrittore voglia arrivare: è una storia d'amore? o cosa? Mentre racconta la sua vita ne medita su questa: fa tanti riflessioni sulla pittura,sul mercato e del mondo dell'arte, sugli armeni (cui è d'origine il protagonista, Rabo), sull'arte, sull'amore, ma soprattutto sulle donne. Rabo è sensibile al gentil sesso e se ne fa alla fine delle colpe, perché in tutta la sua vita è risultato sempre fallimentare con esse. A differenza del Barbablù fiabesco, Rabo svela il suo segreto alla sua nuova amica, Cerce. Ciò che ha avuto sempre in serbo, la passione; facendo intendere a noi lettori che il posto dove meglio si può trovare le attitudini di noi stessi è nella parte più indelebile e nascosta del nostro mondo interiore.

Scrivi una recensione