Barry Seal. Una storia americana. Con Steelbook (Blu-ray)

American Made

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: American Made
Regia: Doug Liman
Paese: Stati Uniti
Supporto: Blu-ray
Salvato in 10 liste dei desideri

€ 9,99

Venduto e spedito da Movietrade

Solo 3 prodotti disponibili

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 9,99 €)

Licenziato dalla compagnia di volo per cui lavora, il talentuoso Barry Seal viene scoperto e reclutato dalla CIA per una delle operazioni sotto copertura più rischiose della storia degli USA. L'ex pilota di linea si reinventa trafficante d'armi per il governo, trafficante di cocaina per il cartello di Medellìn, guidato dal criminale colombiano Pablo Escobar, e informatore per la DEA. Il film segue le vicende realmente accadute, le incredibili peripezie di un uomo astuto e assetato di ricchezza, mentre sfugge, rifugge e inganna la legge americana.
4,67
di 5
Totale 3
5
2
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    luca70

    20/09/2018 09:31:56

    La Steelbook si presenta di buona fattura, robusta e bellina. Il film non ha bisogno di tante presentazioni: divertente, un ottimo stile anni 70, molta action, audio e video fantastici.Insomma Tom Cruise resta sul suo genere.

  • User Icon

    Alessandro

    19/09/2018 12:23:31

    Film acquistato con la promo 3x15, arrivato secondo i tempi ed in perfette condizioni. Film consigliato tratto da una, incredibile, storia vera. Edizione steelbook valida

  • User Icon

    MARCO

    18/09/2018 11:02:19

    Bellissima steelbook per un film piacevole e scorrevole

Cruise mattatore nella rivisitazione semiseria di una pagina nera della democrazia americana

Trama
1979. Jimmy Carter sciocca la nazione con il suo discorso sulla "crisi di fiducia", mentre il popolo si prepara a votare Reagan. Barry Seal, pilota di aerei di linea che arrotonda con il contrabbando, viene contattato dalla CIA per spiare le attività dei guerriglieri sandinisti in Nicaragua. Sarà l'inizio di una serie di opportunità, sempre meno lecite e sempre più rischiose.

Tom Cruise incontra Pablo Escobar in Barry Seal

I meravigliosi anni ottanta. La musica, le giacche con le spalline, l’edonismo reaganiano, gli yuppies e la loro dieta dei campioni: cocaina. Ne scriveva, con cognizione di causa, Bret Easton Ellis. Ma psicotici americani a parte, la valanga di neve che si riversò sugli Stati Uniti in quel decennio fu tale da costringere il presidente Reagan e la sua First Lady ad annunciare alla nazione che il problema non era più tollerabile: la Casa Bianca avrebbe fatto qualcosa.
Cosa e come ve lo racconta Barry Seal, ex pilota di linea che la CIA reclutò per consegnare armi ai Contras, i guerriglieri nicaraguensi che combattevano il regime comunista sandinista. Seal, uomo d’affari, per arrotondare aveva trovato un accordo con un agricoltore colombiano, Pablo Escobar, per trasportare il suo prodotto, già opportunamente raffinato, in territorio yankee. Il gioco di Barry, però, non finì bene.
Il film è una versione romanzata della realtà, ma come spesso avviene nel cinema a stelle e strisce, la spettacolarizzazione, grazie anche a un ottimo Tom Cruise, aiuta. Soprattutto a ripercorrere un importante pezzo di Storia tornato ultimamente di moda, dalla serie Netflix Narcos, ai due film su Pablo Escobar nel giro di un anno. Doug Liman (The Bourne Identity, Edge of Tomorrow), da solido regista qual è, preferisce raccontare in chiave di commedia, intuendo che è impossibile non scorgere una grottesca assurdità nella drammaticità della vicenda. Il sogno americano andava alimentato: anche con due strisce di spintarella.

Recensione di Alessandro De Simone

  • Produzione: Universal
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 115 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese per non udenti; Francese; Spagnolo; Tedesco; Portoghese; Danese; Olandese; Svedese; Norvegese; Finlandese
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • AreaB
  • Tom Cruise Cover

    Propr. Thomas C. Mapother IV, attore statunitense. Vive un'adolescenza complessa e difficile dovuta alla complicata situazione familiare, ai continui spostamenti dei genitori, al loro divorzio, e infine alla morte precoce del padre che lo spinge a rinchiudersi per un certo tempo in un monastero francescano. Intorno ai diciotto anni decide di dedicarsi al cinema, ottenendo subito una piccola parte in Amore senza fine (1981) di F. Zeffirelli. Il film è stucchevole, ma il suo sex-appeal non passa inosservato, tanto che subito dopo gli vengono affidati ruoli più importanti in Taps - Squilli di rivolta (1981) di H. Becker e in I ragazzi della 56ª strada (1983) di F.F. Coppola e, infine, quello di protagonista in Legend (1985) di R. Scott. È però con il ridondante Top Gun (1986) di T. Scott che... Approfondisci
Note legali