La battaglia di Campocarne. YA

Roberto Recchioni

Editore: Mondadori
Collana: Oscar fantastica
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 8 novembre 2016
Pagine: 215 p., Brossura
  • EAN: 9788804667780

Età di lettura: Young Adult

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

«Un inno all'avventura nella sua forma più pura.» - Wired

«Ricordati questo, ragazzo. Le storie non sono mai stupide. Le storie sono tutto quello che abbiamo. Senza di loro...noi siamo niente.»

"Che sia fatta l'avventura / Senza ieri né domani / Con la vita tra le mani / Sempre pronti a battagliar." E non importa se l'eroe di questa avventura, visto da vicino, non è altro che un ragazzetto di nome Stecco, alto come una pertica e magro come l'osso di un cane, che al suo fianco ha una montanara dai modi troppo duri e dalla testa troppo grande che tutti chiamano Marta la Brutta e che in questa avventura manco ci voleva entrare. E non importa se i loro gesti eroici e le loro battaglie più gloriose forse andrebbero chiamati guai. E che ne escono vivi più per caso o per fortuna che per la loro forza e abilità nel combattere. Quello che importa è che Stecco ha un sogno: far parte della Compagnia dei Giovani Avventurieri. A guidarla c'è il Granduomo, un leggendario condottiero sempre accompagnato dal tenebroso Incappucciato, il suo angelo della morte, e dalla centenaria Nonna Mannaia, il suo angelo custode. Stecco fantastica di sfidare con loro il destino, compiere eroiche gesta e conquistare fortuna e gloria. Desidera entrare nel mito, far parte delle Storie, quelle raccontate all'infinito attorno ai fuochi, nelle notti buie e nei giorni di festa. Perché Stecco sa bene che "le storie sono tutto quello che abbiamo e senza di loro noi siamo niente". Quello che ancora Stecco non sa è che seppur raramente i sogni si avverano. E che spesso si rivelano incubi...

€ 8,62

€ 11,50

Risparmi € 2,88 (25%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ferre19

    21/01/2018 12:38:54

    L'ambientazione fantasy "all'italiana" mi è piaciuta molto, i protagonisti sono ben caratterizzati nonostante l'approfondimento psicologico sia pressoché nullo: sono le loro azioni a parlare. La storia (brevissima) arriva dritta come una freccia alla conclusione, senza perdersi in cincischiamenti, ma lasciandosi alle spalle diversi buchi di trama che non trovano la minima spiegazione. L'editing non è assolutamente all'altezza della casa editrice, gli errori sono parecchi. In sostanza un buon tentativo, con alcuni punti di forza e altri di debolezza, che avrei plaudito se fosse stato scritto da un esordiente, ma che provenendo dalle mani di un autore così afferamato non fa che lasciare un senso di incompletezza.

  • User Icon

    matteo

    19/12/2016 09:15:49

    L'ambientazione: il "caffè" è inesistente nella letteratura fantasy, che si rifà al medioevo; inoltre è poco credibile che la religione (inventata) del mondo di YA abbia le "messe" e soprattutto "l'oratorio": entrambi i termini fanno esplicito riferimento al cattolicesimo. A ciò si mescolano elementi fantastici e magici. Il risultato è un'ambientazione pasticciata. Gli errori di ortografia (per tre volte "gli" al posto di "le") non sono degni della fama dell'autore, nè del suo editor, nè della prestigiosa casa editrice che lo pubblica. Varie volte il narratore si rivolge direttamente al lettore, mentre per il resto del romanzo il narratore è onnisciente: il risultato è una voce narrante pasticciata (e i suoi appelli al lettore risultano "frasi fatte"). Le scene d'azione sono approssimate e tirate via: il risultato è poco epico. Poi il colpo di scena del finale, il concetto degli iettatori e il montaggio della prima parte non sono male, ma nel complesso è insufficiente.

  • User Icon

    Martina

    01/12/2016 16:34:02

    I personaggi hanno davvero un grande impatto ed ho adorato la scrittura, e l'idea di base è stata davvero brillante. Non cinque stelle solo perché un po' troppo breve, sarebbe stato meglio approfondire di più alcune scene.

  • User Icon

    paolo

    15/01/2016 12:39:03

    Letto (me lo avevano regalato) e subito buttato. Pessimo romanzo di un molto sopravvalutato autore di fumetti.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione