Categorie

Jussi Adler-Olsen

Traduttore: M. V. D'Avino
Editore: Marsilio
Collana: Farfalle
Anno edizione: 2012
Pagine: 495 p. , Brossura
  • EAN: 9788831712279

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luca p

    10/07/2016 15.14.48

    Una noia mortale. Al contrario del precedente "la donna in gabbia",qui manca completamente ogni tensione narrativa,ci si trascina molto stancamente di pagina in pagina aspettando una scintilla che non scoccherà mai. Delusione.

  • User Icon

    katia

    07/01/2016 18.04.37

    Bello, avvincente e scorrevole.

  • User Icon

    Massimo F.

    11/11/2015 16.17.55

    Una crime-story che riflette un clima sociale nordico inquieto ed inquietante. La peggio gioventù danese che diventa grande a suon di crimini e misfatti; un detective che indaga con la forza dei nervi distesi assieme ad un improbabile tirocinante mediorientale; una semi-eroina femminile un po' svitata che vuole assomigliare alla Lisbeth di Stieg Larsson, senza però riuscirci. Qualche passaggio a media tensione, un po' di noia qua e là: tutto sommato leggibile, ma non indimenticabile.

  • User Icon

    Clizia

    18/03/2015 12.16.15

    Ho appena finito di leggere questo libro. Ho avuto una bellissima sensazione fin dalle prime pagine.Letto in pochissimo tempo.La storia molto scorrevole nulla di complicato ma lo scrittore è riuscito a tessere una trama avvincente.Il finale e la morale del tempo mi sono piaciuti molto. Lettura consigliata

  • User Icon

    Raffa

    05/10/2014 13.11.12

    Cercavo un libro non impegnativo e avvincente, insomma un bel giallo che mi regalasse pura evasione. Missione fallita. Il libro è noiosissimo e scontato. L'autore ci propone una trama in cui i cattivi sono dei ricchissimi sadici di una malvagità assoluta e il buono è un insipido ispettore della polizia danese. Sappiamo fin dall'inizio chi sono i colpevoli e come finirà la storia. Si parte quindi già in salita, per un giallo certi elementi sono determinanti nello stimolare il lettore. Ciò nonostante l'autore ci porterà allo scontatissimo finale solo dopo averci sfinito con ben 500 pagine in cui fa di tutto per dilatare una trama esile e una vicenda improbabile e raffazzonata. Più volte tentato di interrompere la lettura ho masochisticamente terminato il racconto. Un'inutile testardaggine.

  • User Icon

    buddyholly

    14/03/2014 23.30.09

    ottimo romanzo, migliore, se possibile, del precedente "la donna in gabbia" una autore validissimo, diverso come stile, ma sullo stesso livello dei grandi Nesser ed Indridason

  • User Icon

    Lorso57

    26/08/2013 08.48.30

    Nonostante ampi squarci pulp mi ha convinto. Lo si legge avidamente, trascinati dal ritmo incalzante impresso dall'autore. Pensate che meraviglia e quante sorprese se in Italia ci fosse una sezione Q che riapre e risolve vecchi casi insabbiati dai potenti!

  • User Icon

    Isa

    25/04/2013 17.05.22

    Romanzo che prende moltissimo e solleva interrogativi a cui solo un terzo capitolo potra' dare risposte. Resto in attesa!

  • User Icon

    AndreaSereSara

    01/03/2013 13.32.06

    Confermo le recensioni precedenti. Assolutamente bello. Secondo libro di Adler-Olsen e secondo libro assolutamente da consigliare. Angoscia un po' il pensare che ci siano davvero nella realtà personaggi come quelli delineati nella storia, ma mi trasmette ancora di più la bravura dell'autore nel descriverli e caratterizzarli. E poi i componenti della Sezione Q sono troppo simpatici e si riesce sempre ad avere un tocco di ironia anche in contesti di dolore e angoscia. Aspetto con ansia un terzo capitolo.

  • User Icon

    Claudio

    02/10/2012 09.54.54

    Semplicemente vi invito a leggerlo (meglio se prima avrete letto "La donna in gabbia"). Trama convincente, personaggi azzeccati e ben delineati, piu' di 500 pagine senza cali di tensione. Adler-Olsen scrive poco ma vale la pena di aspettare.

  • User Icon

    camilla

    12/09/2012 12.40.42

    Non si riesce proprio a chiudere questo thriller dal ritmo serratissimo, anche il secondo libro non mi ha delusa, attendo con impazienza la prossima indagine della Sezione Q.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione