Editore: Bompiani
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,1 MB
  • Pagine della versione a stampa: 530 p.
    • EAN: 9788858701713
    Disponibile anche in altri formati:

    € 5,99

    Venduto e spedito da IBS

    9 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      angelo

      25/06/2017 14:40:27

      Ingredienti: un contadino piemontese a contatto con tutti gli eventi più significativi del XII secolo, una vita al seguito dell’imperatore Federico I, un campo d’azione dal cuore dell’impero ai confini estremi del mondo, un giallo finale che chiarisce pagine irrisolte della storia (la morte del Barbarossa). Consigliato: a chi sa mescolare realtà e fantasia per ottenere un gusto più saporito di entrambe, a chi vuole un piatto con tutti gli ingredienti tipici del medioevo (Graal, reliquie, dispute teologiche, crociate, animali fantastici e regni immaginari).

    • User Icon

      Luigi

      07/02/2017 11:23:44

      Il romanzo parte bene, scorrevole e didascalico(come nello stile di Eco), tra bugie talmente vere da convincere anche chi le ha inventate, amori platonici, esaltazione dell'amicizia.Poi sale di tono nella ricostruzione storica delle vicende del "Barbarossa", per poi attraversare una fase lenta e non emozionante nella sua parte centrale.Ma si riscatta parzialmente nel finale, quando diventa un vero e proprio libro-giallo.Comunque , pur trattandosi di Eco, il romanzo risulta complessivamente pedante.Purtroppo!

    • User Icon

      Manuel

      11/11/2015 11:43:10

      Un romanzo nettamente diviso a metà, le cui varie prefazioni ne mettono in risalto soprattutto la prima, giustamente perché è la più geniale e valida. La seconda, di tono inferiore, è a sua volta divisa in due, la prima avventurosa e la seconda rispolvera gli elementi noir e gialli già apprezzati nel "Nome della Rosa". Il merito di Eco sta soprattutto nel saperti appassionare a temi e argomenti a cui sarebbe quasi impossibile interessarcisi da soli. Consigliato. Manuel da Modena

    • User Icon

      alessandro

      25/11/2014 09:04:11

      Una favola, un racconto onirico; simpatico e ben scritto. Non è paragonabile a Il nome della Rosa, ma sicuramente si legge volentieri e trasmette belle sensazioni.

    • User Icon

      Lorenzo

      22/07/2014 01:46:57

      Ho preferito la prima parte, quella "occidentale" diciamo. L' ho trovata un po' più reale e più vicina ai miei gusti. E' un gran libro, scorre veloce e Eco non si impantana in virtuosismi narcisistici che capisce solo lui. Veramente bello.

    • User Icon

      Ardzrouni

      21/03/2014 01:51:25

      Baudolino è un libro straordinario, anche nel senso letterale che è fuori dall'ordinario. D'altro canto, difficile rimanere davvero delusi da Eco. Qui si presentano vari temi dei suoi libri precedenti; ho trovato in particolare il medioevo a metà fra storia e suggestione del Nome della rosa e i castelli di fantasie dell'Isola del giorno prima. C'è tanto, quasi tutto, in questo gioiello: vicende personali di Baudolino e compagni radicate nella storia e in parte nell'amata terra natale di Eco, fra Alessandria e il Monferrato, all'inizio, la cavalcata impetuosa di fantasia senza più alcun limite più avanti, un enigma intricato, un ritmo serrato nei momenti più concitati, un ritmo ampio nelle disquisizioni filosofiche, un linguaggio immediato nelle faccende di guerra e un linguaggio ricco quando questa realtà più non basta e bisogna mentire... A un certo punto il racconto parte per la tangente e supera ogni limite, si entra in un caleidoscopio di immagini da cui è impossibile tornare indietro, non si può più distinguere fra vero e reale e non rimane che farsi trascinare dalla corrente. È un libro raro che fa viaggiare lontano nello spazio, nel tempo e nella mente, e sbalorditivamente e infinitamente ricco di suggestioni. Non si può rimanere indifferenti. Inoltre, un aspetto della trama è degno dei migliori thriller. Certo, non ci si può accostare pretendendo una storiellina semplice, conseguenze logiche, caratteri predefiniti o un linguaggio banale, ma al contrario, bisogna tenere la mente aperta e avere la volontà di imparare e seguire i mille meandri di quella che non si distingue più se essere realtà o solo fertile immaginazione di Baudolino. Insomma, bisogna avere voglia di leggere e di esplorare per affrontare questo libro, e di sicuro non è un male. Non abbiate paura e buttatevici dentro!

    • User Icon

      Giovanni

      22/02/2014 17:23:41

      Io ho letto tutti i libri precedenti di Eco, e, devo dire, sono tutti molto belli; tosti, ma belli. Baudolino è noioso, inutile, senza trama. Le varie leggende cui fa riferimento sono accozzate insieme senza un senso logico. Uno dei peggiori libri che abbia mai letto.

    • User Icon

      Bafometto

      24/05/2013 14:32:01

      Capolavoro, una chicca d'avventura storica. Consiglio.

    • User Icon

      Alessandro

      20/07/2012 21:04:53

      Capolavorico! Mi ha dato scorci di meditazione profonda e vera cultura tante quante le volte che mi ha fatto sorridere. Ricco. Geniale Eco!

    • User Icon

      Mannaggia

      28/05/2012 13:25:53

      La comicissima storia che riscrive un pezzo della Storia medievale scorre, anche se a volte risulta un po' pesante come del resto in ogni opera di Eco. Sarebbe un 6,5 su 10 il mio voto.

    • User Icon

      Francesco

      13/04/2012 19:39:19

      Chi è Baudolino? Ce lo dice il Barbarossa: "mi mentirai, ma neppure a mer farai del male. Mentirai, e io farò finta di crederti perché tu menti sempre a fin di bene". Un mentitore, dunque, che vive nella seconda metà del XII secolo. Per accennare a una parte soltanto delle imprese di cui è protagonista nel romanzo di Eco, Baudolino (modificando i verbi in terza persona) "ha fatto apparire San Baudolino, ha creato una biblioteca a San Vittore, ha fatto girare i Magi per il mondo, ha salvato la sua città ingrassando una vacca magra, se ci sono dei dottori a Bologna è anche per merito suo, ha fatto apparire a Roma delle mirabilia che i romani neanche se le sognavano, partendo da una gabola di quell'Ugo di Gabala ha creato un regno che più bello non ce n'è". Insuperabile romanzo, in cui la trama sarà pure il punto meno avvincente del libro, ma troverete tali divertenti aneddoti, eventi storici, leggende e fantastiche invenzioni (a volte persino commoventi) da esserne conquistati. Doveste trovare qualche pagina un po' più ostica, non vi lasciate abbattere ma proseguite oltre nella lettura e godetevi quel che segue. E' una continua scoperta!

    • User Icon

      Mr. Sam

      23/08/2011 12:03:04

      Un Romanzo splendido che riconferma l'estro e l'inventiva del grande Maestro. Rapisce, affascina, seduce e trascina il lettore, inerme spettatore della propria "prigionia narrativa", fino alle ultime pagine in uno stato di perenne ed assoluta curiosità e stupore. Velocissimo, divertente, storicamente interessante ed impreziosito da quelle tinte fantasy necessarie alla costruzione di un mondo "nuovo" nell'oscuro medioevo, Baudolino si colloca sicuramente tra le opere più valide dell'illustre autore.

    • User Icon

      Pasquale

      28/03/2011 10:28:11

      Molto bello. Ho trovato la seconda parte del libro (dopo la partenza per il lungo viaggio nella terra del Prete Giovanni) più interessante e divertante. Toccanti i personaggi del Diacono e di Ipazia. Da leggere assolutamente

    • User Icon

      doolittle

      16/01/2011 18:04:59

      Un libro veramente insulso,non riesce ad appassionare,fin dalle prime pagine risulta pesante,pieno di retorica ma vuoto nel contenuto... Eco,come al suo solito,infarcisce il libro di frasi in latino per far pensare che si stia leggendo un libro "colto",ma non è così è solo un libro estremamente noioso!!!!Lo scrittore si diverte a sconvolgere la storia riducendo tutti a truffatori o stupidi,compreso Federico Barbarossa,che diviene in questo libro uno sciocco pronto sempre ad abboccare all'amo che Baudolino,un contadinotto, via via gli getta per fare i propri interessi....

    • User Icon

      Fabio G.

      22/11/2010 12:11:54

      Il libro più divertente che abbia mai letto. In alcuni punti addirittura esilarante. Lo stile e la scrittura del Prof. Eco sono inconfondibili e impeccabili. Conclusione: un libro bello, avvincente, divertente, scritto benissimo, che ti lascia qualcosa, infatti, considerato l'autore, dopo averlo letto mi sono sentito più "colto" e di questo mi sono un pò vantato con gli amici. Cosa chiedere di più ad un libro? Imperdibile.

    • User Icon

      ziomio

      03/11/2010 17:02:31

      Bel romanzo storico-allegorico di Eco in cui rievoca alla perfezone i miti e le leggende del medioevo. La storia scorre velocemente fino a metà libro, poi l'autore si perde in prolisse descrizioni e articolate discussioni filosofiche a scapito del ritmo. Molto buona, comunque, la parte finale. Sicuramente una buona lettura.

    • User Icon

      A10B

      23/06/2010 13:07:21

      Un libro sensazionale, scritto da un autore dotto e coinvolgente! Il mio consiglio è quello di documentarsi prima di affrontare le 500 pagine! Mi fa ricordare molto, come impostazione, "I Promessi Sposi".. e in quanto tale si tratta di un romanzo storico e non spiega la storia.. la da per scontata.. per questo è bene conoscerla prima di iniziare! Dal mio canto ho avuto la fortuna di leggere molti libri e ho fatto ricerche e approfondimenti che trattavano i personaggi della storia avvincente di Baudolino. Ma anche io do per scontato che chi legga i libri abbia la passione per il genere trattato da essi.. "a ciascuno il suo" disse un autore famoso.. e come dargli torto.. nulla di più giusto! Ognuno ha i suoi gusti.. ed è giusto così!! Buona lettura

    • User Icon

      Anna

      19/04/2010 13:16:33

      Più di cinquecento pagine di intelligente divertimento, dove la storia e la filosofia si intrecciano con magistrale ironia con le avventure di un cavaliere geniale come il suo autore. Mai una caduta di ritmo, autentico divertissement letterario come non se ne vedevano da anni sulla scena contemporanea.

    • User Icon

      ALIPIO

      10/02/2010 16:49:54

      Mi pare evidente che quello che Eco vuole ricostruire qui come nel nome della rosa, sia la mentalità di un epoca. Focalizzata, nel nome della rosa, nei riverberi che i fatti assumono in un monastero-isola, qui nella Cronaca di un cosmopolita. Alla base dei due romanzi, la "fonte". Quindi Lo scrittore Eco distinto dal narratore Baudolino.Eco non è così idiota da perdersi nell'ascolto fluente delle sue liste (è uscito di Eco presso bompiani "Vertigine della lista"...darci un occhio), la lista è strumento di conoscenza, nel medioevo cosa sono i bestiari lapidari erbari se non liste? da intendere così le sfilate di pietre preziose, rocce, gioielli, esseri fantastici di questo libro. è Baudolino che cerca di addomesticare l'ignoto.poi prescindendo dalle sfilze di pietre che difficilmente un contemporaneo può conoscere e che invece non potevano sfuggire ai dotti medievali, la terminologia non è ricercata (lo è se il paragone è Topolino)...Eco un po' segue la storia un po' inventa...inverosimile?!ma il fantastico medievale è (per noi) inverosimile! discrepanza tra culture, non pecca di Eco. condivido il discorso sugli idoli, a volte se non ci si accorge che un re è nudo, questo ingrassa vendendo al popolo "Merde d'artista"...e questo è il mercato librario attuale, in cui chiunque può scrivere un libro ma pochi sanno farne un arte dello spirito...ma il caso non è questo, basta stroncature immotivate!

    • User Icon

      robiro

      03/09/2009 10:12:24

      Romanzo fantastorico, dove Eco ci mette molto della sua fantasia mitologica e allo stesso tempo lo arricchisce di precisi e puntuali riferimenti storici. Un libro originale da leggere senza troppe aspettative, per chi vuol viaggiare con la mente e vivere avventure uniche.

    Vedi tutte le 141 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione