Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 92 p., Brossura
  • EAN: 9788807881602
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Otto monologhi al femminile. Una suora assatanata, una donna ansiosa e una donna in carriera, una vecchia bisbetica e una vecchia sognante, una giovane irrequieta, un'adolescente crudele e una donna-lupo. Un continuum di irose contumelie, invettive, spasmi amorosi, bamboleggiamenti, sproloqui, pomposo sentenziare, ammiccanti confidenze, vaneggiamenti sessuali, sussurri sognanti, impettite deliberazioni. Uno "spartito" di voci, un'opera unica, fra teatro e racconto. Una folgorazione. Tra un monologo e l'altro, sei poesie e due canzoni.

€ 5,52

€ 6,50

Risparmi € 0,98 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Libro inedito Chiara Gamberale
OMAGGIO ESCLUSIVO PER TE
Con soli 19€ di libri del Gruppo Feltrinelli fino al 15/01/2019

Scopri di più

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 6,50 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Federica

    20/09/2018 19:58:52

    Sono rimasta un po delusa. Mi aspettavo storielle simpatiche e invece ho trovato carina solo la prima con la Beatrice di Dante. Davvero peccato, avevo un'alta aspettativa

  • User Icon

    Ilaria

    19/09/2018 12:43:17

    "Le Beatrici" è un libriccino molto grazioso e piacevole, da leggere in un'oretta. Benni ritrae le otto figure con un'ironia amara, spiazzante, che muove a farci riflettere in loro, ma anche a farci riflettere su noi stessi. Tra un racconto e l'altro, sono raccolte anche delle poesie e delle ballate che Benni ha scritto nel corso degli ultimi dieci anni - una delle quali è stata scritta per Fabrizio De Andrè. Sono proprio queste ultime quelle che hanno colpito maggiormente la mia fantasia ed il mio interesse. Devo ammettere, però, che per la sua piccola mole e per la brevità delle storie, non mi è del tutto entrato dentro. Fa eccezione il primo racconto, che trovo un piccolo capolavoro, il quale, immaginando la Beatrice dantesca ai giorni nostri, si fa emblema - infondo - di tutta l'opera, a partire dal titolo che vi fa riferimento.

  • User Icon

    Egome

    27/03/2015 17:36:57

    Il 'libretto' (nel doppio significato di libro con poche pagine e di libro di scarsa consistenza) non ti lascia molto ... Si salvano la poesia 'Amour Monet' e la 'Canzone dell'amor rifatto', originali e simpatiche. Il resto un po' truce e poco gratificante

  • User Icon

    sara

    13/05/2013 12:18:25

    una lettura piacevole, breve ma simpatica; si tratta di 8 brevi monologi teatrali e quindi non appassionano certo come un romanzo, ma comunque ben scitti dall'abile mano di Benni.

  • User Icon

    Maria Teresa

    30/07/2012 11:54:05

    Libro breve ma assolutamente ricco di stati d'animo; si passa dal riso al pianto, dalla leggerezza allla riflessione nel giro di poche pagine. Da leggere.

  • User Icon

    Demon Black

    19/02/2012 09:54:59

    ...letto giusto perchè è piccolo ed era uno dei libri che mi sono portata in vacanza :( francamente non mi è piaciuto, l'ho trovato un pò noiosetto :(

  • User Icon

    Gabriella

    06/06/2011 14:59:18

    davvero simpaticissimo! Non è certo un libro che può spingere alla riflessione o che smuove tenerezza, ma è davvero un libro spassoso, che ti fa sorridere e ti per,ette per un po' di svagarsi! Lo consiglierei!

  • User Icon

    Cristiano

    03/03/2011 17:10:09

    Siamo ben lontani dalla bellezza dei "vecchi" libri di Stefano Benni. Comici spaventati guerrieri, Baol, Terra, Bar Sport, Il bar sotto il mare. Nonostante questo mi è sembrato una lettura piacevole, soprattutto la seconda parte del libro.

  • User Icon

    Sergio

    09/02/2011 09:51:11

    Librettino un po' esile di monologhi teatrali al femminile, ma di uno Stefano Benni veramente in stato di grazia sia nei brnai divertenti (Suor Filomena), sia nelle mazzate date al fegato di chi, nonostante i tempi, ha ancora un po' di sentimenti (Vecchiaccia). Godibili anche le poesiole.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione