Bela Bartok. Il Castello di Barbablù di Miklos Szinetar - DVD

Bela Bartok. Il Castello di Barbablù

Bluebeard's Castle

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Bluebeard's Castle
Paese: Gran Bretagna
Anno: 1981
Supporto: DVD

€ 25,50

Punti Premium: 26

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marina

    06/03/2018 13:27:11

    Opera oscura, inquietante, misteriosa, ben lontana dal modello barocco di Perrault. "Un geyser di sessanta minuti, di una tragicità compressa - come scrisse Zoltan Kodaly - che lascia un solo desiderio, quello di essere riascoltato". Bellissima edizione, questa della Decca, splendida la direzione del grande direttore ungherese Georg Solti, così come è ottima l'interpretazione dei due cantanti (Soprano e Baritono). Raffinati e azzeccati anche la regia e i costumi. Un DVD che sicuramente eccelle tra i rarissimi dedicati a questo capolavoro in un solo atto; l'unica opera per il teatro musicale del compositore Béla Bartòk, il quale, nel 1911, se la vide rifiutare dal Concorso a cui aveva partecipato, in quanto - a parere della Giuria - "non eseguibile".

  • Produzione: Decca, 2008
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 100 min
  • Area2
  • London Philharmonic Orchestra Cover

    Orchestra sinfonica fondata nel 1932 da Th. Beecham, che ne fu il primo direttore e responsabile artistico. Fin dagli esordi conquistò la scena londinese con concerti alla Queen's Hall e alla Royal Philharmonic Society e con collaborazioni alle stagioni estive del Covent Garden. Durante la guerra, nonostante l'assenza di Beecham emigrato negli Stati Uniti, l'orchestra fu mantenuta in vita da un comitato di gestione costituito dagli orchestrali, lo stesso che, finita la guerra, ricostituì l'intera formazione chiamando a dirigerla E. Van Beinum (1948-50), quindi Adrian Boult (1950-57), W. Steinberg (1958-60) e infine John Pritchard (1962-66), che dette alla formazione orchestrale un decisivo riassetto finanziario e artistico. Sotto la guida di B. Haitink (1967-79) e G. Solti (1979-83) la Filarmonica... Approfondisci
  • Georg Solti Cover

    Direttore d'orchestra ungherese naturalizzato inglese. Allievo di Kodály, iniziò la carriera nel campo operistico come direttore musicale dell'Opera di Monaco, poi di Francoforte e dal 1961 al '71 della Royal Opera (Covent Garden) di Londra, con un repertorio comprendente la quasi totalità delle opere di Mozart, Verdi, Wagner e R. Strauss (anche in disco e in video). In seguito si dedicò anche al repertorio sinfonico, alla guida della Chicago Symphony (1969-90) e della Filarmonica di Londra (1977-83). Dal 1992 fu direttore artistico del Festival di Primavera di Salisburgo. Interprete di forte temperamento, si fece via via più duttile e disteso pur mantenendo intatta la sua forza comunicativa; raggiunse esiti memorabili in Wagner e Strauss e, in campo sinfonico, in Beethoven e Mahler. Approfondisci
Note legali