Curatore: R. Mussapi
Editore: Feltrinelli
Edizione: 3
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 22 ottobre 2015
Pagine: 119 p., Brossura
  • EAN: 9788807902215
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
È una singolare giornata dell'anno 1799 e il capitano Delano, fermatosi sulle coste cilene per far acqua nell'isolotto di Santa Maria, avvista la nave San Dominique che sembra aver perso il governo e riesce a salire a bordo con qualche provvista. La San Dominique trasporta schiavi negri e altra merce di valore. Durante la traversata è scoppiato un ammutinamento e i negri, uccisa la maggior parte dell'equipaggio bianco, hanno risparmiato la vita a Benito Cereno, il comandante, perché li riporti in Africa. Scampati a un naufragio a Capo Horn la nave è ferma, in balìa di una misteriosa attesa. "Benito Cereno" è una grande e tragica avventura di mare, che rivela l'aspetto buio, profondo dell'umanità.

€ 5,52

€ 6,50

Risparmi € 0,98 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Libro inedito Chiara Gamberale
OMAGGIO ESCLUSIVO PER TE
Con soli 19€ di libri del Gruppo Feltrinelli fino al 15/01/2019

Scopri di più

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lapo

    21/11/2018 13:10:50

    “Inquietudine” è la parola che ricorre con maggiore frequenza nella descrizione delle sensazioni del comandante Delano, andato da solo a soccorrere un vascello in difficoltà con una ciurma raccogliticcia poco disciplinata e dai comportamenti inspiegabili, senza ufficiali e con un capitano che mostra una bizzarra condotta e che si esprime con parole vaghe e incerte. Il disagio percepito dal Comandante – dovuto a mormorii, strani segnali, sguardi in tralice, atteggiamenti ambigui – ha ragioni insospettate e tragiche che verranno spiegate al lettore dal capitano del vascello, Benito Cereno, liberato del suo equivoco equipaggio, in una drammatica testimonianza al tribunale di Lima, deposizione che Melville riporta in coda al testo. A differenza di altre sue opere, qui l’Autore pone il mare sullo sfondo e si concentra sugli aspetti psicologici dei personaggi, trasmettendo a chi legge le apprensioni del generoso Delano.

Scrivi una recensione