Categorie

Berluscomiche. Bananas 2 la vendetta: le nuove avventure del Cavalier Bellachioma dal kapò al kappaò

Marco Travaglio

Editore: Garzanti Libri
Collana: Saggi
Anno edizione: 2005
Pagine: 513 p., Brossura
  • EAN: 9788811597650
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 8,10

€ 15,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Stefano Facci

    20/01/2009 15.32.20

    Un articolo al giorno è sufficiente per farsi “coccolare” per qualche settimana. Articoli a tratti divertenti, per altri versi devastanti. La cronaca puntuale degli avvenimenti che percuotono il nostro paese senza scalfirlo, che delegittimano e insultano i cittadini italiani senza ridestare in loro il senso della vergogna e dell’indignazione. Speranze di cambiamento pressate in un altro libro di Travaglio di quel genere che prima o poi, se va avanti così, sarà bandito e merce rara.

  • User Icon

    SONIA

    27/04/2006 16.19.47

    Penso ormai di essere stata ipnotizzata dallo stile tragicomico di Travaglio,qualti ce ne vorrebbero come lui!

  • User Icon

    riccardo

    12/03/2006 19.35.00

    Il solito libro di Travaglio, pungente e fazioso. Anzi faziosissimo. Tanto fazioso da non rendersi conto che l'informazione (Mediaset compresa) è tutt'altro che assoggettata al Governo. Travaglio insiste nel criticare il Premier, ma non si accorge che senza i fiumi di inchiostro dedicati a Berlusconi sarebbe continuato ad essere ciò che è sempre stato:un mediocre allievo di un discreto maestro

  • User Icon

    Luca Leone

    01/02/2006 14.38.35

    Con questa ormai penultima fatica, Travaglio propone al pubblico il meglio delle sue strisce quotidiane pubblicate su "l'Unità", su cui scrive, in maniera satirica, cosa accade nella vita politica, e quindi pubblica, italiana, non risparmiando nessuno, sia di destra che di sinistra. Il protagonista ovviamente è Berlusconi, con le sue dichiarazioni in continua contraddizione, a volte regalate agli italiani in meno di 24 ore l'una dall'altra, con il suo continuo negare la realtà di un Paese che è tutto fuorché in crescita. Ma lo scandalo che si consuma ogni giorno e che continuamente evidenziato nel libro è lo stravolgimento delle notizie attraverso l'occupazione dei mezzi di informazione, soprattutto della tv, grazie alla quale passano per normali alcuni fatti che darebbero scandalo in qualsiasi altro paese, dove le tv pubbliche non sono occupate dai politici, e sono sottaciuti quelli più scabrosi, impossibili da indorare. Una continua giustificazione del comportamento assolutamente immorale della nostra classe politica, che vuole passare, e purtroppo ci sta riuscendo, per intoccabile, nel senso di impunibile. Non poteva mancare un lungo excursus sulle leggi ad personam. Tutto questo è scritto con tono leggero, scherzoso, a volte anche con humour nero, sempre divertente quindi, mai pedante. Ma questo tono ironico e satirico in realtà descrive una tragedia continua sotto gli occhi di tutti, ma strisciante e sottaciuta. In un paese normale insomma non ci sarebbe bisogno di giornalisti come Travaglio, che evidenziano il continuo servilismo dei mass media, e le nefandezze dei potenti, disposti a tutto pur di non sottoporsi al giudizio della legge, disposti anche a scardinare la Costituzione. Terminato il libro sembra quasi che Travaglio si ispiri alle parole di Leonardo Sciascia che terminava così la post-fazione del suo "Il Contesto":«[ riferendosi al romanzo inteso come parodia ndr] ho cominciato a scriverla con divertimento, e l'ho finita che non mi divertivo più»

  • User Icon

    paolo

    27/01/2006 19.36.03

    strepitoso un libro che si legge tutto d un fiato preciso pungente che ci fa aprire gli occhi su quel gruppo di incopetenti che per 5 anni hanno rappresentato l italia. una fase che spero nn sia piu ripetibile anche se ci mancheranno questi comici involontari della politica italiana

  • User Icon

    christian ferretti

    23/01/2006 19.01.11

    si potrebbe ridere di gusto, se fosse un libro di fantascienza, invece è tutto purtroppo vero, quindi si ride a denti stretti, ci si arrabbia ci si domanda in che razza di paese viviamo. Ce n'è per tutti, ovviamente per il nano prescritto e i berluscones, ma non mancano stoccate a personaggi che ci si domanda come e perchè stiano a sinistra. Un libro imperdibile per chi ha ancora la capacità di indignarsi.

  • User Icon

    Rick

    23/01/2006 16.39.32

    Giorno per giorno si sgranano le ipocrisie, le contraddizioni, le miserie dei politicanti al governo attraverso l’arma delle loro stesse dichiarazioni, dei comportamenti nascosti o rinnegati, per vergogna o convenienza. Ogni articolo segna una tappa dell’inesorabile declino cui è avviata la nostra democrazia. Con un’ironia che non ha pari, Travaglio scova tutto il marcio che ci circonda e dà spettacolo, anche se è uno spettacolo a cui noi tutti vorremmo evitare di assistere.

  • User Icon

    luciano

    21/01/2006 18.51.34

    Un consiglio: compratelo. Passerete qualche ora di sano buonumore e, considerando la coerenza, la statura morale ed intellettuale di ci governa e dei loro sottopancia, vi sentirete tutti dei giganti. A ragione. Il bistrattato autore è l'erede di Montanelli per leggibilità, acume, chiarezza di esposizione, ironia. Meriterebbe di apparire tutte le sera dopo il TG per darci la sua versione dei fatti della giornata.

  • User Icon

    Luca

    09/01/2006 16.05.36

    Sempre pungente, sempre ottimamente documentato: Travaglio dimostra di essere un grande giornalista. La sua seguitissima rubrica su Repubblica e qui ripubblicata è un respiro di informazione vera in una soffocante epurazione di notizie scomode da parte degli altri giornali. Da leggere anche se non si è delle stesse idee politiche...

  • User Icon

    Pietro Bianchini

    04/11/2005 13.04.13

    Due anni dopo il grande successo di "Bananas" (Garzanti Libri), Marco Travaglio raccoglie nuovamente un'ampia selezione dei suoi interventi su "l'Unità" nell'ambito dell'omonima rubrica. Il volume copre il periodo settembre 2003/giugno 2005. Una lettura consigliata a qualunque cittadino che voglia conoscere il poco edificante retroscena politico-giudiziario della nostra "classe dirigente" e ripercorrere, con la guida di un ottimo ed acuto giornalista, i fatti (più o meno noti) della recente cronaca italiana. Ed anche a chiunque voglia riderne, anche se con inevitabile amarezza. Travaglio continua ad affinare il suo stile: nessuno racconta meglio di lui gli anni dell'Era Berlusconiana. Sperando che non siano ancora molti...

  • User Icon

    Alessia

    02/11/2005 11.09.40

    Travaglio è documentato, puntuale, ed anche molto spiritoso (nei limiti del possibile, visto i soggetti)! Leggo con estremo piacere la sua rubrica tutti i giorni su L'Unità, e consiglio vivamente questo libro a chi, stufo di essere trattato come un mentecatto dal portatore nano di trapianto bulbi piliferi, voglia indignarsi sorridendo! PS: poi dicono che a sinistra siamo tristi... e la Santanché cosa sarebbe??? Una vera signora???

  • User Icon

    corona

    01/11/2005 10.33.10

    La verità a volte è crudele, ma bisogna comunque conoscerla e affrontarla. Travaglio (nonostante sia considerato il fazioso per antonomasia) non fa commenti o illazioni, si limita a raccontare i fatti e le persone in maniera molto documentata.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione