B.G. in Hi-Fi - CD Audio di Benny Goodman

B.G. in Hi-Fi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Benny Goodman
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Data di pubblicazione: 7 gennaio 2014
  • EAN: 8436542014779

€ 10,50

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Questo cd ripropone lo storico album di Benny Goodman “B.G. in Hi-Fi” (Capitol W 565). L’album vede il clarinettista affiancato da un’orchestra stellare così come da vari gruppi più piccoli in cui compaiono tra gli altri Ruby Braff alla tromba e Mel Powell al piano. Quattro brani che completano le sessioni di registrazione di “B.G. in Hi-Fi”, ma che non erano stati inseriti nell’LP originale, sono stati aggiunti come bonus. Come ulteriore bonus è stata aggiunta una sessione in trio registrata da Goodman con Mel Powell al piano ed Eddie Grady alla batteria. In questo modo sono state riunite in questo cd tutte le registrazioni realizzate da Goodman per la Capitol nel 1954.
Disco 1
1
Let'S Dance #1 2.15
2
Air Mail Special 3.38
3
Ain'T Misbehavin' 3.27
4
Get Happy 3.05
5
Slipped Disc 3.00
6
Jersey Bounce 3.07
7
When I Grow Too Old To Dream 3.25
8
You Brought A New Kind Of Love To Me 2.51
9
Blue Lou 2.51
10
Jumpin' At The Woodside 3.30
11
Stompin' At The Savoy 3.15
12
Sent For You Yesterday And Here You Come Today 3.05
13
Rose Room 3.54
14
What Can I Say After I Say I'M Sorry? 3.10
15
Rock Rimmon 3.28
16
You'Re A Sweetheart 3.01
17
Somebody Stole My Gal 3.26
18
I Would Do Anything For You 3.43
19
Big John'S Special 3.08
20
Let'S Dance #2 2.55
21
There'Ll Be Some Changes Made 3.11
22
Ev'Rything I'Ve Got Belongs To You 3.54
23
But Not For Me 2.26
24
Margie 2.43
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Benny Goodman Cover

    Clarinettista e direttore d'orchestra jazz statunitense. Dopo aver fatto parte, nel 1926, dell'orchestra di Ben Pollack e suonato con i musicisti bianchi di Chicago, fondò nel 1934 una sua grande orchestra con la quale, dall'estate 1935, ottenne uno straordinario successo che gli valse l'appellativo di «re dello swing». Utilizzando gli arrangiamenti di Fletcher Henderson e modellando la propria orchestra sulla sua, G. diffuse e rese popolare il jazz presso il pubblico più vasto, anche se non raggiunse l'intensità di formazioni nere come quella di Count Basie. Suo merito è stato anche di aver presentato per primo in pubblico gruppi «misti», cioè con musicisti afroamericani quali Teddy Wilson, Lionel Hampton (che con Gene Krupa formarono il suo celebre quartetto) e Charlie Christian. Solista... Approfondisci
Note legali