Categorie

Rachel Joyce

Traduttore: A. Arduini
Collana: Pandora
Anno edizione: 2013
Pagine: 371 p. , Rilegato
  • EAN: 9788820055196

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Tatiana

    09/09/2014 17.47.30

    Dopo aver letto il primo libro di questa scrittrice, non vedevo l'ora di leggere il secondo! Ma sinceramente non mi è piaciuto. Anch'io ho iniziato a capirlo verso la fine, ma fino a quel momento è molto pesante, lento. Si affrontano temi delicati, ma mi ha lasciato molto amaro in bocca...

  • User Icon

    Tiziana

    17/05/2014 16.42.21

    Fluido e ben scritto, con una lineare analisi dei personaggi. Il soggetto è originale e accattivante; i personaggi si muovono con delicatezza pur immersi nelle loro ansie. Una scrittrice sempre acuta e senza retorica, mai banale né scontata.

  • User Icon

    Franci

    10/05/2014 19.36.36

    Si parla di sentimenti repressi, personalità tenute nascoste, di ricordi che è meglio seppellire, di ingenuità, di approfittatori, degli effetti dell'elettroshock, di cattiveria gratuita e di fragilità, ma anche di bontà, del calore di una madre, di momenti da non dimenticare, incontri speciali che offrono l'opportunità di riscattarsi, e personaggi stupendi. Rimango sempre incantata dalla capacità di descrivere l'ambiente da parte dell'autrice, che sembra proprio amare la natura, paragonandola a volte ad aspetti dell'uomo, a oggetti o cibi, e ciò avviene anche nella descrizione dei personaggi. Personaggi che a volte saranno molto particolari: una ragazza che conosce storie stravaganti che puntualmente finiscono male, una donnona che d'impatto sembrerebbe tutto, fuorchè delicata d'animo, un anziano sempre serio, che sembra voler tenere lontana la vita... Una storia che ci ricorda di sperare sempre, messaggio da tenere bene a mente nei momenti più difficili. Un romanzo pieno di sentimento, che porterà il lettore a commuoversi.

  • User Icon

    Nicola Dionisio

    10/02/2014 11.43.20

    Dopo avere letto il primo libro del l'autrice ho comprato questo....da un punto di vista letterario non fa' una grinza ...ma e' angosciante,triste,doloroso,amaro.....no ho capito il messaggio,qualcuno me lo può spiegare? Ma perché ci hai fatto così' male Rachel?

  • User Icon

    silvia

    08/01/2014 22.33.23

    il titolo è stato tradotto male però il libro è commovente con un finale inaspettato e di speranza! il romanzo originale si chiama perfect, titolo molto calzante e - fuorviante rispetto alla traduzione italiana. la narrazione a due voci e su due differenti binari temporali è efficace e ben scritta, così come l'intreccio narrativo dai tempi perfetti e gli stati d'animo e la psicologia dei personaggi, spesso triste e amara. sicuramente è una lettura che consiglio, magari visto che le vicende narrate non sono allegre, meglio essere in un momento positivo quando lo si legge...

  • User Icon

    Silvia

    13/12/2013 19.51.29

    tenero e dolce...un pò rallentato nella parte iniziale ma lo stile narrativo è impeccabile e poetico...

  • User Icon

    Meena

    21/10/2013 11.42.29

    E' un romanzo doloroso, tormentato - esattamente l'opposto del primo scritto dell'autrice - a tratti decisamente pesante. Si "riscatta" verso la fine quando l'autrice fornisce degli indizi sul personaggio principale, ma fino a quel momento, la trama pare scollegata... Molto amaro.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione