Bob il giocatore. Restaurato in HD (DVD) di Jean-Pierre Melville - DVD

Bob il giocatore. Restaurato in HD (DVD)

Bob le flambeur

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Bob le flambeur
Paese: Francia
Anno: 1955
Supporto: DVD
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 7,99

€ 9,99
(-20%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 8,78 €)

Robert Montagné detto Bob le Flambeur (in gergo: persona che rischia somme grosse) ha la passione del gioco d'azzardo. Rimasto al verde, organizza una rapina al casinò di Deauville, ma preso dal gioco dimentica l'ora e fa saltare il banco, guadagnando i milioni che avrebbe dovuto rubare.
  • Produzione: Sinister Film, 2019
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 98 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0); Francese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1.33:1
  • Area2
  • Jean Pierre Melville Cover

    Nome d'arte di J.-P. Grumbach, regista francese. Per i metodi di lavorazione con cui realizza il suo primo lungometraggio (Il silenzio del mare, 1949, dal romanzo di Vercors) è considerato uno dei precursori della Nouvelle vague. Dopo aver prodotto e diretto gli stravaganti Les enfants terribles (1950), Labbra proibite (1953), Bob il giocatore (1955), Le jene del quarto potere (1959), si inserisce nel sistema commerciale con Léon Morin, prete (1961), interpretato da J.-P. Belmondo come i successivi Lo spione (1962) e Lo sciacallo (1963). Con questi film, mettendo a frutto in modo personale la lezione del cinema americano d’azione, comincia un ciclo di pellicole poliziesche che gli assicura un posto di riguardo nel cinema francese, all’insegna di un altissimo artigianato che sfiora nelle ultime... Approfondisci
  • Howard Vernon Cover

    Nome d'arte di Mario Lippert, attore francese di origine tedesca. Abbandona la Germania sotto il regime nazista per trasferirsi a Parigi, esordisce sul grande schermo alla fine del conflitto. Dopo alcune esperienze di doppiatore, si impone ben presto come efficace caratterista in ruoli di secondo piano, ottenendo solo raramente parti da protagonista, e quasi sempre in film di scarso livello. Lo ricordiamo insinuante lord Palmerston nel biografico Il diavolo zoppo (1948) di S. Guitry, disincantato McKimmie nell'ironico Bob il giocatore (1955) di J.-P. Melville, medico nello spumeggiante Ciao Pussycat (1964) di C. Donner, vampiro asseta-to di sangue nell'orrorifico Dracula contro Frankenstein (1972) ed enigmatico dottor Orloff nel truculento I violentatori della notte (1988) di J. Franco. Approfondisci
Note legali