Categorie

La bolla. La pericolosa fine del sogno berlusconiano

Curzio Maltese

Editore: Feltrinelli
Collana: Serie bianca
Anno edizione: 2009
Pagine: 133 p., Brossura
  • EAN: 9788807171727
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,02

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    luca

    09/05/2011 23.48.22

    un libro profondo, chiaro, moderno; un libro che ci mette di fronte al grande interrogativo del dopo Berlusconi: che cosa accadrà, cosa ci stanno lasciando i politici di oggi, cosa troveremo e cosa troveranno i nostri figli alla fine del berlusconismo? Sicuramente è un libro da leggere per tutti gli appassionati di politica moderna, di nuove idee, di chi non si accontenta di quanto ci raccontano in televisione. Consigliatissimo!

  • User Icon

    Alberto

    27/03/2010 14.52.35

    Devastante nel raccontare e descrivere ciò che resta di questo Paese, ovvero macerie.

  • User Icon

    Renato

    03/12/2009 18.53.22

    un Curzio Maltese come sempre illuminante. da leggere

  • User Icon

    giuseppone

    08/11/2009 19.33.22

    Un'analisi dell'attuale situazione politica e del governo berlusconiano,una critica spietata nei confronti del pd, colpevole di non attuare un'efficace opposizione.Mi pare una fotografia del paese attuale , forse in prossimita' della fine del berlusconimso, che a detta di Maltese, non sara' indolore.Sottoscrivo tutto quello che ho letto, e mi lascia il finale sgomento e preoccupato.Come andra' a finire?? Il futuro del Paese cosa ci riserva??Si leggi di un fiato,Maltese e' una penna pungente, e documentatissima.

  • User Icon

    marco

    02/11/2009 11.41.56

    condivido in parte quanto scritto , porta a conoscenza molti aspetti di difficoltà sociale ...dei quali non si parla mai.e visti i risultati sembra che a nessun importa. LA critica ci sta tutta , non è totale invece la responsabilità di chi governa oggi ,due note : il debito pubblico è nato negli anni 80 ,oggi pagare solo gli intereessi è un'impresa . Cattive gestioni...del terremoto in Irpinia...RICORDA? Si confronta L'ITALIA con L'America e nord Europa ma parte dello stile d'azione nostro è forse + medio orientale.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione