Il brevetto del geco

Tiziano Scarpa

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
In commercio dal: 28 febbraio 2017
Pagine: 320 p., Brossura
  • EAN: 9788806233143
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,00

€ 12,00

Risparmi € 3,00 (25%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gianluca84

    22/06/2016 22:38:31

    Letto in pochissimi giorni, perché nonostante lo stile vorticoso e i cambi di prospettiva, il romanzo è scorrevole, come lo era "le cose fondamentali". Per me Scarpa si conferma tra i migliori italiani contemporanei, ha una capacità pazzesca di cambiare registro, un lessico ricchissimo e poi s'inventa personaggi formidabili, con scene paradossali e anche divertenti. La storia è molto originale e infarcita di dettagli artistici e architettonici molto interessanti. Ho amato "le cose fondamentali" e questo romanzo, dopo molti e troppi anni di attesa, mi ha confermato il talento di questo grande artista.

  • User Icon

    aldo

    09/04/2016 09:41:55

    semplicemente bello,scritto bene,ricco,fuori da quello che ultimamente il mondo editoriale ci presenta

  • User Icon

    ant

    29/02/2016 19:46:35

    Un libro che ha due protagonisti, Federico, artista in declino e Adele un'impiegata che conduce una vita di routine. Per problematiche varie le vite di Federico e di Adele s'incrociano e danno vita ad un romanzo dove l'autore è abile a far risaltare esigenze comuni degli uomini e donne della nostra società e cioé: la ricerca della propria vocazione professionale, e di dare un senso alla loro esistenza. Curiosa la figura all'interno del libro "dell'Interrotto" che svolge una funzione tipo supervisore dulle vite di Federico e Adele e singolari le vicissitudini che accadono ai personaggi principali , tappe importanti che precludono all'incontro tra i due. Concludo estrapolando un passaggio in cui Adele si fa affascinare da un geco (e da qui il titolo del libro) sul suo muro di casa, e lo descrive evidenziandone le caratteristiche ""il geco ha una virtù speciale: sulla punta delle dita sono concentrate migliaia di minutissime setole, quasi quindicimila per millimetro quadrato.Ciascuna di esse si ramifica in centinaia di cigli , che hanno la punta a forma di spatola...C'erano scienziati che studiavano le dita del geco sperando di replicare le loro caratteristiche in un tessuto sintetico. Sognavano di confezionare una tuta per arrampicarsi dappertutto senza più bisogno di corde, cavi,rampini o ganci...proprio come potevano fare i polpastrelli del geco"" Singolare

  • User Icon

    Combiene

    03/02/2016 16:06:40

    Un pasticcio. Comincia con una premessa un po' respingente. Poi sembra ingranare, la parte dell'artista fallito è bella e feroce. Dopo però si perde completamente, l'altra parte è poco interessante e irrealistica, le due parti non si incontrano mai e quando lo fanno è per uno scontatissimo finale dal sapore antiabortista.

  • User Icon

    Claudia

    31/01/2016 12:14:02

    Il miracolo delle parole che creano mondi, si tratti del vorticare delle lettere nel vecchio tabellone in stazione o della flora e fauna nel parco a sud di Milano. Pura arte.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione