Breviario comico. A perpetua memoria

Michele Serra

Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
In commercio dal: 19 ottobre 2010
Pagine: 256 p., Brossura
  • EAN: 9788807722318
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,32
Descrizione
Credevamo di poter dimenticare tutto quello che abbiamo vissuto come cittadini italiani? Michele Serra si adopera perché nessuno debba, perché nessuno possa dimenticare cosa ci ha portato sin qui. Di quando Berlusconi regalò alla regina d'Inghilterra un reggiseno di pizzo, pregandola di indossarlo in sua presenza. Di quando venne finalmente chiarito che "cariche dello stato" non si riferiva agli esplosivi usati durante la prima Repubblica. E di quando il PD diede in affido i suoi elettori a chi garantiva di trattarli con umanità. Torna il Breviario umano, sociale e politico di Michele Serra. In una nuova edizione più vasta, più ricca, ancora più tragicamente comica.

€ 6,80

€ 8,00

Risparmi € 1,20 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Libro inedito Chiara Gamberale
OMAGGIO ESCLUSIVO PER TE
Con soli 19€ di libri del Gruppo Feltrinelli fino al 15/01/2019

Scopri di più

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lapo

    19/11/2018 16:32:35

    Scrivere brani di satira è arduo, e Michele Serra ha un curriculum di tutto rispetto e una penna assai felice. Ma un conto è lavorare avendo come perimetro un box di una quindicina di righe – ciò che l’Autore faceva egregiamente sull’Unità e che ogni tanto rileggo nelle raccolte dei suoi corsivi dei primi anni novanta – in cui l’ironia corrosiva condensata in pochi periodi favoriva lo sghignazzo liberatorio, altro è avventurarsi in 180 pagine. Vero è che Serra con consumata furbizia struttura i capitoli in brevi sezioni, tuttavia a lampi mordaci e che strappano il riso si alternano passaggi non così brillanti come ci si aspetterebbe da uno scrittore satirico della sua cifra. Rimane il merito indubbio di lasciare «a perpetua memoria» degli anni tristi di un’Italia sconsolante.

  • User Icon

    fabio j.

    05/06/2009 23:22:23

    Alcuni passaggi sono davvero geniali: grande Serra!

  • User Icon

    Sara

    22/02/2009 01:24:38

    Una selezione dei migliori pezzi di Serra, come al solito notevoli, pungenti e spassosi.

  • User Icon

    enzo capozza

    30/08/2008 09:36:26

    chi sono io per criticare il Maestro Serra? Però...il collegamento tra il VINCERO' e le altre parti della NORMA (pag.145) ingenera l'equivoco dell'appartenenza del primo alla seconda.... e, poi, lo Stato della Città del Vaticano non è racchiuso (pag.163) tra Borgo Pio e Via Gregoriana (che si trova vicino Trinità de'Monti), ma tra Borgo Pio e Via Gregorio VII (o, per essere più precisi, Via di Porta Cavalleggeri)!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione