Categorie
Editore: Mondadori
Collana: Oscar moderni
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: Brossura
  • EAN: 9788804668350
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 12,00

€ 16,00

Risparmi € 4,00 (25%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    stefano

    28/02/2016 15.59.20

    Un autentico capolavoro. I personaggi, tutti, anche quelli minori, sono scolpiti con maestria e assoluta conoscenza dell'animo umano. Prosa sublime.

  • User Icon

    Fabrizio

    11/01/2016 23.12.20

    Ma come diavolo si fa ad attribuire un voto basso ad un simile capolavoro? Ma chi non ha gli strumenti intellettuali vada a leggere Moccia. La sensazione più forte, dopo che l'ebbi letto, è stata quella che mi ha fatto dire: "come vorrei non averlo letto per poter godere di queste pagine"

  • User Icon

    Massimo

    08/01/2016 20.17.42

    Niente da dire sul libro di Thomas Mann: un noia assurda, libro piatto senza alcun risvolto di trama letteraria, le stesse tediose cose ripetute continuamente .....

  • User Icon

    paolo

    10/12/2015 18.00.40

    Capolavoro assoluto in cui attraverso le vicissitudini di una famiglia borghese viene analizzato l'assunto secondo cui i beni materiali non danno la felicita' che uno puo' trovare solo dentro di se' al termine di un percorso di studio e di meditazione.Personaggi scolpiti in maniera sontuosa approfonditi sul versante psicologico in maniera spettacolare,trama che si snoda magnificamente senza attimi di tregua e senza mai annoiare.Romanzo assolutamente imperdibile.

  • User Icon

    Palestrione

    08/03/2015 23.19.24

    In una famiglia prettamente maschilista, alla fine, sono proprio le donne le uniche a sopravvivere. Il declino dei Buddenbrook parte da una serie di sfortune: i matrimoni falliti di Tony Buddenbrook, prima con Grunlich, poi con Permanader; la morte del senatore prima e di Thomas poi; lo sperperamento del denaro. Il quadro che ne deriva è di una famiglia in rovina a causa della sfortuna, di una Provvidenza nettamente contraria. Indimenticabili i profili psicologici di Thomas Buddenbrook, le pagine dedicate al giovane Hanno (e in particolare quelle finali, che anticipano di un ventennio l'Ulisse di Joyce, seguendo il ragazzo quando è a scuola - da quando si sveglia fino a quando va a dormire). Avevo provato a leggere "La montagna incantata" nel 2005, salvo lasciarlo poi dopo 400 pagine (la mia edizione ne ha circa 1200, ma in realtà in altre edizioni le pagine sono circa 700). Lo trovavo pesante, anche se oggi parlare di pesantezza mi sembra assurdo. Di certo Thomas Mann non è una lettura per tutti ma per chi è abituato a leggere autori di un certo spessore, questo è un romanzo che si lascia leggere senza problemi.

  • User Icon

    Mauro

    11/02/2015 16.36.55

    Raccontando la vita e le vicissitudini di una famiglia di commercianti che conosce l'apice del successo economico e sociale per poi scendere la china fino alla sparizione, Mann ci parla degli uomini, dei loro sogni e dei loro dolori. Ho trovato toccanti e bellissime le pagine in cui descrive il dolore di Tony per la vendita della casa di famiglia, quelle in cui parla della passione per la musica del piccolo Hanno spaventato dalla figura autorevole del padre. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Gianna

    23/11/2013 14.18.50

    Assolutamente un capolavoro, nel genere saga familiare. Una Germania mercantile e affarista, personaggi molto ben delineati e uno stile intelligente, raffinato, mai noioso. Come sempre, si soffre per qualche difficoltà di resa del traduttore. Mann dovrebbe essere letto con le note esplicative a pie' di pagina. Ma, nonostante la storia sia ovviamente datata, è un bel spaccato d'epoca e di ambiente. La descrizione della scuola e degli insegnanti di Hanno andrebbe letta dagli studenti di liceo. Altro che Manzoni!

  • User Icon

    ivonne

    23/08/2013 14.53.16

    Scrivo una recensione perchè forse qualcuno non si avvicina a questo libro pensando sia pesante e datato. E'scritto in modo sublime e la trama è coinvolgente. Lo rileggerò senza dubbio e ovviamente lo stra-consiglio.

  • User Icon

    Gianni F.

    30/06/2013 17.03.58

    Un capolavoro! Riletto, a distanza di anni, trasmette, ancora di più emozioni , che ne aumentano il fascino originario. Descrizioni ed introspezioni di stati d'animo, di angoli della vecchia Lubecca, di spiagge baltiche, di campagne, di feste....una autentica allegoria di fine 700, come osservata da una gigantesco affresco, accompagnato da sinfonie beethoveniane. Un romanzo stupendo e fa venire i brividi sapere che Mann lo ha scritto a 23 anni!!!!! Un autentico gigante della letteratura mondiale.

  • User Icon

    Roberta

    25/06/2013 09.26.31

    Ho riletto questo libro con molto piacere anche perche' e' uno dei miei preferiti Ci troviamo ad osservare la vita, i pensieri, e a volte le meschinità di una famiglia di commercianti di Lubecca che attraverso quattro generazioni passa dal , successo, e dal potere, ad una condizione di inevitabile, fatale decadenza. Il tutto sullo sfondo di una Germania che rapidamente cambia e lascia incapaci di vivere il cambiamento e non solo assistervi. Sono rimasta profondamente colpitoadal pezzo in cui Thomas personaggio principale vive un autentica esperienza spirituale e di come ne reagisce. Bello e consigliatissimo.

  • User Icon

    Stefano

    21/03/2013 19.05.41

    Sinceramente non riesco a capire come alcuni possano aver dato 1/5 a questo capolavoro della letteratura mondiale. La storia è epica e corale, peculiarissima ma calata nel contesto storico. Il modo in cui possiamo toccare con mano l'evoluzione della provincia tedesca nei decenni centrali dell'800 è magistrale. La partecipazione emotiva dell'autore, vista la componente autobiografica, è evidente ed aggiunge calore al testo. La profondità psicologica dei personaggi, poi, è abissale. Dovessi sceglierne uno, sarebbe l'immensa Tony, dolce, capricciosa, di cuore, sventurata eppure ottimista fino all'ultimo. Ho sofferto e gioito insieme a lei, come ho sofferto e gioito insieme a Thomas, per non parlare del piccolo Hanno, nella cui fragilità chiunque sia stato adolescente può riconoscersi. Monumentale.

  • User Icon

    Nicola

    08/02/2013 20.14.10

    cos'è? a mio avviso asettico, privo di emozioni. Un'elettrocardiogramma piatto di 600 pagine circa.L'unica cosa che mi ha comunicato l'autore è che mangiavano tutto il giorno.....che Tony era da giovane sciocca.....e non giungere a nulla. Così per tutti gli altri "personaggi"...si parte piatti e si finisce piatti senza sussulti di nessun genere. Per me...zero assoluto.

  • User Icon

    Domenico

    14/09/2010 18.07.07

    Per scrivere un commento si hanno a disposizione ben 2000 caratteri,non per offendere l'autore,io ne uso pochi di caratteri ma che tipo di romanzo o storia é,non vi é niente che ti prende. Comunque buona lettura per chi e intento leggerlo,spero che almeno voi altri trovate qualche punto interessante.

  • User Icon

    fabrizio72su

    15/02/2010 12.53.46

    Bel romanzo, scritto magistralmente, mai noiso.Uno spaccato della vita di una famiglia alto-borghese della germania dell'800.Lo consiglio vivamente!

  • User Icon

    edward

    21/10/2008 18.05.54

    Considerando che Mann ha scritto questo libro giovanissimo non ci si può che sorprendere... Ben scritto, trama non scontata, molto avvincente. Non sarà un capolavoro, ma è una lettura più che piacevole

Vedi tutte le 15 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione