C'era una volta la DDR

Anna Funder

Traduttore: B. Amato
Editore: Feltrinelli
Edizione: 3
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 28 gennaio 2015
Pagine: 250 p., Brossura
  • EAN: 9788807884993

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Politica e governo - Struttura e processi politici - Totalitarismo e dittatura

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Fonti ufficiose affermano che nella Germania dell'Est gli informatori al servizio della Stasi, la potente polizia segreta, fossero una persona ogni sei abitanti e nel dopo-1989, all'apertura degli archivi, con grande sorpresa si è scoperto quante famiglie allevassero al proprio interno informatori incaricati di riferire allo stato i pensieri e le aspirazioni dei propri familiari. In un libro scritto con una suggestiva tonalità narrativa, Anna Funder ci riconduce in quell'esperienza, ascoltando sia ex funzionari governativi e informatori, sia persone che hanno avuto la vita spezzata da una repressione immotivata.

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 9,50 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    LucaBfilosofo

    28/12/2018 13:28:05

    Libro letto in preparazione a un viaggio a Berlino. Forse il resoconto più nitido che ho mai letto su questo argomento. Attraverso testimonianze dirette e ricerche estese (e rischiose direi, se non altro emotivamente) l'autrice delinea un quadro della DDR, del clima di allora, della Stasi, delle sensazioni al di qua e al di là del muro, che ci fa capire come si tratti di un tema ancora tabù sotto molti aspetti. Personalmente la mia visita nei luoghi simbolo della DDR berlinese, con annesse chiacchierate con gli esperti locali, non ha fatto che confermare questa idea, per quel che può valere un'opinione singola. La storia è tracciata in modo elegante e inserita nei racconti, che vanno letti con attenzione e consapevolezza. Consigliato.

  • User Icon

    Gamanto

    23/07/2018 03:45:57

    Come si viveva nella Germania Orientale? Anna Funder visita luoghi ed incontra persone: perseguitati politici, ex agenti della STASI, uomini della nomenklatura, individui comuni. Grazie anche alle sue notevoli doti di scrittrice, ne esce uno spaccato estremamente interessante della vita quotidiana ad Est del Muro.

  • User Icon

    n.d.

    22/06/2018 09:51:29

    Per chi ama e ha studiato la cultura tedesca é un libro da non perdere

  • User Icon

    M.C.

    05/09/2016 09:13:13

    Un libro bellissimo, non posso credere di averlo tenuto per tanto tempo sullo scaffale prima di decidermi a leggerlo. Credevo fosse un saggio, da mettersi a studiare, invece è narrato in prima persona e racconta degli incontri e delle ricerche di Anna Funder, che cerca di capire come sia stato possibile vivere all'ombra di un muro che spaccava il paese e le vite, e come ci si senta ora che quel muro è caduto e in teoria tutto dovrebbe andar bene. Cerca di capirlo dai testimoni dell'epoca, che in alcuni casi sembrano però dover ringraziare lei per aver avuto la possibilità di parlare, di sfogarsi, di vedere le cose da un punto di vista altro, non interessato ai cimeli finiti troppo presto sotto vetro in qualche museo, al business che si è creato intorno ai presunti pezzi di muro, ma interessato all'uomo, all'interiorità. L'interiorità di coloro che la Stasi aveva cercato in ogni modo di controllare e punire, ma anche di quelli che la Stasi l'hanno fatta funzionare e che, spesso, la rimpiangono.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione