Cadavere per signora di Mario Mattoli - DVD

Cadavere per signora

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Mario Mattoli
Paese: Italia
Anno: 1964
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 7,19

€ 8,99
(-20%)

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 5,74 €)

Quattro amiche strettamente legate fin dall'infanzia cercano di aiutare una di loro a liberarsi di un ricattatore. Ma l'uomo viene trovato morto e il quartetto farà di tutto per nascondere il cadavere e salvare la reputazione.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Medusa Home Entertainment, 2015
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: speciale: "Il complotto del cadavere per signora"; speciale: "Buzzanca Story cap IV"; trailers
  • Sylva Koscina Cover

    Attrice italiana di origine croata. Trasferitasi in Italia nell'immediato dopoguerra, viene notata da P. Germi che la fa esordire in Il ferroviere (1955). Volto affilato su un corpo prosperoso, quasi una pin-up nostrana, interpreta negli anni '50 e '60 la parte dell'ingenua procace o della fatalona, assurgendo a icona divistica in Il vigile (1960) di L. Zampa. Impiegata quasi sempre in commedie, si rivela anche dotata di buone doti drammatiche in Giulietta degli spiriti (1965) di F. Fellini, in cui interpreta la sorella della protagonista. Negli anni '70 le sue fortune cinematografiche cominciano a declinare, ma la televisione le offre spazi anche nel decennio successivo. Approfondisci
  • Sergio Fantoni Cover

    Attore italiano. Affermatosi in teatro, intraprende la carriera cinematografica stentando tuttavia a trovare parti che gli consentano di esibire il proprio talento. Sostiene soprattutto ruoli di bel gentiluomo in Paolo e Francesca (1950) di R. Matarazzo, Senso (1954) di L. Visconti e I delfini (1960) di F. Maselli. Tiro al piccione (1961) di G. Montaldo gli offre l’occasione di incarnare un personaggio dai tratti meno affabili ma più convincenti. Si trasferisce per un certo periodo anche a Hollywood, dove consegue un discreto successo: da ricordare almeno Il colonnello von Ryan (1965) di M. Robson accanto a F. Sinatra e T. Howard e Papà, ma che cosa hai fatto in guerra? (1966) di B. Edwards. Partecipa anche alle riprese dell’ultimo film di J. Duvivier (Diabolicamente tua, 1967) e nel 1987... Approfondisci
Note legali