La caduta dell'impero romano

Giorgio Ravegnani

Editore: Il Mulino
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 27 settembre 2012
Pagine: 183 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788815239402

90° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Storia e archeologia - Storia - Storia militare

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
L'arrivo dei Visigoti nel 376 segnò l'inizio dell'agonia dell'impero romano. Altre orde di barbari dilagarono poi in Gallia e altrove: nell'impossibilità di respingerli, Roma fu costretta a cedere sempre più terreno. Nonostante l'energia dispiegata dagli ultimi grandi generali di Roma, come Stilicone, Costanzo ed Ezio, alla metà del V secolo il territorio sotto il dominio imperiale era ridotto a poca cosa, con la perdita di gran parte delle province. Nel 476 il barbaro Odoacre depose l'ultimo sovrano, Romolo Augustolo, mettendo così fine alla successione imperiale in Occidente.

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 10 gg

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Andrea

    23/11/2012 17:52:23

    Ottimo testo. I libri sull'argomento sono molti, ma questo saggio ha il pregio di fornire un resoconto chiaro del succedersi degli avvenimenti del Tardo Impero, spesso assai intricati e poco noti. Una prosa piacevole ma rigorosa accompagna le spiegazioni e le notazioni critiche, che fanno di questo libro di Ravegnani un buonissimo "primo passo" per chi voglia approcciare uno dei temi più appassionanti della storiografia: la caduta dell'Impero Romano.

Scrivi una recensione