Il caffè dei piccoli miracoli

Nicolas Barreau

Traduttore: M. Pesetti
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 14 settembre 2017
Pagine: 236 p., Brossura
  • EAN: 9788807032561
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,10

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marta

    05/06/2018 08:52:52

    Ho letto tutti i suoi libri e se non posso certamente affermare che Barreau sia un pilastro della letteratura francese contemporanea, posso almeno riconoscere che ha scritto romanzi piacevoli ed emotivamente coinvolgenti. Per l'ambientazione, sono di parte, essendo amante viscerale di Parigi e delle sue meraviglie. Questa volta, però, ho trovato il suo ultimo libro davvero inverosimile. Naturalmente ogni racconto è frutto dell'immaginazione, ma credo che non si dovrebbe mai perdere di vista appunto la possibile realtà delle cose. Una ragazza giovane che pur essendo solo assistente di un professore vive da sola in un appartamento a Parigi, che viaggia in prima classe in TGV, che affitta un appartamento a Venezia per una settimana e si concede pranzi e cene in ristoranti in pieno centro città ogni giorno. Ma quanti soldi ha? Certo, ha l'eredità dei genitori scomparsi in un tragico incidente e non è un'assistente di un professore di un'università italiana (spesso neanche vengono retribuiti), però insomma... Inoltre a Venezia accadono varie coincidenze altrettanto inverosimili ed eventi anche abbastanza banali. Nella sua totalità non mi è dispiaciuto e rimane pur sempre un'aura di magia e di sogno fino alla fine, compresa una certa commozione durante le ultime pagine. Però non so, direi che tra tutti, questo è il romanzo meno riuscito. Assegno tre stelle, solo perchè due e mezza non si può e per una questione di "affetto" nei suoi confronti.

  • User Icon

    Chiara

    29/05/2018 16:16:48

    Ho letto tutti gli altri libri dello stesso autore: gradevoli e leggeri. Questo è stato una totale delusione, sembra quasi che a scriverlo sia stata una persona diversa ... non sono riuscita a terminarlo tanto trovavo irritante lo stile.

  • User Icon

    abookforadream.blogspot

    15/05/2018 18:54:03

    "Il caffè dei piccoli miracoli" è una dolce storia d'amore, che si sviluppa attraverso due delle città più romantiche del mondo: Parigi e Venezia. Nelly Delacourt è una giovane dottoranda in filosofia alla Sorbonne di Parigi, che vive con un amore segreto nel cuore. Il destinatario è il professore di filosofia del suo corso e tutor del suo tirocinio, Daniel Beauchamps. Poco fiduciosa verso l'amore e volendo scoprire chi aveva tanto amato la giovane Claire, prima del marito, Nelly resta incantata dalla bellezza della laguna. Un luogo magico, dove ogni calle e campiello sono dei piccoli gioielli da preservare e dove un simpatico Veneziano, Valentino, viene colpito dalla freccia scoccata dal furbo Cupido.

  • User Icon

    Barbara

    17/03/2018 14:28:34

    Banalotto... un libro che va via senza emozioni... infarcito di fastidiosi stereotipi italiani: mancava giusto il suonatore di mandolino! Me lo hanno regalato, ma non lo comprerei.

  • User Icon

    Diana

    15/03/2018 11:52:30

    Libro romantico ma piuttosto prevedibile, consigliato soprattutto a chi si vuol distrarre un po’ e ritrovarsi col sorriso. Ho trovato un po’ irrealistica la storia della ragazza che si innamora del professore e aspetta, aspetta che lui la noti.

  • User Icon

    ewa

    22/01/2018 15:49:44

    semplice romanzo. Ho apprezzato molto la descrizione psicologica dei principali personaggi

  • User Icon

    Laura

    15/01/2018 09:38:52

    Barreau, esperto di romanzi che toccano le corde del cuore, fa centro un’altra volta, con una storia che si snoda fra le due città più romantiche al mondo: Parigi e Venezia. Nelly fugge da Parigi e da un amore impossibile per il professore che le ha spezzato il cuore, senza nemmeno saperlo, e approda tra calli e ponti per cercare di dimenticarlo. La scelta di Venezia è dovuta ad un libro trovato per caso e appartenuto a sua nonna, con la scritta “Omnia vincit amor”, la stessa incisa nell’anello che porta al dito. La sua segreta speranza è che, forse, nel rimettere a posto i cocci della sua vita, riuscirà anche a scoprire qualcosa di più sul passato della donna che l’ha cresciuta. E lì tra incontri e scontri, scoperte e misteri dipanerà il mistero e riscoprirà l’amore, anche grazie ad un volo in mongolfiera. Come quasi tutti i libri dell’autore non è un capolavoro, ma ha la capacità di far sognare e di farlo con leggerezza. Piacevole

  • User Icon

    Barbara Quadri

    14/01/2018 17:31:36

    Regalatomi da una persona cara per il mio onomastico e nonostante adorassi l'autore che seguo fin dal suo primo libro il caffè dei piccoli miracoli mi ha lasciato comunque di stucco per un semplice motivo: La storia è leggera ma mai banale, sa affrontare con allegria un tema com la morte di una persona cara. In più mi ritrovo nel personaggio principale ovvero Eleonora: Lenta e riflessiva proprio come me! Consigliatissimo

  • User Icon

    Paola

    28/12/2017 18:10:34

    L'ho trovato banale, stucchevole e pretenzioso, anche di scorrevole lettura. Non ho letto altro di Barreau e non credo che lo farò, ma visto il successo che ha, spero che gli altri romanzi siano migliori di questo.

  • User Icon

    Egome

    02/12/2017 09:34:26

    Storia carina, delicata che segue il filone classico ('commedia sentimentale') che caratterizza i racconti di Barreau. Nelly, la protagonista innamorata del suo professore di filosofia ( Daniel Bauchamps), che però si innamora di un'altra assistente italiana e lascia Parigi per seguirla a Bologna dove lei ha la famiglia; la nonna di Nelly, Claire, che ha la sua prima travolgente storia d'amore a Venezia, finita bruscamente e malinconicamente per il rifiuto paterno di accettarla, ma immortalata in una scritta ('omnia vincit amor') presente su un vecchio romanzo (peraltro esistito nella realtà e oggi praticamente introvabile ...) trovato da Nelly nella casa della nonna. Da qui , dalla curiosità e dallo sconforto di Nelly per il mancato amore per il 'suo' professore parte la vicenda che condurrà Nelly a Venezia ove per una serie di circostanze (un po' artatamente fatte convergere dall'autore ...) troverà la sua storia d'amore con l'esuberante Valentino Sartori. Il tutto nello scenario di una Venezia invernale e di un piccolo bar (Il settimo cielo) che aiuterà a dipanare i segreti della storia d'amore di nonna Claire e farà da incubatore della storia d'amore di Nelly con Valentino, emergendone diverse analogie fra le due vicende. Sullo sfondo altri personaggi ( la cugina, il giovane americano, gli amici di Valentino) che però non destano particolari attenzioni da parte del lettore. Tutto sommato una lettura rilassante, con un finale vagamente scontato. Alcuni utili suggerimenti artistico-culturali su Venezia e su vari autori (scrittori, filosofi, pittori) che stimolano la curiosità del lettore.

  • User Icon

    Ritochka

    27/11/2017 06:36:46

    Romanzetto romantico ma non melenso. Si parte da Parigi e si arriva a Venezia. Lieto fine assicurato non prima di qualche "colpo di scena". Qua e là, qualche stereotipo sull'italiano sempre in ritardo e rubacuori. Lettura gradevole.

  • User Icon

    Matutteame

    30/10/2017 21:38:10

    Se devo essere sincera mi aspettavo qualcosa di più da questo libro, ma comunque la storia è carina e si legge con piacere. La protagonista è Nelly, specializzanda parigina con la fobia del volo, e nonostante sia segretamente innamorata del suo professore decide di non seguirlo ad un seminario proprio per non prendere l'aereo. Peccato che quando torna il professore non è più lo stesso. Dopo la delusione in amore Nelly decide di sistemare la casa dove vive, e magari anche la sua vita, ma ripulendo si imbatte nei ricordi dell'amata nonna scomparsa da alcuni anni, e sfogliando un libro che rimanda a Venezia trova la dedica "Omnia Vincit Amor " . Non è un caso che la stessa scritta è anche incisa sull'anello che proprio la nonna le ha regalato e da cui non si separa mai. Nelly, per dimenticare le pene d'amore e soprattutto per capire la provenienza di quel libro decide di andare a Venezia. Siamo in bassa stagione e quindi Venezia non ha molti turisti, e Nelly si perde tra le calle veneziane dove ritrova un po' di serenità, ma si scontra anche con Valentino, un ragazzo veneziano che da quando la incontra non si stacca più da lei, ma Nelly sa che i ragazzi belli sono pericolosi, e Valentino è molto bello, e nel suo cuore non c'è spazio per altre persone se non per essere suo amico. Alcuni degli incontri tra i due sono molto divertenti, ma lascio a voi scoprirli leggendo il libro. Passeggiando senza meta per Venezia Nelly si ritrova davanti ad un locale chiamato " Settimo Cielo ", che sembra fare riferimento proprio alla dedica sul libro della nonna, e con sorpresa scopre che il locale è gestito dal padre e dal nonno di Valentino. Nelly crede molto nei segni rivelatori, e questo è davvero grande. Sa che il locale è legato alla storia della nonna, ed anche lei, fin dalla prima volta che ci ha messo piede, ne è rimasta attratta... CONTINUA SUL BLOG DI MATUTTEAME

  • User Icon

    la libraia della valle

    15/09/2017 09:08:53

    WOW, un nuovo libro di Barreau! spero sia come quelli precedenti: romantico e divertente, parigino e affascinante, unico nel suo genere!

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione