Caino Lanferti. Una storia di Marsiglia

Clemente Tafuri

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2003
Pagine: 177 p., Brossura
  • EAN: 9788806163631
Usato su Libraccio.it - € 4,59

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Tullia

    05/02/2006 11:05:36

    Il libro è bellissimo, bella la storia, scritto superbamente. Tafuri è un grande. Leggerò al più presto la sua seconda opera. Bravo veramente.

  • User Icon

    TOTO'

    25/11/2005 12:59:48

    questo tafuri clemente è il mio prof d psicologia, è una persona eccezionale il libro è uno spettacolo, merita... ragazzi leggetelo è un consiglio d chi conosce l'autore...

  • User Icon

    luca

    16/02/2005 16:40:26

    Pienamente d'accordo con bukowski-fer. Ma non ha scritto altro? Il libro si fa leggere in un solo giorno e poi rimane la voglia di leggere altre cose. Grazie a Francesca, che me lo ha consigliato.

  • User Icon

    bukowsky/fer

    24/01/2005 18:20:22

    L'unico scrittore italiano in grado di ricordare degnamente il grande bukowski (simpatico l'omaggio che fa allo stesso bukowski chiamando popppy la cameriera, nome presente nel romanzo hollywood hollywood).

  • User Icon

    gianluca fioretti

    02/01/2005 01:46:43

    Ho letto questo libro durante le feste: ho riso e pianto insieme al protagonista. Un altro centro della banda di Stile Libero. Mi associo ai complimenti degli altri lettori.

  • User Icon

    Roberto

    28/08/2004 10:16:19

    Letto tutto d'un fiato. Ma adesso voglio un seguito... Ci sarà vero? Complimenti!!!!

  • User Icon

    federica

    26/07/2004 00:49:53

    Bello e struggente. Grazie.

  • User Icon

    Mauro

    17/07/2004 19:28:08

    Semplicemente orrendo. Ma questo Clemente è in grado di scrivere una frase che contenga più di 8 parole? Non credo!

  • User Icon

    Giancarlo Lizzani

    31/05/2004 02:14:14

    Un esordio strepitoso. Ma chi è questo Tafuri che a soli trent'anni riesce in una tale impresa? Non credo ci siano in circolazione libri così potenti. Una lezione di stile (e non solo) per i vari giallisti e noiristi italiani. Una Marsiglia ironica, spietata, dolorosa; una lettura senza soste, come non mi capitava da tempo. Con un finale da antologia. Aspetto con vero entusiasmo il prossimo romanzo.

  • User Icon

    Franco

    22/10/2003 09:35:01

    Cosa ci fa un "Dashell Hammett" a Genova ? Come fa a conoscere così bene Marsiglia ? Ha forse frequentato Izzo negli ultimi mesi di vita del famoso marsigliese ? Bene, bene: anche l'Italia ora ha uno scrittore hard boiled. Gioite e divorate il suo libro. Acerbo ma bello, duro, deciso, vero, teso. Tornerà Caino ?

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione