Il cammino del penitente

Susana Fortes

Traduttore: P. Spinato
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 10 ottobre 2013
Pagine: 286 p., Brossura
  • EAN: 9788850232673
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,86
Descrizione
Lois Castro è sconcertato. Lavora in polizia da molti, troppi anni, eppure non si è mai trovato di fronte a una scena simile: una ragazza giovanissima, nemmeno ventenne, barbaramente uccisa nella cattedrale di Santiago de Compostela. La vittima viene subito identificata come Patricia Palmer, studentessa di archeologia nonché appassionata attivista per la difesa dell'ambiente. In particolare, Patricia aveva partecipato a una manifestazione contro una grossa fabbrica della zona e la cosa le aveva procurato non pochi nemici. Ma perché assassinarla? E perché farlo in uno dei luoghi più sacri del mondo? Laura Màrquez è al colmo della gioia. Il direttore del giornale per cui collabora l'ha finalmente incaricata di occuparsi di un caso vero: la sparizione di un manoscritto dalla biblioteca dell'università di Santiago. Messi da parte i bollettini del traffico e i necrologi, Laura si getta a capofitto nel suo primo lavoro sul campo, anche perché ha la netta sensazione che, dietro quel furto, si nasconda una storia ben più interessante: quella stessa mattina, infatti, l'arcivescovo ha diramato un appello per esortare il ladro a restituire l'antichissimo testo. E, poco dopo, i sospetti di Laura trovano una drammatica conferma: l'ultima persona ad aver consultato quelle carte è stata Patricia Palmer, la ragazza uccisa nella cattedrale...

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Vincenzo

    18/08/2015 19:58:15

    Non capisco come si possa passare da un giudizio negativo ad uno positivo!Chi non ama il genere puo' fare a meno di leggere questo tipo di libri e non dare pareri assurdi, senza rispettare il lavoro che c'e' dietro lo scrivere un libro!

  • User Icon

    antopino

    04/03/2015 18:27:24

    libro veramente mediocre...ho voluto dare un'altra possibilità alla scrittrice che in quattrocento è stato un vero pugno nello stomaco.non lo consiglio a nessuno veramente brutto

  • User Icon

    AndreaSereSara

    15/03/2013 11:09:54

    D'accordissimo con Vittorio. Sono rimasto piuttosto deluso..non avevo mai letto nulla di questa autrice, ma la storia è davvero troppo semplice e banale. Non mi sembrava quasi vero che il libro finisse così.. Non lo consiglierei ad altri.

  • User Icon

    Vittorio

    04/10/2012 16:18:12

    Deludente..storia semplicissima, con un finale scontato. Non ho letto 400 e dopo aver letto questo non lo leggero' di sicuro... Adatto per chi soffre di insonnia....

  • User Icon

    Fabrizio

    24/06/2012 20:05:30

    Libro piacevole e scorrevole. Non Male.

  • User Icon

    Manrico

    22/06/2012 16:46:37

    Ho appena terminato di leggere il libro.mi e' piaciuto tantissimo,Sia la storia che l'ambientazione.sono stato a Santiago di Compostela con approccio laico ed ho visto. Al cattedrale e i luoghi famosi della Galizia. Il libro mia proiettato nuovamente nei luoghi di Finis Terrae con quella magia chepuoi trovare solamente in questi luoghi d fate . I personaggi sono in sintonia con l'atmosfera dei luoghi e la storia rispecchia quanto ho letto sui galiziani e sulla loro regione. Unico problema. Dovete andare in Galizia e a Santiogo de Compostela !!!!!

  • User Icon

    julie93

    26/05/2012 19:27:15

    Una delusione. Dopo "quattrocento" ero entusiasta di leggere questo nuovo libro e le premesse c'erano tutte, ma non mi è piaciuto per niente. L'ho trovato banale e noioso. I personaggi stereotipati e privi di spessore e anche se l'intrigo lascia spazio ad un po' di suspence la risoluzione finale ha fatto crollare tutto. Quello che doveva essere un thriller a sfondo religioso si è rivelato una brutta copia dei romanzi di Dan Brown (che già non sono proprio il massimo...)A rendere snervante la lettura, a mio parere, sono state anche le continue citazioni inserite, spesso a sproposito, dall'autrice. Un vero peccato, perchè "quattrocento" mi era piaciuto molto.

  • User Icon

    BARBARA

    11/05/2012 19:09:19

    ho comprato questo libro per curiosità,dopo aver letto "QUATTROCENTO" e devo dire che ne sono rimasta affascinata e stregata.non riuscivo a smettere di leggere,e dopo un giorno l'ho terminato.ve lo consiglio!!!!

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione