La campana sommersa (DVD) - DVD

La campana sommersa (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: DVD

€ 29,90

Punti Premium: 30

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Regia di Pier Francesco Maestrini.
Un dramma simbolista su un tema soprannaturale, intriso di bellezza, mistero, presagio e orchestrato con la sontuosità romantica della trilogia dei suoi poemi sinfonici romani. Settimo dei dieci lavori scritti per il teatro d’opera, il tema della Campana sommersa è stato a lungo accarezzato da Maurice Ravel, che tra il 1906 e il 1912 aveva posto le basi per “La cloche engloutie” e forse anche Manuel De Falla coltivò l’idea per “La campana sumergida”. Ma questi progetti non furono portati a termine. Il poema di Hauptmann era stato però già messo in musica dal compositore tedesco Heinrich Zöllner con lo stesso titolo, “Die versunkene Glocke”. L’opera in cinque atti debuttò a Berlino nel 1899, ma il suo successo non durò a lungo. Hauptmann dunque concesse senza remore il suo poema a Respighi, il quale, dopo il “dubbio successo” del suo “Belfagor” alla Scala, era ancora più intenzionato a tentare nuove vie. Il suo trionfo alla Metropolitan Opera di New York nel 1928 fu ripetuto al Teatro alla Scala; questa produzione più recente del Teatro Lirico di Cagliari, distintosi per la messa in scena di rarità, è stata molto acclamata. Il tenore Angelo Vilari “mostra la totale padronanza di ogni difficoltà nella scrittura vocale di Respighi” (L'ape musicale); il soprano Maria Luigia Borsi ha già registrato una raccolta di arie italiane NAX 573412, di Gramophone ha lodato il fascino dell’interpretazione e la grande intensità drammatica.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Produzione: Naxos, 2018
  • Distribuzione: Ducale Music
  • Ottorino Respighi Cover

    Compositore. Appartenente a una famiglia di musicisti, frequentò il liceo musicale di Bologna, dove fu allievo di L. Torchi e di G. Martucci. Da quest'ultimo gli venne l'interesse per le forme sinfoniche e cameristiche, elaborate dai romantici tedeschi e sino allora poco praticate in Italia. Dopo aver conseguito il diploma in violino, R. operò prima in Russia, poi in Germania: studiò a Pietroburgo con Rimskij-Korsakov, da cui derivò la tendenza al descrittivismo e l'abilità nel trattamento dell'orchestra. Nel 1913 iniziò il suo insegnamento nel conservatorio di Santa Cecilia, a cui restò legato fino al 1926. In questo periodo, abbandonata la strada del melodramma con cui aveva iniziato la sua carriera di compositore, egli si dedicò alla creazione dei poemi sinfonici che gli diedero la celebrità:... Approfondisci
  • Donato Renzetti Cover

    Direttore d'orchestra. Dapprima percussionista nell'orchestra del Teatro alla Scala, studiò direzione d'orchestra con M. Gusella e F. Ferrara, e vinse nel 1980 il concorso Cantelli. Ha esordito alla Scala e all'Arena di Verona nel 1981, a Parigi e a New York nel 1982. È stato direttore ospite di molte importanti orchestre italiane e straniere. Dal 1986 è direttore stabile dell'Orchestra regionale Toscana. Approfondisci
Note legali