Traduttore: L. Grandi
Editore: TEA
Collana: TEA biblioteca
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 17 marzo 2016
Pagine: 251 p., Brossura
  • EAN: 9788850227914
Disponibile anche in altri formati:

€ 5,00

Venduto e spedito da Doctorbook srl

Solo 3 copie disponibili

+ 4,25 € Spese di spedizione

Disponibile in 10 gg lavorativi

Quantità:

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    la libraia della valle

    07/11/2017 10:43:40

    Una storia "utile" più che un romanzo importante. Ma comunque un buon libro.

  • User Icon

    nico

    04/11/2017 10:20:02

    immensa perdita di tempo, "straordinario" come scrive il Daily Telegraph sì, ma per bruttezza "divertentissimo" come annuncerebbe THe Guardian assolutamente no, non provoca nemmeno un sorriso, NON compratelo assolutamente, è uno schifo di libro

  • User Icon

    nicola

    29/06/2011 09:51:50

    Una riuscita metafora sulla depressione. Le vicende umane di Winston Churchill, di una bibliotecaria e delle loro rispettive famiglie si incrociano alla vigilia delle dimissioni del celebre politico e statista inglese. In esse la presenza di un cane nero, un vero cane, visibile solo agli occhi degli interessati segnala la presenza di una sindrome depressiva. L'uso del registro comico e grottesco, uno stile narrativo semplice ma raffinato, la sapiente calibratura della trama fanno di questo romanzo un piccolo capolavoro, capace di divertire, appassionare e commuovere il lettore. Un'altra prova che a scrivere di sentimenti e nello scavo psicologico dei personaggi, oggi, le donne scrittrici sono del tutto impareggiabili.

  • User Icon

    claudia

    04/06/2011 20:41:42

    Mi aveva molto intrigato la trama del libro: un tema scottante e scomodo, come la depressione, trattato un modo particolare. La prima parte è scorrevole, ma poi non sono riuscita a finirlo. La storia è troppo lenta, eccessivamente statica. Il clima è grigio. Onestamente non ci ho visto molto umorismo ( a parte la trovata del cane nero, come metafora della depressione).

  • User Icon

    paola augusta estella

    10/04/2011 13:36:10

    Il tema è scottante:la depressione psichica!Wiston Churchill alla fine del suo mandato,sua figlia Diana..e il cane nero!Il cane nero si appoggia al torace invade,consuma,opprime,svuota con la sua presenza crudele,l'ironia dissacrante dei suoi commenti che sviliscono come una seconda coscienza malevola!La dipendenza che produce è quasi un amore totale che solo l'amore vero,la pazienza di Clementina moglie di Churchill,e la volontà di quest'ultimo ,il raccogliersi in "forze " potrà liberarlo dal cane nero...Quasi una metafora , un manuale anglosassone di sopravvivenza

  • User Icon

    letizia

    04/04/2011 19:16:53

    Sono d'accordo con Daniela sul fatto che non è un capolavoro come libro. Per di più a me, pur essendo scritto in maniera semplice, è risultato molto difficile iniziarlo e finirlo per la sua lentezza. Ha trattato un argomento che secondo me nella società di oggi sta dilagando viste le problematiche che dobbiamo affrontare quotidianamente. Credo tutti ci siamo sentiti affiancare almeno una volta dal cane nero in questione....tutto sta nell'avere la forza di reagire e allontanarlo da noi. Devo dire la verità, l'idea era buonissima ma la scrittrice avrebbe potuto svilupparlo molto meglio questo libro. Speriamo in un miglioramento per i prossimi libri.

  • User Icon

    MissRanina

    15/02/2011 09:55:36

    è incredibile come con questo libro la Hunt sia riuscita a raccontare di un problema tanto comune come la depressione con una tale originalità. Bella scrittura, a tratti surreale, riesce a divertire, angosciare e far sorridere. Consigliatissimo e complimenti alla Hunt per questo grande esordio.

  • User Icon

    Daniela

    11/02/2011 18:57:06

    Si legge molto facilmente, è scritto bene, ma non è certo un capolavoro

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione