DISPONIBILITA' IMMEDIATA

Il canto di Cherubino

Carlo Villa

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 21 ottobre 2016
Pagine: 158 p., Brossura
  • EAN: 9788860323859
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 6,48

€ 12,00

Punti Premium: 6

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Cherubino è un uomo fatalmente attratto più che dalla donna, dalla femminilità, da quella parte mancante di sé che lo conduce in un abisso che solo l'incontro con la creatura in grado di incarnare questo ideale può colmare, benché per brevi e illusori attimi. Ma ogni donna raggiunta rivela e conferma al protagonista la miseria e la sterilità di un'umanità incapace di andare oltre ipocriti valori e false pudicizie. La stessa moglie, donna mai davvero amata, si rivela meschina e implacabile nella sua vendetta nei confronti di un uomo che non ama e non può amare altro all'infuori dell'idea che dimora nella sua mente. Il romanzo si dipana attraverso capitoli velocissimi, fugaci come gli amori e le avventure che raccontano, intervallati da sommarietti, motti e componimenti che - a corredo del testo principale ben disegnano il contrasto tra il lirismo dell'idea e la prosaicità del reale che impedisce un riposo, una sazietà e un godimento liberi da preconcetti e costrizioni.
  • Carlo Villa Cover

    (Roma 1931) scrittore italiano. È autore di romanzi di beffarda ironia sui miti e le convenzioni borghesi (La nausea media, 1964; Deposito celeste, 1967; I sensi lunghi, 1970; L’isola in bottiglia, 1978; Mandrake arcivescovo di Salem, 1982, il giallo Morte per lucro, 1988; Pan di patata, 1995; Sorpassi, 1997), Dripping (2007) e di poesie di vena surreale (Il privilegio di essere vivi, 1962; Siamo esseri antichi, 1964; Gorba, 1971; La maestà delle finte, 1977; Nell’infanzia del dettato, 1981; Corpo a cuore, 1985; Simboli eroici, 1993). Caro, dolce nessuno (2003) è un diario amaro in cui muovendo dalle vicende politiche e dal vissuto quotidiano, traccia un bilancio della propria esperienza intellettuale e civile. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali