Carmen (Cantata in tedesco - Selezione) - CD Audio di Georges Bizet

Carmen (Cantata in tedesco - Selezione)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Georges Bizet
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Berlin Classics
Data di pubblicazione: 29 settembre 2006
  • EAN: 0782124203023

€ 16,60

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Disco 1
1
Hoff, Renate - Carmen (Oper In 4 Akten) (Querschni
2
(Einleitung)
3
Habanera: Ja, Die Liebe Hat Bunte Fluegel
4
Duett: Wie? Du Kommst Von Der Mutter? - Ich Seh' D
5
Duett: Draussen Am Wall Von Sevilla - Jetzt Schwei
6
Zigeunerlied: Was Ist Zigeuners Hochste Lust?
7
Lied Des Escamillo: Euren Toast Kann Ich Wohl Erwi
8
Quintett: Ich Hab' Ein Geschaeft Vorzuschlagen
9
Blumenarie: Hier, An Dem Herzen Treu Geborgen
10
Rezitativ & Arie: Hier In Der Felsenschlucht - Ich
11
(Zwischenspiel)
12
Marsch: Ha, Sie Naht! Es Ist Die Quadrilla!
13
Duett: Du Bist'S? Ich Bin'S!
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Georges Bizet Cover

    Compositore francese. Nato in una famiglia di musicisti, cominciò a studiare solfeggio all'età di quattro anni col padre Adolfo, professore di canto e modesto compositore. A nove anni fu allievo di A.F. Marmontel; nel 1848 entrò al conservatorio di Parigi, dove studiò composizione e fuga con P.J. Zimmermann. Questi veniva spesso sostituito da Gounod, il cui influsso è avvertibile nelle parti melodiche delle opere di B., non esclusa la Carmen. Dopo la morte di Zimmermann (1853), B. fu allievo di J. Halévy, del quale sposò poi la figlia. I suoi primi lavori gli valsero alcuni premi: l'«Offenbach» nel 1856, il «Prix de Rome» nel 1857. Dal 1857 al 1860 fu a Roma, dove scrisse l'opera buffa Don Procopio , di evidente ispirazione italiana. Il soggiorno italiano esercitò su B. una profonda influenza,... Approfondisci
Note legali