copertina

Carmen (Japanese Limited Edition)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Georges Bizet
Direttore: Ernest Ansermet
Supporto: SHM-CD
Numero supporti: 1
Etichetta: Decca
Data di pubblicazione: 8 ottobre 2008
  • EAN: 4988005529701

€ 47,90

Punti Premium: 48

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Georges Bizet Cover

    Compositore francese. Nato in una famiglia di musicisti, cominciò a studiare solfeggio all'età di quattro anni col padre Adolfo, professore di canto e modesto compositore. A nove anni fu allievo di A.F. Marmontel; nel 1848 entrò al conservatorio di Parigi, dove studiò composizione e fuga con P.J. Zimmermann. Questi veniva spesso sostituito da Gounod, il cui influsso è avvertibile nelle parti melodiche delle opere di B., non esclusa la Carmen. Dopo la morte di Zimmermann (1853), B. fu allievo di J. Halévy, del quale sposò poi la figlia. I suoi primi lavori gli valsero alcuni premi: l'«Offenbach» nel 1856, il «Prix de Rome» nel 1857. Dal 1857 al 1860 fu a Roma, dove scrisse l'opera buffa Don Procopio , di evidente ispirazione italiana. Il soggiorno italiano esercitò su B. una profonda influenza,... Approfondisci
  • Ernest Ansermet Cover

    Direttore d'orchestra svizzero. Professore di matematica e fisica all'università di Losanna (1906-12), si dedicò poi alla musica. Dal 1915 al 1923 diresse i Balletti russi di Diaghilev; nel 1918 fondò l'orchestra della Suisse Romande, che guidò fino al 1966. Interpretò soprattutto musica del '900 (Stravinskij, Debussy, Ravel, Bartók ecc.), cui dedicò anche saggi critici. Compendiò le sue concezioni musicali in Les fondements de la musique dans la conscience humaine (1963; nuova ed. ampliata postuma, 1987). Approfondisci
Note legali