Caro diario ti scrivo... - Patrizia Rinaldi,Nadia Terranova - copertina

Caro diario ti scrivo...

Patrizia Rinaldi,Nadia Terranova

0 recensioni
Scrivi una recensione
Editore: Sonda
Collana: Ragazze come te
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 11 marzo 2011
Pagine: 111 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788871066172
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,26

€ 10,90
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dodici anni: l'età giusta per scrivere un diario. Ma dietro la voglia di farsi compagnia con carta e penna può già nascondersi un talento? Ecco com'è andata ad alcune scrittrici quando avevano la tua età. Da ragazzina Matilde Serao soffriva per amore. Da grande fu la prima donna italiana a dirigere un quotidiano. Beatrix Potter crebbe con le baby-sitter perché i suoi genitori non avevano tempo per lei. A ventisette anni cominciò a inventare fiabe bellissime. Anna Maria Ortese ripetè una classe. Diventò una delle più grandi autrici del ventesimo secolo. Emily Dickinson sbagliava l'ortografia. Le sue poesie sono famose in tutto il mondo. Silvina Ocampo si sentiva brutta. Non solo sposò uno scrittore, ma un altro scrittore disse che in quella coppia il vero genio era lei. Jane Austen non sapeva come ribellarsi al conformismo. Lo scoprì scrivendo i suoi libri. Età di lettura: da 11 anni.
Molti i libri pubblicati di recente dedicati ai bambini e ai ragazzi che scrivono. Con il suo Da piccolino caddi in una pagina (Artebambini, 2011) Antonio Ferrara esplora il mondo delle emozioni legate alla scrittura che, proprio nell'adolescenza, esplode in tutta la sua urgenza come controcanto dell'immaginario a un reale che non ci rispecchia più. Non un caso, quindi, tanta produzione young adults in forma di diario e Caro diario ti scrivo…è uno degli esempi più originali. Si tratta di un volume dove le autrici immaginano sei scrittrici dodicenni raccontarsi nell'attimo in cui sono state catturate dalla fascinazione della scrittura. A volte con un ricalco di stile più marcato, a volte meno, "parlano" Beatrix Potter, Matilde Serao, Anna Maria Ortese, Emily Dickinson, Silvinia Ocampo, Jane Austen. Non sempre i fatti citati sono realmente accaduti, ma non è questo il punto: la forza del libro sta anche nel farsi veicolo ai giovani lettori di quegli autori considerati per grandi e da sempre poco proposti ai ragazzi che scontano un gap culturale forse per mancanza dei mediatori giusti. Scopriamo così il legame profondissimo tra Jane Austen – che volle diventare scrittrice ma non personaggio di fama e firmò le sue opere con By a Lady – e la sorella Cassandra, la timidissima Emily Dickinson che a venticinque anni decise di non uscire più dalla sua stanza, la precoce profondità di Anna Maria Ortese, la vivacità linguistica e il temperamento volitivo di Matilde Serao (il "suo" racconto è quello con maggior forza espressiva), fondatrice del "Mattino" di Napoli poi del "Giorno", ammaliata da quell'"odore di carta stampata, che punta i piedi, che poi chiede inchiostro, come vino". Elena Baroncini
  • Patrizia Rinaldi Cover

    Patrizia Rinaldi è un'autrice italiana nata a Napoli nel 1960. È laureata in filosofia e si è specializzata in scrittura teatrale. Dal 2010 partecipa a progetti letterari presso l'Istituto penale minorile di Nisida. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo la graphic novel Adesso scappa (Sinnos 2014), Federico il pazzo, vincitore del premio Leggimi Forte 2015 e finalista al premio Andersen 2015 (Sinnos 2014), Mare giallo (Sinnos 2012), Rock sentimentale (El 2011), Piano Forte (Sinnos 2009). Per E/O Edizioni ha pubblicato, inoltre, Tre, numero imperfetto (2012), Blanca (2013), Rosso caldo (2014) e Ma già prima di giugno (2015) Approfondisci
  • Nadia Terranova Cover

    Nadia Terranova è nata a Messina nel 1978 e vive a Roma. Ha pubblicato cinque libri per ragazzi tra cui Bruno il bambino che imparò a volare (Orecchio acerbo, 2012, illustrazioni di Ofra Amit, premio Napoli, premio Laura Orvieto), dedicato alla vita dello scrittore ebreo polacco Bruno Schulz, e Le nuvole per terra (Einaudi Ragazzi, 2015), un racconto di formazione sentimentale per preadolescenti e genitori. Ha esordito nel romanzo nel 2015 con Gli anni al contrario, storia d'amore di due ragazzi tra il 1977 e il 1989, definito da Roberto Saviano uno dei libri del 2015 e vincitore dei premi Bagutta Opera Prima, Brancati, Fiesole, Grotte della Gurfa. Collabora con diverse riviste. È tradotta in Francia, Spagna, Messico, Polonia e Lituania. Approfondisci
Note legali