Caro Michele

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1976
Supporto: DVD
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

A causa della propria fervente attività politica nel 1968, uno studente deve scappare a Londra; dall'Inghilterra comincia a scrivere alla madre ed alle sorelle, un giorno però non arrivano più lettere e le autorità inglesi comunicano che lo hanno trovato morto.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Clelia

    04/11/2018 23:29:14

    Film tratto dall'omonimo romanzo di Natalia Ginzburg che merita, così come il libro, di essere conosciuto. Una straordinaria Mariangela Melato interpreta una donna "randagia", Mara, nella società italiana degli anni '70.

1977 - David di Donatello - Miglior attrice - Melato Mariangela

  • Produzione: Medusa Home Entertainment, 2013
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 104 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Mario Monicelli Cover

    Regista italiano. Dopo aver realizzato nel 1935, con il cugino Alberto Mondadori, un mediometraggio (I ragazzi della via Paal) ed essere stato aiuto-regista e sceneggiatore, affronta la regia nel 1949, dirigendo con Steno otto film di prevalente intonazione comica e con un eccellente Totò (tra cui Vita da cani, 1950, e Guardie e ladri, 1951). Dal 1954 lavora da solo (Proibito, melodramma sociale da un romanzo di G. Deledda), alternando film drammatici a film comici, quasi sempre legati a temi di critica sociale. Dopo Totò e Carolina (1955), dirige la coppia A. Sordi-F. Valeri nel satirico Un eroe dei nostri tempi (1955), lancia E. Martinelli nella commedia rosa Donatella (1956) e anticipa la commedia all'italiana, rivelando le doti comiche di V. Gassman con I soliti ignoti (1958). Leone d'oro... Approfondisci
  • Mariangela Melato Cover

    Attrice italiana. Studentessa di pittura all’Accademia di Brera, disegna manifesti e lavora come vetrinista per pagarsi i corsi di recitazione. Già molto attiva a teatro, protagonista fra gli altri di Orlando furioso di L. Ronconi, diventato film nel 1974, si fa notare sul grande schermo in La classe operaia va in paradiso (1971) di E. Petri. L’anno successivo conquista il pubblico con il ruolo dell’amante di G. Giannini in Mimì metallurgico ferito nell’onore (1972) di L. Wertmüller. Il collaudato trio si ricompone più volte, per es. per Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto (1974), nel quale M. è un’arrogante milanese ricca e snob, che maltratta un rozzo marinaio. Attrice elegante e raffinata sul palcoscenico, versatile davanti alla mdp, M. dimostra di poter interpretare... Approfondisci
  • Delphine Seyrig Cover

    Attrice libanese. Nata da genitori alsaziani, si trasferisce sin da piccola in Francia, dove a vent'anni si iscrive a una scuola di recitazione. Lavora per qualche anno in teatro, poi nel 1956 si trasferisce a New York per studiare all'Actor's Studio di L. Strasberg, lavorando contemporaneamente per il teatro e la televisione. Esordisce come attrice cinematografica nel film d'avanguardia Pull My Daisy (Strappa la mia margherita, 1958) di R. Frank e A. Leslie, scritto da J. Kerouac. Tornata in Francia, ottiene il ruolo di protagonista, accanto a G. Albertazzi, in L'anno scorso a Marienbad (1961) di A. Resnais, che la vuole anche in Muriel, il tempo di un ritorno (1963), per cui viene premiata a Venezia come migliore attrice. Negli anni successivi lavora con J. Losey in L'incidente (1967) e... Approfondisci
Note legali