Curatore: M. Montinari
Editore: SE
Anno edizione: 2003
Pagine: 154 p., Brossura
  • EAN: 9788867230846
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
"Già l'iroso disprezzo, l'odio, la maledizione, e d'altra parte la smodata ammirazione, il fanatismo, che hanno accompagnato prima e dopo la loro morte questi due uomini, testimoniano la violenza della loro personalità, che nella storia recente dell'arte e del pensiero non ha avuto eguali. Sinora almeno non si è più presentata, dopo di essi, un'energia creativa, la cui impronta restasse così segnata, che afferrasse, o respingesse, con tale prepotenza. Nell'attesa di altri 'violenti', e nel dubbio sul loro apparire, ai nostri occhi Nietzsche e Wagner chiudono qualcosa, sono una fine... In questo 'crepuscolo' essi scendono assieme. E ciò che rappresentano di fronte agli uomini, essi già l'hanno vissuto nel loro destino individuale. Amici e nemici con pari intensità, uniti in una breve, inebriante speranza, divisi in una privazione, dove la vita dell'uno tramonta, e quella dell'altro è spezzata, ancora nella giovinezza." (Dallo scritto di Giorgio Colli)

€ 15,00

€ 20,00

Risparmi € 5,00 (25%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 20,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sergio

    14/11/2018 22:39:10

    Il rapporto tra Friedrich Nietzsche e Richard Wagner rappresenta un riassunto della storia intellettuale del filosofo di Röcken, oltre che l'incrocio tra due delle menti più brillanti del XIX secolo: in essa possiamo scorgere la prima fase, quella in cui gli sforzi culturali e filosofici di Nietzsche tendevano verso una riforma "mitica" della cultura tedesca e che attirarono la benevolenza di Wagner - i cui sforzi in ambito musicale tendevano alla medesima direzione - e una seconda fase, quella che portò Nietzsche a ripudiare la fase precedente e a diventare il "filosofo col martello, massacratore di morali" che tutti conosciamo e che coincise con la rottura dell'amicizia tra il filosofo ed il compositore. Molta attenzione ha attirato (e continua ad attirare) tra gli studiosi il rapporto che prima legò e poi contrappose i due, suscitando reazioni e giudizi spesso contrastanti. Di sicuro si può ipotizzare che dapprima Nietzsche vide nel compositore una sorta di "padre nobile" delle sue lotte intellettuali, mentre in seguito esso divenne il simbolo di ciò che ripudiò del suo passato. Nietzsche dedicò ben tre scritti a Wagner ("Richard Wagner a Bayreuth"; "Il caso Wagner"; "Nietzsche contra Wagner") i quali esprimono benissimo il contrasto tra le summenzionate fasi intellettuali di Nietzsche. La lettura dello scambio epistolare che Nietzsche e Richard Wagner (e famiglia) intrattennero risulta fondamentale nell'analisi della storia di questo intenso e contrastante rapporto.

Scrivi una recensione