Traduttore: H. Lyria
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 13 ottobre 2016
Pagine: 128 p., Brossura
  • EAN: 9788807032172
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,48
Descrizione

Gli ultimi pezzi inediti del grande Manuel Vázquez Montalbán.

L’autore è l’assassino, l’assassinato, l’investigatore privato, la ragazza del bar, la puttana di Babilonia... Manuel Vázquez Montalbán

Ancora una volta, un’intrigante manciata di storie di rara qualità con cui Manuel Vázquez Montalbán ci sorprende mediante le capacità di chiaroveggenza politica e la passione per le vicende umane che da sempre hanno caratterizzato e conferito un insostituibile smalto all’intera sua opera. Perché, anche qui, di Carvalho si tratta: dei libri una volta forse amati che Pepe brucerà, di spie, baccalà e vini, di violenza suicida e luoghi di una Barcellona sempre più scomparsa, insieme a rivoluzioni sbiadite e critiche feroci, ricche di quella lucidissima ironia che contraddistingue il nostro autore; senza tralasciare un’Italia che tanti di noi hanno vissuto e che tuttora serpeggia con ben scarsi mutamenti nei sotterranei del potere. A chiudere questo prezioso, conciso volume, un monologo teatrale in cui il nostro detective affronta l’autore rimproverandolo per la sfacciataggine con cui lo ha condotto sino alla fine di un millennio che irrimediabilmente li vorrà separare.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Libro inedito Chiara Gamberale
OMAGGIO ESCLUSIVO PER TE
Con soli 19€ di libri del Gruppo Feltrinelli fino al 15/01/2019

Scopri di più

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabio

    24/07/2017 11:48:44

    Racconti minori che nulla aggiungono alla buonissima e a volte eccezionale produzione letteraria dell'Autore. Tranne il primo racconto "La dea nuda",si trova in queste pagine un Carvalho troppo cerebrale,stanco,quasi la metafora di se stesso,come negli ultimi racconti in cui se ne va in giro per il mondo con il fido Biscuter. SE non volete rovinare la memoria di pagine sublimi,non leggete questo libro. Altrimenti compratelo e toglietevi la soddisfazione di bruciarlo in un caminetto acceso una sera d'estate.

Scrivi una recensione