Categorie

Monica Cantieni

Traduttore: I. A. Piccinini
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2013
Pagine: 245 p. , Rilegato
  • EAN: 9788830434127

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lady Libro

    30/08/2013 22.30.49

    Questo libro non ha un briciolo di trama e non lo dico tanto per dire: Non. Ha. Una. Singola. Misera. Infima. Minuscola. Infinitesima. Trama. Nemmeno un po'. L'insieme è costituito da eventi molto eterogenei fra loro, che non hanno nessun senso, nessuna possibilità di essere compresi e sono spiegati in maniera talmente approssimativa e impalpabile da impedire qualsiasi tentativo di immaginazione e immedesimazione: funerali, gite nell'orto e nei boschi, pranzi, giri allo zoo, questioni filosofiche sulla politica e l'esistenza umana sono piazzati completamente a casaccio, senza portare da nessuna parte, senza nessun filo logico, come un disordinatissimo collage fatto da un bambino di due anni. Conseguenze di tale "scelta stilistica" (se così si può definire)? Una confusione completa, giramenti di testa, aggrovigliamenti di cervello, noia, sonno, sbadigli, oltre a una vita intera per poterlo terminare. E non considero valida la scusa della bimba protagonista che conosce poche parole, fa fatica a parlare e a connettere eventi e oggetti: un minimo di senso logico a livello di intreccio ci deve pur essere! Ed è un peccato, perché con un tema così delicato poteva nascere una storia davvero carina. L'altra cosa totalmente impalpabile e inconsistente sono i personaggi: non hanno personalità, esprimono pensieri che non c'entrano nulla con il contesto momentaneo in cui sono inseriti, sputano perle di saggezza fingendosi colti in momenti in cui non dovrebbero farlo, risultando quindi fuori luogo. Oltretutto sono tanti quanto sono inutili, talmente trasparenti che mi dimenticavo immediatamente di loro e quando riapparivano dovevo tornare indietro di qualche pagina per capire chi fossero (per quanta identità avessero) o fermarmi un attimo a pensare per capire cosa stessi leggendo e chi riguardasse. Quindi, cari lettori e non, evitate assolutamente questo romanzo, non leggetelo per niente al mondo!

Scrivi una recensione