Le ceneri di Alessandria

Steve Berry

Traduttore: A. Martini
Editore: TEA
Collana: Best TEA
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 30 ottobre 2014
Pagine: 492 p., Brossura
  • EAN: 9788850236121
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Una tranquilla libreria antiquaria a Copenhagen è il rifugio scelto da Cotton Malone, un ex agente del dipartimento di Giustizia americano, dopo un'esistenza densa di pericoli e sempre ai limiti della legalità. Ma le ombre del passato tornano a incombere su di lui quando la sua ex moglie irrompe nella libreria e gli annuncia che il loro figlio è stato rapito. E la conferma arriva pochi minuti dopo sotto forma di un'e-mail: "Hai qualcosa che voglio. Il Rapporto Alexandria. Lo hai nascosto e sei l'unica persona al mondo a sapere dove trovarlo. Hai 72 ore. Se non avrò tue notizie allo scadere delle 72 ore, tuo figlio morirà". Malone non ha idea di chi siano i rapitori, però capisce subito a cosa mirano: ritrovare George Haddad, uno studioso palestinese convinto che la Biblioteca di Alessandria non sia andata distrutta e che in essa sia conservata la versione originale ebraica della Bibbia, una versione molto diversa da quella tramandata nel corso dei millenni. Così, mentre una rete d'inganni, omicidi e agguati si stringe intorno a lui, Malone comprende di avere un'unica strada per liberare il figlio e non tradire un amico: seguire una catena d'indizi che lo porteranno da Londra al Portogallo fino al deserto del Sinai, perché la mitica Biblioteca di Alessandria è davvero scampata alla distruzione e nasconde un segreto che può cambiare il futuro del Medio Oriente.

€ 5,86

€ 6,90

Risparmi € 1,04 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabio

    12/11/2017 13:30:19

    Al di là, oltre Clive Cussler e Dirk Pitt, raggiungendo livelli più elevati, lì ci sono Steve Berry e Cotton Malone. Nel secondo romanzo di una lunghissima e fortunata serie si trovano tutti i migliori elementi che si possano cercare in un romanzo d'avventura: azione per buona parte del libro, intuizioni, enigmi e un protagonista difficile da dimenticare. A tutto ciò Berry unisce una profonda analisi storico-teologica che, per quanto fantasiosa, basata su dati, fatti e temi accreditati che aprono, per chi volesse, ad una riflessione più profonda sulle basi di fede e credenze religiose. Cotton Malone resta il perno indiscusso nella bibliografia di Berry; quando esce dalla serie e si avventura in realtà e personaggi meno "forti" (letteralmente parlando) i risultati sono assolutamente inferiori. Questo romanzo mi ha tenuto incollato alle sue pagine dalla prima all'ultima ed, essendo un libro d'avventura, credo che il ridotto indugiare sul lato introspettivo faccia parte di questa tipologia. Consigliato a chi vuole evadere con un romanzo avvincente, ricco di suspance e tematiche storiche, sconsigliato solo a chi non ami il genere.

  • User Icon

    simona

    06/11/2015 09:40:22

    bellissimo,steve berry è sempre una garanzia.non si riesce a mollare giu il libro,avvincente e incalzante.

  • User Icon

    Luigi

    13/06/2015 15:53:11

    Libro assolutamente soporifero. A volte incomprensibile, merito anche di una traduzione arronzata. Sconsigliato

  • User Icon

    Attilio Alessandro

    12/06/2015 06:00:44

    Il peggior libro di Berry ed uno dei libri più brutti da me letti. La storia non decolla mai. Lentissimo...immobile. Che fatica finirlo. Sconsigliato

  • User Icon

    Massimo

    23/02/2011 10:50:56

    Steve Berry è senz'altro uno degli scrittori che meglio sanno coniugare trame ricche di azione, avventura e suspence, a riferimenti storici interessanti e ben documentati. In questo caso si tratta della biblioteca di Alessandria, uno degli aspetti storici più in grado di suscitare congetture, ipotesi e interesse nel cercare di capire se e dove questa immensa raccolta di testi antichi possa eventualmente trovarsi oggi. Il racconto di Berry vede presenti tutti i "suoi" personaggi con la famiglia Malone al completo ed in effetti le vicende che li vedono coinvolti non annoiano di certo, anche se solo nelle parte finale del libro ho trovato quel ritmo incalzante e quel coinvolgimento davvero serrato che solitamente ci offre il bravo Steve. Non mancano i colpi di scena ed indubbiamente non tutto è così come appare, anzi talvolta capita forse di perdere un pò la bussola in mezzo ad un continuo alternarsi di situazioni. Originale l'introduzione dell'Ordine del Toson d'oro, realmente esistito nel medioevo anche se evidentemente con altre finalità. Forse un pò debole l'ipotesi che la conoscenza di una scoperta così clamorosa e di fondamentale importanza storica come quella della biblioteca di Alessandria, possa rimanere confinata a pochissime persone. Comunque un ottimo libro che tra l'altro, come già successo in altri racconti di Berry, pone problematiche e spunti di riflessione reali riguardo alle religioni e ai testi sacri su cui queste poggiano le proprie fondamenta.

  • User Icon

    maupes

    04/11/2009 14:50:20

    Cosa si chiede ad un thriller fanta-politico-religioso che propone persino qualche interrogativo riguardo l’attendibilità storica dell’Antico e Nuovo Testamento? Che non diventi ridicolo o blasfemo e da questo punto di vista Steve Berry, come racconta anche nelle note di coda, dimostra di essersi documentato minuziosamente e di aver trattato la materia con rispetto, da distaccato cronista storico. Poi, sicuramente che sia trascinante e denso di colpi di scena. E da questo punto di vista ‘Le Ceneri Di Alessandria’ stenta a prendere quota nella prima parte, quando risulta essere un po’ farraginoso, mentre diventa assolutamente irresistibile nella seconda, sino alla classica resa dei conti finale, preceduta però da una serie di capitoli nei quali le sorprese, i capovolgimenti di fronte, sono una sequela mozzafiato. Molto bravo fra l’altro l’autore a condurre, alternando agevolmente una all’altra, le tre/quattro vicende parallele dei vari protagonisti della storia sino alla convergenza conclusiva. Certo non mancano gli stereotipi del genere: il personaggio dell’ex 007 Cotton Malone richiamato in servizio dalla tranquilla pensione della sua libreria di Copenaghen ricalca, nel bene e nel male, la nota iconografia, ma da un romanzo come questo non si possono pretendere particolari approfondimenti caratteriali, che andrebbero a scapito del ritmo, mostrando la coperta troppo corta, in un senso o nell’altro. Molto interessante e suggestiva peraltro la questione che riguarda la scomparsa della Biblioteca di Alessandria, con i suoi, chissà, scottanti segreti, che coinvolgerebbero tutte e tre le religioni storiche: ebraica, cattolica e musulmana.

  • User Icon

    Simone

    16/07/2009 12:27:27

    Come il romanzo precedente, lo scrittore è bravissimo nell'intrecciare la trama e ad orchestrare i colpi di scena, cosa per la quale la lettura risulta veloce ed avvincente. Bella ed intrigante anche l'idea attorno alla quale si svolge tutta l'azione. Manca però un approfondimento sui personaggi della storia, che risultano così più statuine che veri protagonisti.

  • User Icon

    Enrico

    23/05/2009 10:04:49

    Ho faticato tantissimo a finirlo. Questa storia non è mai decollata. E' rimasta per tutta la sua durata sulla pista di decollo, lì lì per prendere quota ma... Buona la fluidità di scrittura, il voto discreto è per questo, se no avrei dato uno. Non me ne vogliano gli amanti di Berry Steve.

  • User Icon

    Angelo Kioppa

    29/04/2009 19:19:47

    Da premettere che l'autore mi aveva del tutto convinto con il precedente "L'ultima cospirazione", con il sequel "Le ceneri di Alessandria" resto invece sconcertato. Si allontana dal suo stile, per modo di dire visto che questi autori si copiano uno dall'altro (Dan Brown insegna), che lo aveva reso un bestseller appunto con il primo libro della trilogia di Cotton Malone. Ho veramente fatto fatica a finirlo con la speranza sempre di una svolta nella trama che mi facesse cambiare idea, ma... Pessimo, pessimo libro. Peccato però!

  • User Icon

    Daniele

    08/01/2009 20:31:44

    Ottimo libro, ancora una volta, di Steve Berry, migliore del precedente con Cotton Malone. Ancora una volta c'è azione, ma il ritmo, molto serrato, impedisce di lasciare la lettura e la storia coinvolge in pieno. Ritornano molti personaggi che già conoscevamo dal precedente libro e tutta la vicenda è molto intricata, ma decisamente interessante. Adesso non vedo l'ora di leggere "L'Ombra del leone", ancora una volta con Cotton Malone e soci. Steve Berry scrive in modo semplice, ma molto effice. Consigliato.

  • User Icon

    Antonio-Bari

    12/09/2008 22:30:44

    Un ottimo libro, ben scritto, fluido e ricco di movimento. Consiglio vivamente la lettura agli amanti del genere. Bravo lo scrittore. Per niente noioso.

  • User Icon

    Estella

    17/06/2008 16:52:42

    Bello, avvincente, con i fuochi d'artificio... ma: e i protagonisti? Non sono per niente approfonditi, sembrano attori...

  • User Icon

    Emiliano

    10/06/2008 18:07:36

    Come in "L'ultima cospirazione" ancora una volta Steve Berry costruisce un thriller dove fonde sapientemente realtà storica con fantasia. Ritmo incalzante dall'inzio alla fine, personaggi ben delineati e la ricerca della biblioteca di Alessandria ottimamente costruita. Unico difetto un pò troppe fazioni in gioco (sauditi, israeliani, palestinesi, ecc.) il cui intreccio, nel dipanare della trama, non è sempre facile da seguire. Lodevole alla fine del libro la precisazione delle fonti storiche e di quelle di sua invenzione. Ancora una volta complimenti a Steve Berry! Voto effettivo 4,5/5

  • User Icon

    mik

    01/06/2008 10:30:43

    un libro fantastico...da leggere assolutamente...linguaggio coinvolgente e storia appassioannte...pienamente consigliato cn lode....

  • User Icon

    Stefano

    24/05/2008 09:53:48

    Bel libro. Una bel connubbio di spy story mischiata ad un mistero antico ed appassionante. Da leggere.

  • User Icon

    Alessia

    19/02/2008 14:42:20

    Molta azione, moltissimi colpi di scenza, molti personaggi, grande trama ad incastri... però manca un po' di approfondimento sui protagonisti, qualche dialogo in cui si familiarizzi con loro per potersi affezionare, qualche caratterizzazione! Bella l'idea della trama, davvero intrigante l'idea che la Palestina fosse realmente da un'altra parte. Lodevoli anche le note conclusive dell'autore, dove marca in maniera esemplare il confine tra realtà e finzione.

  • User Icon

    FF

    06/01/2008 22:02:41

    Pessimo. Scritto male, tradotto con superficialità, un miscuglio pessimamente amalgamato di situazioni diverse. Dopo un prologo di 100 pagine assolutamente superfluo, tiene insieme tre fili narrativi a forza. I colpi di scena sono forzati e la storia non scorre. Da evitare assolutamente!

  • User Icon

    dario

    05/01/2008 13:56:26

    un libro davvero bello, scritto molto bene. Un autore in crescendo.

  • User Icon

    paolo p.

    04/01/2008 14:18:28

    è sempre bello leggere un suo libro..consigliato!!!

  • User Icon

    francesco

    01/01/2008 09:50:14

    Come al solito fantastico

Vedi tutte le 26 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione