... Che Dio perdona a tutti - Pif - copertina

... Che Dio perdona a tutti

Pif

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 15 novembre 2018
Pagine: 186 p., Brossura
  • EAN: 9788807033131
Salvato in 272 liste dei desideri

€ 15,20

€ 16,00
(-5%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

... Che Dio perdona a tutti

Pif

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


... Che Dio perdona a tutti

Pif

€ 16,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

... Che Dio perdona a tutti

Pif

€ 16,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 16,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Una storia divertente che si inserisce a pieno titolo nella tradizione della commedia italiana più trascinante e intelligente. Un romanzo che tocca in profondità temi importanti del nostro tempo.

«"Lei mi vuole cattolico praticante. Bene, allora praticherò ogni santo giorno la parola del Signore e seguirò gli insegnamenti dei cinque evangelisti!" Ed evidenziai le prime tre settimane. Solo dopo mi ricordai che gli evangelisti erano quattro.»

Arturo è un trentacinquenne, non ha ancora una fidanzata e fa l'agente immobiliare. Il suo principale obiettivo nella vita è mantenere immutato lo stato delle cose. Ha poche passioni che condivide con gli amici di sempre. La più importante e irrinunciabile è il cibo: famoso per la sua pignoleria gastronomica, gli amici spesso si fanno il segno della croce quando al ristorante è il suo turno di ordinare. Arturo ricambia la loro tolleranza, immolandosi come portiere per le partite di calcetto. Questa è la sua routine, fino al giorno in cui entra in scena Lei: la figlia del proprietario della pasticceria che fa le iris più buone di Palermo, il dolce preferito di Arturo. E in un istante diventa la donna dei suoi sogni. Sveglia, intraprendente, ma anche molto cattolica, Lei sulla religione ha la stessa pignoleria di Arturo sui dolci. È proprio così che lui la conquista, sostituendo l'uomo che ha il compito di interpretare Gesù durante una Via Crucis. Quel giorno è per Arturo un vero calvario, perché durante il tragitto si accorge di avere dimenticato qualsiasi nozione della religione cattolica e sbaglia tutto, dando vita a una rappresentazione ai limiti del blasfemo. Ciònonostante, Lei si innamora e per un periodo felice i due stanno insieme, senza che lei si accorga della sua indifferenza religiosa né, tanto meno, senza che Arturo la confessi... Questo precario equilibrio, fatto di verità non dette e risposte liturgiche mezzo inventate e mezzo bofonchiate, non può durare: quando Lei si accorge della freddezza cattolica del compagno, la loro vita di coppia esplode. Per qualche giorno lui para i colpi, ma poi, un po' per sfinimento e un po' per provocazione, decide di applicare alla lettera le regole e gli insegnamenti del cristianesimo, di praticare la parola di papa Francesco. Per tre settimane. Quella che mette in pratica è una vera e propria rivoluzione che cambierà la vita di tutti, rivelando a Lei e alle persone che gli stanno intorno, amici e colleghi inclusi, la natura profonda e dimenticata del cristianesimo. Una verità molto scomoda, come Arturo avrà presto modo di scoprire.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,82
di 5
Totale 57
5
13
4
27
3
13
2
2
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ginger

    03/08/2020 13:16:14

    Mi ha piacevolmente stupita. Immaginavo una storia diversa, invece mi ha appassionata e incuriosita. Ho ritrovato il Pif della tv anche tra le righe: intelligente, simpatico e per nulla scontato.

  • User Icon

    Lalu

    12/05/2020 09:37:43

    Lettura molto scorrevole ma non per questo banale. In questo libro Pif fa riflettere sull'essere religiosi e cristiani nella vita quotidiana e sulle ipocrisie che a volte caratterizzano chi si professa tale. L’argomento può sembrare pesante ma Pif con la sua ironia lo rende leggero. Consigliato!

  • User Icon

    Alwise

    20/04/2020 13:25:45

    Lettura divertente, per nulla impegnativa, per distrarsi qualche ora in tempo di quarantena.

  • User Icon

    Chibivale

    22/01/2020 11:56:29

    Libro a tratti divertente che vuol far riflettere sull'ipocrisia nella quale vivono alcuni cattolici. Mi aspettavo qualcosa di meglio ma per me è ok.

  • User Icon

    henry il grigio

    03/11/2019 20:42:05

    Letto con un po di difficoltà, perché il racconto è banale, non ti prende, non ti diverte, insomma non ti attira a finirlo in un lampo. Lettura diciamo che impegna poco, ma che lascia altrettanto poco.

  • User Icon

    Elena

    01/10/2019 10:15:15

    Lettura leggera e divertente, in stile PIF. Caratteristica è la semplicità nel raccontare, una peculiarità che mi piace tanto, non per questo non è fonte di riflessione. Leggendo questo libro sembra di sentire la sua voce. Consiglio l'acquisto.

  • User Icon

    Alice

    25/09/2019 09:54:21

    Classica lettura "da ombrellone", letto in un pomeriggio, super consigliato se volete una lettura leggera e divertente ma che faccia riflettere allo stesso tempo. Consiglio anche l'audiolibro letto proprio da Pif, da sicuramente un tocco in più alla storia.

  • User Icon

    cristina

    24/09/2019 16:28:05

    Da Pif mi aspettavo qualcosa di più, sicuramente qualcosa di più impegnato o fortemente ironico/comico, invece mi sono ritrovata a leggere un romanzetto che racconta una storia banale, letta miliardi di volte, non fa ridere, non fa sorridere (se non una o due volte), non fa riflettere. Pif si esprime meglio nel proprio ruolo televisivo, lasciamo ad altri la letteratura o perlomeno la scrittura di cose almeno originali.

  • User Icon

    Vit

    24/09/2019 11:15:26

    Ottimo libro, con una bella storia. Una trama semplice, scritto in modo preciso e facile da seguire. Breve, ma con un gran significato. Libro adatto per ogni età, dall'adolescente all'adulto.

  • User Icon

    Patty

    22/09/2019 10:52:17

    ...Non l'avete ancora letto?! Malissimo! ;-P A parte gli scherzi, con la sua oramai collaudata sagacia, Pif fa un quadro davvero avvincente attorno all'essere credenti. Ottima lettura per ragionarci su... perché forse gli atei son più praticanti di noi.

  • User Icon

    Rosa

    20/09/2019 18:55:45

    Libro piacevole è molto scorrevole. Per dedicarsi ad una lettura leggera e spensierata, con dei tratti a volte un po' malinconici e tragico comici. Consigliato.

  • User Icon

    Maria Teresa

    15/09/2019 10:18:13

    È un libro molto simpatico, da leggero ma non troppo. Pif sa raccontare i dettagli in un modo particolare, specialmente quando riguardano noi siciliani. Bel libro!

  • User Icon

    Nic

    23/08/2019 20:32:29

    ...libro divertente e semplice da leggere. Si presta anche ad alcune riflessioni più impegnate tramite il sorriso. Stile verbale troppo “parlato”: sembra quasi di sentire la voce di Pif. Finale mediocre, mi aspettavo di meglio.

  • User Icon

    stanga72@gmail.com

    16/07/2019 10:42:37

    Pif sempre bravo

  • User Icon

    Edga

    24/06/2019 10:43:59

    Sfiziosissimo!

  • User Icon

    Sissi

    24/06/2019 09:26:01

    Stile di Pif inconfondibile. Lettura gradevole con spunti \ndi riflessione.

  • User Icon

    Laura G.

    23/06/2019 21:54:26

    Ne consiglio la lettura. Con leggerezza ed ironia fa riflettere sui valori importanti della vita, specie sui rapporti con gli altri e sul rapporto con la religione.

  • User Icon

    Barbara

    23/06/2019 21:45:50

    Una vera sorpresa. Conoscevo Pif per aver visto un suo film, ma avrei sdegnato il romanzo se non mi fosse stato regalato. Invece mi ha piacevolmente sorpreso: non un racconto leggero, come si potrebbe inizialmente pensare, ma una riflessione sulla pratica religiosa sbandierata e ostentata che dovrebbe essere approfondita, viste anche alcune recenti manifestazioni

  • User Icon

    DP

    02/06/2019 19:50:37

    Una lettura interessante, molto più coinvolgente all'inizio, un po' meno nella seconda parte. I temi sono molto attuali, cristianesimo e vita di tutti i giorni si intrecciano, siamo cristiani solo nel tempo libero? La copertina è molto bella...attenzione in qualche capitolo potrà anche venirvi fame.

  • User Icon

    Silvia

    27/05/2019 06:32:33

    Inconfondibile lo stile di Pif. Libro divertente, ma che fa riflettere.

Vedi tutte le 57 recensioni cliente

Pif, nella sua semplicità, ha qualcosa di geniale. Sicuramente una grande capacità di affrontare temi scomodi con una leggerezza ed una normalità in grado di arrivare a tutti. Nel parlare, nei film… ed anche nella scrittura.

Perché scomodare i dogmi della morale cattolica, come in …che Dio perdona a tutti, per salvare una storia d’amore è un esercizio tanto realistico quanto pericoloso.

Proiettatevi a Palermo. Prendete un uomo, normale ed accomodante, con una passione smodata per i dolci siciliani. Fatelo innamorare di una bella ragazza di mestiere, guarda caso, pasticcera. Immaginatelo, goffo ai limiti dell’involontariamente blasfemo, imbrigliato in una famiglia tanto cattolica e praticante da sentirsi rimproverare un’eccessiva faciloneria nel professare la propria fede. Proprio come estremo gesto d’amore, Arturo decide dunque di immergersi senza sconti nella professione di una fede pura ed inattaccabile. Per qualche settimana soltanto, un po’ per provocazione ed un po’ per sfinimento. Ecco, avete mai riflettuto su cosa significhi osservare in toto ciò che una religione predica? Un po’ come rispettare in maniera ineccepibile il codice della strada. Regole, non morale; mai sostare in doppia fila, osservare scrupolosamente i limiti di velocità… cose così. Tutto fattibile… finché non finisce con l’intralciare il nostro percorso!

Il rispetto di qualunque regola, sia essa civile o religiosa, diventa relativo a seconda delle occasioni, delle ragioni di comodo e di opportunità. E’ la natura dei compromessi, dell’interpretazione a proprio vantaggio. E chi lo fa notare diventa rompiscatole prima ancora che esempio. E, ovvia conseguenza, la forzata conversione non può che diventare origine di un fisiologico susseguirsi di disastri.

Manca solo nel titolo, prudenzialmente per stessa ammissione dell’autore, il futti-futti che rende appieno il principio generale di questo romanzo; l’idea di come la morale sia comunque posposta all’interesse personale.

Scorrono veloci le pagine di questo libro, con un susseguirsi di personaggi ambigui, simbolo di quest’Italia e delle sue contraddizioni. Linguaggio meravigliosamente semplice che lascia spunti di riflessione e, non secondario, un’insostenibile desiderio di partire immediatamente per andare a tuffarsi in una pasticceria siciliana ed ingozzarsi fino alla nausea.

Peccati di gola …che Dio perdona a tutti.

«Futti futti che Dio perdona a tutti» è il modo di dire siciliano a cui si ispira il titolo del libro, recentemente pubblicato da Feltrinelli, in cui Pif si cimenta nei panni dello scrittore e con l’efficace franchezza ed immediatezza tipica del dialetto esprime l’ipocrisia imperante di molti sedicenti cristiani, i quali sembrano contare sull’impunità per le proprie azioni convinti dell’infinita misericordia divina.

In questa sua prima prova narrativa il conduttore e regista palermitano recupera i nomi dei personaggi dei suoi film (La mafia uccide solo d’estate e In guerra per amore) e così Arturo e Flora diventano i protagonisti anche del suo primo romanzo. Un aggancio al mondo cinematografico e televisivo, inoltre, percepibile tra le pagine del libro a partire da una comicità fatta di piccoli sketch e scenette surreali e grottesche.

…che Dio perdona a tutti (186 pagine, 16 euro) è un romanzo breve che segue le vicende di un agente immobiliare trentacinquenne dalla situazione sentimentale precaria, ma che crede di aver finalmente trovato la donna dei suoi sogni quando incontra Flora. La ragazza, infatti, è proprietaria di una pasticceria ed è dunque la persona perfetta con cui condividere il suo amore, che rasenta l’ossessione, per i dolci siciliani ed in particolare per quelli con la ricotta, a cui il bianco candido della copertina del libro rinvia. Ma se l’unica fede a cui Arturo è veramente devoto è appunto quella per la pasticceria, la sua fidanzata è anche una cattolica praticante, e così inizialmente il povero protagonista cerca di nascondere il suo agnosticismo, scavando nella memoria alla ricerca di reminiscenze della sua educazione cattolica per cercare quantomeno di salvare le apparenze, finché non arriva il momento in cui la sua mancanza di fede viene immancabilmente scoperta.

Allora per far felice Flora, l’uomo decide di apportare un cambiamento, momentaneo ma comunque drastico, alla propria vita: vivere per tre settimane da vero cristiano, non semplicemente rispolverando le formule di vecchie liturgie, ma mettendo in pratica fedelmente la parola di Cristo. Arturo, che ha da sempre seguito la strategia del padre, quella della tanatosi, vale a dire nelle situazioni difficili fingersi morto per evitare lo scontro diretto, nella convinzione che non è il più forte e nemmeno il più intelligente a sopravvivere, bensì quello che meglio riesce ad adattarsi all’ambiente circostante, adesso, invece, si trasforma nel più fervente dei cattolici. I problemi però non tardano ad arrivare dal momento che il messaggio di amore e fratellanza cristiano, di cui Arturo diventa il più fedele dei seguaci, si scontra subito con la vita di tutti i giorni e ci si accorge che per buona parte dei cattolici cosiddetti praticanti la concezione di pratica cristiana si limita spesso alla forma: partecipare alle cerimonie religiose, recitare le preghiere, al massimo organizzare cene di beneficenza, non sempre disinteressate, non spingendosi quasi mai oltre questo genere di obblighi, per cercare di emulare nella quotidianità l’esempio di Gesù.

Il libro di Pif scorre veloce e leggero, divertendosi a svelare le false apparenze di molti credenti che pensano di avere la coscienza a posto, ma che in realtà piegano la religione ad una morale molto elastica, permeata di egoismo e adattata a proprio piacimento. Tutti, infatti, apprezzano chi si dimostra buono e dedica la vita al prossimo, ma finché ciò non collide con i propri interessi e comodità personali. Gli eroi vengono esaltati, ma l’amore e l’ammirazione nei loro confronti può trasformarsi in insofferenza e odio se quest’ultimi chiedono di sacrificarsi insieme a loro.

Recensione di Cettina Fontana

  • Pif Cover

    All'anagrafe Pierfrancesco Diliberto, Pif inizia la sua carriera lavorando come assistente alla regia di Franco Zeffirelli in Un tè con Mussolini (1998) e con Marco Tullio Giordana ne I cento passi (2000). Nel 2000 Pif diventa autore televisivo, acquistando poi celebrità con “Le Iene”, dove lavora come autore e inviato dal 2001 al 2010. Nel 2007 per Mtv realizza “Il testimone”, il suo primo programma individuale, tra i più originali e innovativi del panorama televisivo odierno. Nel 2017 è su Rai3 con il suo “Caro Marziano”. Al cinema intervista Ettore Scola nel documentario Ridendo e scherzando. Nel 2013 debutta alla regia con il suo primo lungometraggio La mafia uccide solo d’estate, per il quale vince due David di Donatello,... Approfondisci
Note legali