Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Che fine ha fatto Baby Jane? Restaurato in HD (2 DVD)

What Ever Happened to Baby Jane ?

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: What Ever Happened to Baby Jane ?
Paese: Stati Uniti
Anno: 1962
Supporto: DVD
Numero dischi: 2
Salvato in 13 liste dei desideri

€ 11,99

€ 14,99
(-20%)

Punti Premium: 12

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 12,86 €)

A sei anni, Baby Jane Hudson era una bravissima attrice. Una volta cresciuta, Jane non è più la bambina prodigio di un tempo, mentre sua sorella Blanche, invece, ha raggiunto le alte vette della popolarità nel campo cinematografico. Jane tenta di emulare la sorella, ma i suoi film sono scadenti. Al culmine della carriera però Blanche resta paralizzata per un incidente d'auto. Jane e Blanche vivono sole, e Jane si prende cura della sorella invalida. Venuta a conoscenza del desiderio di Blanche di vendere la casa, Jane la sottopone ad ogni sorta di angherie. Nella sua esaltazione Jane rivive gli anni della sua infanzia, indossa gli abiti di quand'era bambina e, tramite un annuncio economico, ricerca un pianista che l'accompagni mentre danza. Al suo annuncio risponde Edwin Flagg. Blanche, intanto, vive bloccata nella sua camera da Jane, la quale arriva ad uccidere la domestica Elvira quando tenta di aiutarla. Nel frattempo Edwin torna da Jane a chiedere un anticipo su quanto gli spetta. Blanche, che ha udito le voci, tenta di chiedere aiuto, ma cade a terra. Edwin, allarmato dal rumore, entra nella camera di Blanche e, alla vista della donna ormai moribonda, fugge spaventato. L'alba trova le due sorelle sulla spiaggia, la stessa che esse frequentavano da bambine. Blanche è distesa accanto ad una grossa buca che Jane ha scavato nella sabbia. Si avrà allora l'agghiacciante risposta alla domanda: che fine ha fatto Baby Jane?
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Sinister Film, 2021
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 128 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Inglese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Robert Aldrich Cover

    Regista statunitense. Negli anni '40 è assistente di numerosi registi (J. Renoir, C. Chaplin, L. Milestone, M. LeRoy, R. Fleischer, W. Wellman, J. Losey, F. Zinnemann) e nel 1951 diviene produttore delegato dei film di B. Lancaster, che dirige in L'ultimo apache (1954), western antirazzista in cui – come nell'ironico Vera Cruz (1954) e nel parodistico Un bacio e una pistola (1955) – risaltano le caratteristiche del suo stile: inquadrature nette, ritmo veloce, prevalenza dell'azione e volontà di superare i generi tradizionali. Tratti d'autore che vengono confermati in Il grande coltello (1955), tragico ritratto di un attore schiacciato dal mondo del cinema, e in Prima linea (1956), acuto pamphlet antimilitarista. Nello stesso anno vince l'Orso d'oro al Festival di Berlino con Foglie d'autunno.... Approfondisci
  • Victor Buono Cover

    Attore statunitense. Già da bambino studia recitazione e partecipa alle produzioni del San Diego Junior Theatre. Inizia a lavorare professionalmente come attore teatrale nella seconda metà degli anni '50 e appare in televisione nel ruolo principale in alcuni telefilm polizieschi e – dal 1966 – nei panni di King Tut nella serie tv Batman. Sul grande schermo raggiunge il successo interpretando il musicista di terz'ordine Edwin Flagg in Che fine ha fatto Baby Jane? (1962), il film di R. ­Aldrich sul distruttivo rapporto tra Jane, ex bambina prodigio, e la sorella diventata famosa. Attore preparato e versatile, recita nei decenni successivi in commedie, western e horror. Approfondisci
  • Joan Crawford Cover

    "Nome d'arte di Lucille Fay LeSueur, attrice statunitense. Inizia la carriera come ballerina di fila. Trasferitasi a Hollywood, ottiene le prime parti di un certo rilievo in Pretty Ladies di M. Bell e Le tre grazie di E. Goulding (entrambi del 1925) in cui è una showgirl. Il successo arriva con Le nostre sorelle di danza (1928) di H. Beaumont. Divenuta una star, recita accanto ai divi del momento, tra cui il futuro marito D. Fairbanks jr. in Adriana Lecouvreur (1928) di F. Niblo. Il passaggio al sonoro non intacca minimamente la sua carriera e la sua fama. Diviene un austero sex-symbol, mentre i suoi ruoli si fanno via via più impegnativi: ne sono esempio la giovane segretaria di Grand Hotel (1932) di E. Goulding, in cui recita accanto alla Garbo, e la donna sposata a un uomo che non ama in... Approfondisci
  • Bette Davis Cover

    "Attrice statunitense. Approda a New York poco più che adolescente e presto riesce ad avere qualche parte importante a Broadway. Trasferitasi a Hollywood, sembra destinata a una carriera di comprimaria a causa del suo modesto aspetto fisico. Il volto leggermente grifagno, il corpo ben lontano dalla perfezione, possiede tuttavia due occhi che mandano lampi taglienti, e soprattutto un grande talento unito a una tenacia di ferro. Appare fugacemente in una quindicina di film, fino a quando trova un ruolo di rango in 20.000 anni a Sing Sing, girato nel 1933 da M. Curtiz, in cui recita a fianco di S. Tracy. L'anno successivo può finalmente dare prova della sua bravura in Schiavo d'amore (1934) di J. Cromwell, che la lancia definitivamente. Nel 1935 ottiene il primo Oscar con Paura d'amare di A.... Approfondisci
Note legali
Chiudi