Lo chiamavano Jeeg Robot

Con la tua recensione raccogli punti Premium

41° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Azione

Salvato in 66 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 3,74 €)

Enzo Ceccotti entra in contatto con una sostanza radioattiva. A causa di un incidente scopre di avere un forza sovraumana. Ombroso, introverso e chiuso in se stesso, Enzo accoglie il dono dei nuovi poteri come una benedizione per la sua carriera di delinquente. Tutto cambia quando incontra Alessia, convinta che lui sia l'eroe del famoso cartone animato giapponese Jeeg Robot d'acciaio.
4,31
di 5
Totale 26
5
13
4
10
3
1
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Max79

    06/07/2020 10:06:03

    Non me lo aspettavo, ma davvero bello. Luca Marinelli è paragonabile al jocker di Jack Nicholson.

  • User Icon

    Ste

    19/06/2020 08:20:32

    Non avevo grosse aspettative rispetto questo film, non essendo tra i miei generi preferiti. E invece mi è piaciuto tantissimo, adoro sopratutto il personaggio di Marinelli, è un film molto originale, coinvolgente e a tratti ironico, lo consiglio.

  • User Icon

    giuseppe

    15/05/2020 15:45:26

    Facendo leva sulla generazione anni’80 cresciuta con il manga e il cartone animato Jeeg Robot, il film ambienta ai nostri giorni, in una Roma vittima di attentati e schiava della malavita, una storia di supereroi non convenzionali e lontani dai cliché americani. Scene potenti ma che fanno riflettere si alternano ad altre sboccate e violente. Buona fotografia, ma non il capolavoro come lo hanno definito in molti.

  • User Icon

    Sandro G 74

    13/05/2020 14:23:15

    Mi aspettavo molto di più, evidentemente il film è stato sopravvalutato da certa critica, troppo pubblicizzato, a tratti stucchevole, e anche la qualità della recitazione lascia molto a desiderare, nonostante tutti i premi che gli attori hanno ricevuto. Dispiace perchè è un film italiano, ma come espressione di una certa romanità e di un certo tipo di criminalità, preferisco di gran lunga, anche se il paragone può sembrare azzardato, Dogman, simile per atmosfera, ma molto più convincente ed incisivo.

  • User Icon

    mariogia

    13/05/2020 10:02:46

    Sorprendente! davvero una bella sorpresa. Storia che spazia dal degrado delle periferie romane alla favola del supereroe che fa trionfare il bene sul male con un filo conduttore che spesso sconfina nella poesia. Davvero una sorpresa per chi, come me, non ama il genere di film su criminalità, mafia ecc... ma questo film merita moltissimo.

  • User Icon

    lando

    13/05/2020 09:05:32

    Mi è piaciuto molto, carina la storia e molto bravi gli attori. Finalmente un film italiano con un po' di fantasy. Magari evitare di vederlo con i bambini in alcune scene può risultare un po' forte.

  • User Icon

    Giovanni

    12/05/2020 21:33:49

    Film duro come forse i titoli italiano avevano dimenticato di essere. Può rappresentare l'inizio di un modo nuovo di fare cinema qui. Titolo consigliato non solo agli amanti del genere.

  • User Icon

    Justice

    12/05/2020 02:40:13

    Stupendo, un fulmine a ciel sereno: ben interpretato e sceneggiato, il gioiellino del cinema italiano che non ti aspetti, mi ha sorpreso come mai avrei creduto e ci dimostra che se lo vogliamo possiamo creare film di altissima qualità (e lo dico da grande scettico). Unica pecca: per chi non mastica le sonorità del romano talvolta ci si perde nei dialoghi (sia inteso, il film è completamente in italiano, ma qualche parola scappa) ma non poteva essere fatto altrimenti per mantenere la sua credibilità del contesto. Un'unica idea, pure semplice, ma giustificata con una cura spaventosa.

  • User Icon

    surreale

    11/05/2020 21:36:48

    film abbastanza surreale, ma fa riflettere.

  • User Icon

    Ila

    11/05/2020 15:56:42

    Il film mi ha piacevolmente colpita, ha mostrato come anche il cinema italiano sappia andare oltre e cimentarsi in un genere fantasy; inoltre ha permesso la creazione di un personaggio iconico come "Lo Zingaro", che è entrato nell'immaginario.

  • User Icon

    Simone

    11/05/2020 12:46:05

    Credo che questo sia uno dei migliori film che abbia visto negli ultimi anni. Ero un po' scettico ma ne sono uscito soddisfatto. Rischiosa l'idea di creare un supereroe italiano ma devo dire che l'esperimento è riuscito

  • User Icon

    n.d.

    23/10/2019 10:48:39

    Storia di durezza eccessiva che centra comunque la grande bruttezza delle metropoli contemporanee

  • User Icon

    Sarah

    19/10/2019 05:29:56

    Attori straordinari, trama originale e film girato molto bene. Un esordio con il botto... Marinelli il migliore. Credo sia stato l'unico film che ho visto due volte al cinema.

  • User Icon

    Micaela

    23/09/2019 09:38:48

    L'ho adorato. I personaggi sono bellissimi ben delineati e la trama è originale e sorprendente. È un film sui supereroi che però si discosta completamente dalle banalità e dalle "spacconate" a cui troppi film americani ci hanno abituati. Un protagonista anti-eroe sfaccettato che cresce e si evolve in modo lento ma consapevole, una storia d'amore quasi surreale ma dolcissima... insomma se non lo avete ancora visto guardatelo.

  • User Icon

    carla

    23/09/2019 08:49:14

    Lo chiamavano Jeeg Robot è uno dei film più belli di sempre. L’idea di fondo è a dir poco geniale: trasporre la canonica genesi del supereroe (con tanto di contaminazione non voluta) in una realtà tipicamente italiana, la malavita di borgata. Come se non bastasse la trama, davvero notevole, la vera grandezza del film è fata ancor più dai tre attori protagonisti: Claudio Santamaria, Luca Marinelli e Ilenia Pastorelli danno vita a tre personaggi complessi e travagliati, ma decisamente rappresentati a tutto tondo. Soprattutto Marinelli si distingue per un’interpretazione a dir poco magistrale. La ciliegina sulla torta è rappresentata dalla colonna sonora, incentrata sulla mania dello Zingaro (Luca Marinelli) per le icone del pop italiano anni Ottanta: magistrale la sua interpretazione di Un’emozione da poco di Anna Oxa, uno degli omaggi più belli che il cinema italiano abbia mai tributato alla nostra tradizione musicale. Ho perso il conto di quante volte l’ho rivisto, è davvero un film che non stanca mai.

  • User Icon

    Fabio

    21/09/2019 20:05:24

    Servendosi di interpreti eccezionali, Marinelli su tutti ma anche Claudio Santamaria e una sorprendente Ilenia Pastorelli, Mainetti concepisce prodotto d’intrattenimento intelligente e capace anche di far pensare, a mio parere, di gran lunga superiori a moltissimi cinecomic d’oltreoceano. Questo lo aggiungo non tanto per sostenere un prodotto italiano, ma per sottolineare la maniera in cui, nonostante gli esigui fondi a disposizione – che a tratti, va detto, concedono un tocco trash che va a stonare un po’ in questo contesto – Mainetti si serve davvero di tutti i pochi mezzi che disposizione, cercando di caratterizzare i personaggi fino in fondo e concedendo a ognuno la propria ossessione (se Enzo Ceccotti ha la fissazione dei budini e i porno, Alessia alimenta una vera mania per l’anime Jeeg Robot d’Acciaio, così come lo Zingaro vuole apparire a tutti i costi) e riuscendo a emozionarci con poche scene ben calibrate e momenti che nel cinema di genere stanno diventando sempre più rari.

  • User Icon

    Mario Scippa

    29/05/2019 09:56:10

    Per essere un prodotto italiano sicuramente non male. Ma non mi ha fatto impazzire sopratutto perchè era stato molto sponsorizzato.. Salvatore Esposito (genny di gomorra) ha un ruolo piccolo e mal interpretato. Bravi i protagonisti anche se Ilenia Pastorelli insomma.. non esce dal suo ruolo di coatta romana.. Un film da 6. Niente di più.

  • User Icon

    GiadinaQ

    16/03/2019 21:52:58

    Innovativo e appassionante. Una sceneggiatura ben scritta e una trama scoppiettante. Protagonisti bravissimi. Lo adoro.

  • User Icon

    Cetti

    11/03/2019 10:27:21

    Stupendo, uno dei film taliani più belli degli ultimi anni. Tecnicamente realizzato benissimo, recitato benissimo da tutti e tre gli attiru, ma la Pastorelli e Luca Marinelli si sono davvero superati secondo me, eccezionali! Luca Marinelli io lo adoro da sempre, ma in questo film è iconico, non canterete mai più Un emozione da poco della Oxa o Non sono una signora della Bertè senza pensare a lui, fenomenale! L'ho già rivisto diverse volte e lo farò ancora sicuramente, lo consiglio a tutti spassionatamente.

  • User Icon

    vio78

    08/03/2019 11:27:10

    Finalmente anche l’Italia ha un suo supereroe! Questo film narra la genesi di Jeeg Robot, l’eroe in cui si trasforma Enzo Ceccotti, personaggio controverso dedito ad attività non propriamente lecite nella periferia romana. Quello che colpisce di più di questo film è come esso riesca ad essere val contempo molto crudo (nel tratteggiare l’ambiente malavitoso, ma anche in scene di violenza anche esplicita) ed estremamente poetico, quasi a voler rispecchiare la realtà, che non è mai tutta bianca o tutta nera. Eccezionali sono anche i comprimari: Alessia, una ragazza semplice che saprà far breccia nel cuore del protagonista, e lo Zingaro, il cattivo più bello di sempre.

Vedi tutte le 26 recensioni cliente

Un trionfo di puro cinema d'intrattenimento, il primo vero superhero movie italiano

Trama
Enzo Ceccotti non è nessuno, vive a Tor Bella Monaca e sbarca il lunario con piccoli furti sperando di non essere preso. Un giorno, proprio mentre scappa dalla polizia, si tuffa nel Tevere per nascondersi e cade per errore in un barile di materiale radioattivo. Ne uscirà completamente ricoperto di non si sa cosa, barcollante e mezzo morto. In compenso il giorno dopo però si risveglia dotato di forza e resistenza sovraumane. Mentre Enzo scopre cosa gli è successo e cerca di usare i poteri per fare soldi, a Roma c'è una vera lotta per il comando, alcuni clan provenienti da fuori stanno terrorizzando la città con attentati bombaroli e un piccolo pesce intenzionato a farsi strada minaccia la vicina di casa di Enzo, figlia di un suo amico morto da poco. La ragazza ora si è aggrappata a lui ed è così fissata con la serie animata Jeeg Robot da pensare che esista davvero. Tutto sta per esplodere, tutti hanno bisogno di un eroe.

Enzo Ceccotti a Tony Stark je fa ‘na pippa. E non scandalizzatevi, perché siamo a Roma e i supereroi sono pure un po’ supercafoni, ma alla fine in un derby sanno qual è la squadra giusta per cui tifare. Zingaro è il Joker all’amatriciana: canta Fossati, ha fatto Buona Domenica e vuole fa’ er botto. Gabriele Mainetti, il regista, è quello di Basette. E se non l’avete visto, quel capolavoro ispirato a Lupin, fatelo prima di continuare a leggere. Solo lui poteva costruire un vero film di supereroi qui in Italia: Enzo si tuffa nel Tevere, e lì, se ne esci, i superpoteri, se non li hai, ti vengono; lo Zingaro calcola il successo con le visualizzazioni su YouTube e canta e ammazza con la stessa pacchiana disinvoltura. Claudio Santamaria è un protagonista stropicciato pure quando potrebbe avere il mondo tra le mani, è fragile e sbagliato e capace di esporsi allo spettatore con candida ruvidità, mentre Luca Marinelli è geniale nel vestire i panni del trans come dell’aspirante boss, del ragazzo di vita come del marito amorevole, con la stessa camaleontica capacità di mimetizzarsi in un personaggio che è solo dei più grandi. La principessa Ilenia Pastorelli è adorabile nella sua surreale centralità, ma tutto è in mano a Mainetti, che con il cinema sa divertirsi. Sa vedere il gioco dove altri vedono l’esposizione autoreferenziale del proprio talento, sa che essere autore è saper dare una firma alle proprie (bellissime) inquadrature e non punire chi guarda. Ha ironia e fantasia, i migliori tra i superpoteri: anche perché senza quelli, in Italia, quando riusciva a farlo un film così?

Boris Sollazzo

2016 - David di Donatello - Miglior attrice - Pastorelli Ilenia
2016 - David di Donatello - Miglior attore - Santamaria Claudio
2016 - David di Donatello - Miglior attore non protagonista - Marinelli Luca

  • Produzione: Warner Home Video, 2016
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 112 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; dietro le quinte (making of); provini; scene inedite in lingua originale; storyboard
  • Claudio Santamaria Cover

    Claudio Santamaria, attore di teatro e di cinema, è conosciuto soprattutto per essere stato protagonista di Lo chiamavano Jeeg Robot (2015, regia di Gabriele Mainetti). Nel 2006 vince il Nastro d’argento come miglior attore protagonista per il ruolo dell’esaltato bandito Dandi in Romanzo criminale (2005) di M. Placido. Ha lavorato con alcuni tra i migliori registi italiani, tra cui: Gabriele Salvatores, Ermanno Olmi, Gabriele Muccino, Michele Placido... Nel 2019 pubblica per Mondadori con Francesca Barra La giostra delle anime. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali