Chiamiamoli ladri. L'esercito dei corrotti

Vittorio Feltri

Editore: Mondadori
Collana: Frecce
Anno edizione: 2017
Pagine: 101 p., Rilegato
  • EAN: 9788804681830
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Con queste pagine affilate e corrosive Vittorio Feltri vuole inocularci il benefico virus dell'inquietudine, per scalfire la nostra cronica amoralità e rivelare la nostra, spesso inconsapevole, complicità.

«A spaventare e a far rifuggire dal male non è la caduta dei ladroni in abissi plumbei, ma la loro ridicolaggine mediocre. Per questo qui praticherà, con la brevità necessaria onde non partecipare al furto del tempo, che è pur esso un delitto, il castigat ridendo mores»

Tutti traditori, tutti ladri, noi italiani? A scorrere le graduatorie mondiali sulla «corruzione percepita», il nostro Paese è la Silicon Valley dove si brevettano i marchingegni più fantasiosi in materia. Non per combatterla, ma per praticarla. Insomma, oltre che il luogo del pianeta con il maggior numero di siti dell'Unesco intesi come patrimonio materiale dell'umanità, il nostro Paese è anche quello del patrimonio immateriale del «se pò ffa'» in barba alla legge, un'attitudine che siamo usi chiamare furbizia mentre è arte perversa del furto con destrezza. Se vogliamo provare a contrastare, o almeno a limare, questo odioso costume nazionale, dobbiamo capire che corrotti, concussi, bustarellari – l'intera fauna dei voraci percettori abusivi di quote di Pil – sono solo diverse incarnazioni della disonestà. Ma per cambiare le cose, per redimerci davvero, abbiamo il dovere di sentirci tutti un po' ladri, anche quando accettiamo, per esempio, di pagare per poter anticipare un esame o un intervento chirurgico in ospedale. Invece, pur smascherati nella nostra ipocrisia, ci assolviamo per il semplice fatto di essere minuscoli pesciolini che nuotano sentendosi innocenti per aver cercato di esercitare un diritto negato dai pescecani. Con queste pagine affilate e corrosive Vittorio Feltri vuole inocularci il benefico virus dell'inquietudine, per scalfire la nostra cronica amoralità e rivelare la nostra, spesso inconsapevole, complicità. Così da essere nemici di ladri e ladroni non in modo iroso ed episodico, ma avvertito e sistematico. Ostili, in particolare, al miserabile ladruncolo che alberga in ognuno di noi, e che ci rende fiacchi nel ripulire la politica e la società intera da questo diffuso fenomeno canceroso. Dunque, nessun coltello tra i denti, nessun cappio in mano, agitato di solito dal più mascalzone di tutti. Ma una lieve e salutare scossa per non addormentarci pensando di avere la coscienza a posto.

€ 14,45

€ 17,00

Risparmi € 2,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 9,18

€ 17,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 17,00 €)

 
 
 
Indice

I. Ladri
Diceva Flaubert, e (modestamente) dico io - L'importanza di chiamarli ladri - La statistica della disperazione - Le liste d'attesa da scavalcare - Nerone e Petrolini

II. Storia del furto all'italiana
Il ladro di tipo italiano - L'aria romana profetizzata da Isaia - L'isola della rugiada divina - Kissinger, il Vecchio e il Male - Remuzzi e il gioco dei dadi - Le tasse sono un furto? Qualche volta, ma anche l'evasione - Cosa c'entra Antigone con il Colosseo

III. La torta e il tonno
Lo sketch di Crozza - La banda dell'Iva - Carceri d'oro, ma soprattutto le ville - Feltri contro Feltrino - Lavori in corso? Qui si ruba - La fetta di torta rossa e impunita

IV. Dentiere pazze
Venticinque anni dopo, la sciura delle dentiere - Le Regioni come associazioni per delinquere - La giudicessa e la perfetta. Un caso di solidarietà femminile - L'allevatore di polli e l'amica del pigiamino - La zona grigia: né ladri né onesti. L'esempio di Ambrosoli

V. La banca del buco
Lacrimoni di occhi azzurri - Una tangente sull'ingenuità - Il pianto delle madri non ha prezzo - Dalle bustarelle ai bidoni - Monte dei PAschi. In seicento hanno sottratto 20 miliardi - Il trio del silenzio: Padoan, Tonini e Calenda - Il silenzio produce assenso. Viva D'Alema - Le carte di Bechis - La morale del libro è che siamo giù di morale