La chiave dell'Apocalisse

James Rollins

Traduttore: G. P. Gasperi
Editore: TEA
Collana: Best TEA
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 29 gennaio 2015
Pagine: 466 p., Brossura
  • EAN: 9788850238309
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 5,86

€ 6,90

Risparmi € 1,04 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Diana

    29/08/2016 18:49:10

    Ho letto altri libri dello stesso autore e questo mi è piaciuto di meno, forse perché mi è sembrato ben poco realistico: i buoni che non si fanno niente (o quasi) mentre i cattivi perdono. Per il resto il libro è scritto bene e si vede che l'autore si è documentato sia in fatto di armi, che di archeologia, nonché dei problemi di mancanza di cibo che caratterizzano il nostro tempo. Nel complesso mi sento di assegnargli un giudizio mediocre.

  • User Icon

    EMANUELA

    11/02/2013 16:07:04

    è il primo libro di Rollins che leggo, mi ha appassionato: avvincente e pieno d'azione, amagari un pò eccessivo. penso che proverò a leggerne altri. consigliabile

  • User Icon

    ales

    06/06/2011 15:33:00

    Solita scaletta come tutti i romanzi di Rollins sulla Sigma, solita adrenalina, soliti personaggi, le tre cose più importanti che continuano a farmi amare e leggere questo autore! Non ci si può stancare di leggere questi mix di fantascienza e realtà, solo per chi ama il genere ovviamente, molto cinematografico ma grazie alla fantasia rende molto di più! Peccato dover aspettare il 2012 per il prossimo della sigma da poco uscito negli stati uniti...

  • User Icon

    bobo83

    06/04/2011 17:43:04

    Non è quello che si può definire un gran bel libro. La storia di per sè c'è. La trama a mio parere convince. Anche l'autore si fa apprezzare per il suo stile di scrittura e per la suspance che crea. Ma sono i dettagli che non mi convincono appieno. Sparatorie e inseguimenti al limite del ridicolo. Un colosseo quasi raso al suolo per quattro stupidaggini. Personaggi stereotipati con il buono che è sempre il solito agente senza paura e tuttofare. Un vero colpo di scena non l'ho notato. Diciamo una lettura da ombrellone. Non del tutto bocciato.

  • User Icon

    GIORGIO

    13/11/2010 12:57:43

    Un libro che si legge piacevolmente. Sembra un incrocio tra James Bond e Indiana Jones e come tale le vicende dei protagonisti vanno ben oltre le reali possibilita' umane. Un po' troppo macchinosa la parte centrale, avvincente la prima e ultima. Consigliato per chi ama il genere avventuroso.

  • User Icon

    Paoloriga

    31/08/2010 09:50:08

    Uno screenplay cinematografico, ben utilizzabile. Ma appunto uno screenplay. Lettura da ombrellone.

  • User Icon

    Marietta

    21/07/2010 23:58:06

    Un bel libro d'azione, con molti colpi di scena e capitoli che si interrompono nel momento cruciale. La lettura è coinvolgente ed il succedersi vertiginoso degli eventi mi ricorda 2012 di Paci. Un unico appunto: Rollins, a mio avviso, carica un po' troppo i suoi personaggi. Poliziotti alti più di due metri o con la mano bionica. Comunque, non me la sento di dargli 4 e resto convinta che questo libro valga 5.

  • User Icon

    fabio79

    13/07/2010 23:06:12

    Rollins è sempre Rollins! Consigliato

  • User Icon

    Massimo Borghesi

    08/07/2010 20:59:12

    Pugnali, microspie, sparatorie, mitra, inseguimenti, bombe termobariche, testate ... insomma un'azione esagerata che con moto, auto, elicotteri, barche, aerei, porta da una strage ad un meccanismo nascosto da secoli che funziona benissimo e fa quasi scivolare i buoni, etc. I personaggi sono ripetitivi, doppi: due buoni, due cattivi, due assistenti dei buoni, due donne brave, due donne malvage. Vabbè, almeno sono riuscito a finirlo.

  • User Icon

    Donata

    24/06/2010 10:13:28

    Bello. Anche se alcuni scrivono che la trama è sempre uguale, che i cattivi ed i buoni sono sempre quelli... io l'ho letto volentieri e non mi aspetto che Rollins cambi o migliori lui è bravo a scrivere questi romanzi e speriamo che continui, sarò io che quando troverò i suoi libri la fotocopia uno dell'altro e non mi piaceranno più leggerò qualcosa d'altro. Bellissimo anche il riferimento all'orsacchiotto alla fine dei chiarimenti scientifici.

  • User Icon

    salvatore

    02/04/2010 19:52:32

    E' il primo libro di Rollins che leggo,e devo dire che è molto bello.Ottima la trama,ottima la descrizione dei personaggi e dei luoghi.

  • User Icon

    NADIA3

    27/03/2010 10:43:24

    Se si legge un libro di Rollins si sa già a cosa si va incontro,procedimento della trama sempre uguale e personaggi stereotipati tipo cattivi cattivissimi e un pò stupidotti e buoni buonissimi che in un modo o nell'altro se la cavano sempre.Certo non ci si annoia ma anche colpi di scena nei colpi di scena alla fine diventano quasi insopportabili.Comunque sono libri di evasione con basi reali abbastanza ben documentate per una lettura senza troppi coinvolgimenti.Il finale presagisce un seguito speriamo in qualche cambiamento...

  • User Icon

    Gabriella

    25/03/2010 22:46:15

    Ho letto tutti i libri di Rollins e questo è uno tra i migliori. Se piace questo genere vi consiglio di leggerlo.

  • User Icon

    Arkadin

    24/03/2010 17:18:00

    Adrenalinica come sempre avventura del gruppo Sigma. Questa volta il mix tra avventura, storia e leggende locali alla fine riesce un pò pesante è già letto da qualche altra parte (diciamo in qualche lavoro di Valerio Massimo Manfredi). Il tema scientifico però trattato (quello degli OGM) è importante e nonostante sia un romanzo di fiction, da adito ad importanti riflessioni sul futuro alimentare e demografico dell'umanità.

  • User Icon

    Domenico

    08/03/2010 22:49:15

    Rollins nel suo genere è bravo,nulla da eccepire;inoltre coniuga molto bene realta scientifica e fantasia. Però i suoi libri hanno,a parer mio,un difetto non da poco ,ormai sono diventati l'uno la fotocopia dell'altro. Prologo in epoca remota,mistero/segreto che se capita nelle mani sbagliate puo portate a conseguenze nefaste se non addirittura alla fine dell'umanità,da una parte i Buoni che sono buoni,buoni,buoni;e dall'altra i Cattivi che sono cattivi,cattivi,cattivi. Per tre quarti del romanzo i cattivi sembrano vincere o sono nettamente in vantaggio,nell'ultimo quarto i buoni in un modo o nell'altro riescono a rovesciare la situazione e salvano l'Umanita. E via per una nuova avventure.... Personalmente inizio ad annoiarmi un po,tanto cambiano scenari,pericoli e cattivi ma la storia nelle sue colonne portanti e quella. Spero che il prossimo romanzo dell'autore statunitense mi faccia cambiare opinione.

  • User Icon

    Albano

    26/02/2010 13:16:17

    Praticamente Marco ha anticipato di un giorno il mio pensiero. In questo libro ci sono tutti gli ingredienti per un ottimo romanzo di avventura. I soliti cattivi, credibili teorie scientifiche collegate alla fisica e alla genetica, una ricerca di un mistero risalente all'antico egitto, trappole mortali, e soprattutto tanta azione, il tutto raccontato con la solita abilità dal grande Rollins. Veramente bello, forse il migliore di tutti i precedenti.

  • User Icon

    Marco

    25/02/2010 12:59:05

    Premesso che la copertina lascia molto a desiderare, il romanzo in sé è uno dei migliori di Rollins, a mio parere. Ancora una volta l'autore mescola con sapiente abilità avventura, mistero, teorie scientifiche verosimili e introspezione psicologica costruendo una storia che ti tiene incollato al libro fino all'ultima pagina, grazie a una scrittura che, negli ultimi libri, ho trovato assai maurata per ritmo, efficacia ed equilibrio. Una lettura imperdibile per tutti gli appassionati del genere. Voto 5

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione