Ci sono bambini a zig-zag

David Grossman

Editore: Mondadori
Collana: Oscar 451
Edizione: 3
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 17 gennaio 2018
Pagine: 336 p.
  • EAN: 9788804686194
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,29
Descrizione
Per i suoi 13 anni, a Nono viene offerto un viaggio in treno da Gerusalemme ad Haifa. A organizzarlo sono il padre, un celebre detective, e la sua compagna. Ma il viaggio si trasforma in una serie di imprevisti e avventure orchestrate da clown, mangiatori di fuoco, e dall'elegantissimo Felix, un ladro internazionale che rapisce Nono e, su una favolosa Bugatti, lo porta a conoscere la grande diva Lola. Perché quei due mostrano di sapere tante cose su sua madre? Nono ne è ovviamente affascinato e li seguirà in altre fantastiche avventure prima di scoprire che si tratta dei nonni che non ha mai conosciuto. Da loro verrà finalmente a sapere la vera storia dei suoi genitori.

€ 11,48

€ 13,50

Risparmi € 2,02 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Amanda Deambrogio

    18/09/2018 13:11:13

    C'è un bambino un po' anima bella e un po' delinquente, non facilmente inquadrabile per questo a zig zag. C'è un papà che mortifica la sua affettività dopo la morte della prima moglie e vive solo del suo lavoro di poliziotto. C'è una mamma putativa che cucina meravigliosamente piatti che si trovano ai livelli più alti della scala internazionale GIPI (Gioia per gli Intestini, Piacere per le Interiora) e che fa la madre meglio di una madre biologica. C'è una mamma scomparsa di cui rimangono poche tracce anche nei ricordi. Ci sono da un lato una famiglia di eminenti pedagoghi dediti all'educazione da manuale, mentre dall'altro c'è una famiglia di squinternati cialtroni che sanno amare in un modo del tutto particolare. C'è una storia, una lunga storia che collega tutti questi personaggi, che modifica l'angolo di visuale da cui ogni personaggio guarda il mondo. Niente giochi pirotecnici per Grossman, niente colpi di scena, ma la semplicità di una storia bella e delicata condotta con la sua solita maestria. Maestria che lo porta a dipingere sempre i ragazzini in modo sensazionale, non dipinge caricature, ma persone che potremmo essere stati noi da bambini con l'indovinello della vita da risolvere.

  • User Icon

    Luna

    17/09/2018 20:54:04

    Storia avvincente e appassionante, piena di colpi di scena! Vivamente consigliato.

Scrivi una recensione